Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. TV compulsiva? Attenzione a depressione e solitudine

TV compulsiva? Attenzione a depressione e solitudine

Ultimo aggiornamento – 04 Febbraio, 2015

Uno studio dell’Università del Texas lancia l’allarme: il fenomeno del binge-watching, ovvero la maratona televisiva di chi passa ore e ore davanti allo schermo, potrebbe essere il segnale di un malessere dell’individuo. E’ un fenomeno sempre più diffuso soprattutto negli Stati Uniti, dove la tv on demand e le serie televisive, di cui si guardano anche 5 o 6 puntate per volta, rendono gli individui incapaci di allontanarsi dal piccolo schermo. Un vera e propria dipendenza che indica che qualcosa non va.

Sì, perché lo studio ha dimostrato che più si è depressi o solitari di carattere, più è facile incollarsi davanti alla televisione.

Lo studio

Lo studio ha incluso più di 300 persone di età compresa tra i 18 e i 29 anni, a cui i ricercatori hanno chiesto quanto guardassero la tv, se si sentissero soli o tristi, e quali fossero in generale i loro stati d’animo. I risultati hanno mostrato che coloro che praticavano di più il binge-watching erano i solitari, nel tentativo di distrarsi dai pensieri negativi, incapaci di darsi delle regole e privi di autocontrollo, senza allontanarsi dalla tv neanche quando sapevano che avevano altre cose importanti da fare. Come sottolinea Yoon Sung Hi, queste persone trascurano il lavoro e tendono a evitare le relazioni con gli altri.

TV compulsiva

Questo fenomeno non solo è dovuto a un disagio psicologico, ma ha anche effetti negativi sulla salute fisica della persona. Il binge-wathcing è infatti associato a stanchezza, obesità, cattiva alimentazione e numerosi altri problemi di salute, e diventa quindi una vera e propria fonte di preoccupazione.

Mostra commenti
Quando la mandibola fa click
Quando la mandibola fa click
Marijuana: la droga non cambierebbe le dimensioni del cervello
Marijuana: la droga non cambierebbe le dimensioni del cervello
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Cosa mangiare con l’influenza (e cosa no)
Cosa mangiare con l’influenza (e cosa no)
Perché gli attacchi di asma vengono di notte?
Perché gli attacchi di asma vengono di notte?
I giorni dopo una rinoplastica: la verità che non ti aspetti!
I giorni dopo una rinoplastica: la verità che non ti aspetti!
Come migliorare la concentrazione: la parola all’esperto
Come migliorare la concentrazione: la parola all’esperto