Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Vaccino anti-Covid: cosa fare se si è soggetti allergici?

Vaccino anti-Covid: cosa fare se si è soggetti allergici?

Ultimo aggiornamento – 09 marzo, 2021

Vaccino anti-Covid e Reazioni Allergiche
Indice

In collaborazione con AAIITO - Associazione Allergologi Immunologi Italiani Territoriali e Ospedalieri – Portale:  Allergicamente.it


Intervista al  dr. Riccardo Asero, Presidente AAIITO.


La corsa al vaccino anti-Covid è iniziata e presto anche l'Italia inizierà con le prime vaccinazioni destinate alle categorie più a rischio e alle fasce protette. Non mancano, però, alcune perplessità, sebbene sia importante ribadirne il valore: tra le tante, la possibilità di una reazione allergica conseguente all'inoculazione della dose di vaccino. Facciamo chiarezza con il dr. Riccardo Asero, allergologo e presidente di AAITO. 

Perché un vaccino come quello della Pfizer può scatenare una reazione allergica? 

In realtà, la questione non riguarda specificatamente il vaccino anti-Covid di Pfizer/Biontech. In occasioni molto rare, i vaccini possono dare luogo a reazioni allergiche, nella gran parte dei casi del tutto imprevedibili.

Reazione allergica: può averla chiunque, inaspettatamente, o si manifesta solo in alcuni tipi di pazienti? 

Le reazioni allergiche possono verificarsi in assenza di fattori predisponenti noti, però ci sono alcune categorie di persone a maggiore rischio, come anche dichiarato dal documento ufficiale della Accademia Europea di Allergologia ed Immunologia Clinica (EAACI): coloro che hanno una storia pregressa di reazione con il vaccino medesimo, e i pazienti affetti da mastocitosi (malattia rara, caratterizzata da una mutazione che determina un forte aumento di cellule, i mastociti, contenenti istamina e numerosi altri fattori dell’infiammazione, coinvolte abitualmente nelle reazioni allergiche).

Chi è un soggetto allergico dovrebbe evitare il vaccino anti-Covid? 

Assolutamente no. Chi è allergico non ha alcun aumento del rischio di reazione avversa al vaccino e presenta le medesime indicazioni a sottoporsi alla vaccinazione di tutti gli altri cittadini.

Come prepararsi al vaccino al meglio? Andrebbe preso prima del cortisone? 

Assolutamente no. La premedicazione, che è discussa e discutibile già nei soggetti a rischio, è del tutto inappropriata nella popolazione generale.

AAIITO

Dopo quanto tempo da un vaccino può manifestarsi una reazione allergica? 

Dipende dal meccanismo di azione. Le reazioni di ipersensibilità immediata si verificano nella gran parte dei casi a pochi minuti di distanza dalla somministrazione di un vaccino iniettivo. Le reazioni di ipersensibilità ritardata possono comparire anche a diverse ore o giorni dalla somministrazione, ma non sono pericolose per la vita.

Di che tipo di reazioni stiamo parlando?

Come specificato, le reazioni anafilattiche sono reazioni gravi di ipersensibilità immediata.

Vuoi saperne di più? Ascolta il podcast sul vaccino anticovid.

Mostra commenti
Pranzo di Natale, ecco cosa non cucinare per allergici o intolleranti
Pranzo di Natale, ecco cosa non cucinare per allergici o intolleranti
Variante inglese Coronavirus: caratteristiche, sintomi e vaccino
Variante inglese Coronavirus: caratteristiche, sintomi e vaccino
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Esistono degli antipiretici naturali per abbassare la febbre?
Esistono degli antipiretici naturali per abbassare la febbre?
Quello strano legame tra ovaio policistico e microflora intestinale
Quello strano legame tra ovaio policistico e microflora intestinale
Orecchio rosso: e se fosse una sindrome?
Orecchio rosso: e se fosse una sindrome?
I nemici della salute per la quarta età
I nemici della salute per la quarta età