icon/back Indietro Esplora per argomento

Trasporto cani in auto: cosa sapere?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 06 Ottobre, 2022

Tutto Sul Trasporto Dei Cani In Auto

Il trasporto cani in auto non è sempre semplice: occorre conoscere le regole e le norme per portare con sé i nostri amici a quattro zampe in sicurezza e secondo la legge. 

Ecco cosa indica il codice stradale in merito.

Cosa prevedono le norme di trasporto sui cani in auto in Italia?

Quando si è al volante, è bene conoscere tutte le norme stradali e, se si hanno cani con sé, anche quelle che riguardano il trasporto degli animali in vettura.

Se non si è attrezzati adeguatamente, infatti, i cani potrebbero:

  • spaventarsi; 
  • farsi male; 
  • scendere dal mezzo;
  • creare problemi al guidatore.

Per questo, sono state introdotte delle norme ad hoc: in particolare, l’articolo 169 del codice stradale si occupa del trasporto di animali in auto.

Questo articolo afferma che è possibile portare i propri cani con sé tramite uno di questi modi:

  • trasportino;
  • gabbia;
  • divisorio nella parte posteriore costituito da una rete;
  • cinture di sicurezza (con l’aggiunta di divisorio).

Non esistono norme specifiche relative al tempo in cui i cani possono permanere all'interno del veicolo, tuttavia è buona norma non lasciarli nell’abitacolo da soli - se non per pochissimi minuti o in caso di effettiva emergenza. 

Viaggi in Europa: leggi di trasporto dei cani

Per quel che riguarda i viaggi con i cani all’interno dell’Europa (27 Paesi membri della UE più Norvegia e Irlanda del Nord) esistono leggi specifiche che regolamentano il trasporto dei cani.

Con poche eccezioni, è possibile muoversi verso un altro Paese facente parte della UE (oppure da nazione non UE a nazione UE) se vengono rispettati i seguenti requisiti:

  • presenza di microchip nell’animale (in linea con i requisiti tecnici espressi nell’allegato II del regolamento UE sulla circolazione di cani e altri animali da compagnia) o, in alternativa di tatuaggio chiaramente leggibile (purché precedente alla data del 3 luglio 2011);
  • attestazione vaccinalecontro la rabbia;
  • attestazione di trattamento contro la tenia Echinococcus multiocularis (nel caso in cui la destinazione sia: Irlanda, Irlanda del Nord, Norvegia, Finlandia o Malta);
  • possesso di passaporto europeo per animali da compagnia in corso di validità (se si viaggia da un Paese UE/ Irlanda del Nord verso altro Paese UE/ Irlanda del nord) o, se si viaggia verso altro paese, di certificato sanitario;

Se non è il proprietario dell’animale a viaggiare con il cane, allora sarà necessario concedere l’autorizzazione alla persona che scorterà il cane, purché il ricongiungimento cane-padrone avvenga entro 5 giorni dal trasferimento.

Si può viaggiare con un massimo di 5 cani (o animali da compagnia). Se il numero è superiore, è consentito viaggiare con più di 5 cani purché siano presenti queste due condizioni:

  • partecipazione a competizioni;
  • età non inferiore ai 6 mesi.

Trasportino per cani e gabbia per trasporto cani in auto

Gli strumenti tra cui scegliere per trasportare il cane nel retro dell’auto sono:

  • trasportino;
  • gabbia;
  • kennel.

Questo è in linea con l’articolo 169 del codice della strada, che punisce chi non rispetta tale legge con sanzioni amministrative e decurtamento di punti patente.

L’uso di uno di questi dispositivi tutela sia l’animale in caso di frenate, dossi o incidenti, sia il conducente, che non viene distratto alla guida, diminuendo le probabilità di sinistri

Si può scegliere, dunque tra:

  • trasportino: quello a struttura aperta consente al cane di respirare meglio anche in auto piccole. L’apertura permette al cane una visuale completa sull’ambiente circostante, contribuendo a farlo viaggiare in modo rilassato. È bene iniziare ad usare il trasportino fin da quando il cane è cucciolo, in modo che percepisca tale mezzo come una “cuccia mobile” (magari con la stessa copertina di casa);
  • rete divisoria: l’installazione di una rete divisoria tra i due vani dell'auto permette di lasciare più libertà di movimento al cane all’interno del vano posteriore. Per evitare che si faccia male, si possono usare guinzagli specifici con l’aggancio alle cinture di sicurezza, garantendo l’incolumità dell’animale. La rete è ideale per i cani di taglia grande, che non entrano nel trasportino;
  • cinture di sicurezza: si tratta di cinture apposite per cani di piccola, media o grande taglia. I nostri amici a quattro zampe possono utilizzarle sempre nel vano posteriore, ma anche in questo caso è necessario munirsi di rete divisoria per separare il cane dal guidatore;

Qualsiasi sia la scelta, è importante verificare che il prodotto sia omologato secondo le normative e gli standard europei e italiani, valutando la presenza di tutte le certificazioni previste per Legge.

Consigli per trasportare un cane in auto: come tranquillizzarlo?

Durante un lungo viaggio, è opportuno prevedere delle pause per far scendere il cane e dargli dell’acqua, evitando comunque di percorrere lunghi tratti nelle ore più calde. 

Un altro suggerimento è di tenere il finestrino del veicolo leggermente aperto (ma si può tenere acceso anche il climatizzatore).

Se il cane è agitato per natura, la cosa migliore da fare è parlare con il veterinario per concordare la terapia migliore da applicare in caso di un eventuale malessere, che potrebbe manifestarsi durante il viaggio.

Inoltre, per tranquillizzarlo, è importante cercare di associare il viaggio stesso a qualcosa di piacevole: un gioco, una gratificazione (magari il suo cibo preferito) o una coccola in più per ridurre ansia e stress.

Ora che sapete tutto sul trasporto dei cani in auto, non ci resta che augurare buon viaggio a voi e ai vostri amici a quattro zampe!

Condividi
Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

Revisionato da Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Cane

1744 articoli pubblicati

Revisionato da Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
Incontinenza del cane: da cosa dipende e cosa fare
Cane incontinente: cosa fare e cosa sapere?

Quali possono essere le cause dell'incontinenza del cane? Cosa fare in questi casi? Ecco tutto quello che c'è da sapere. Scopri di più nell'approfondimento.

Scopriamo come trattare la detartrasi nel cane
In cosa consiste la detartrasi nei cani?

In cosa consiste la detartrasi nei cani e ogni quanto fare la pulizia dei denti al proprio amico a quattro zampe? Scopri di più nell'approfondimento.