3 curiosità sulla lingua del gatto

Redazione

Ultimo aggiornamento – 18 Settembre, 2023

Lingua del gatto: scopriamo 3 curiosità

Chi possiede un gatto avrà notato, molto probabilmente, che la lingua di questo animale è diversa da quelle degli uomini.

Infatti, una delle peculiarità lampanti è la ruvidità

Perché si presenta in questo modo? Scopriamo insieme tre curiosità sulla lingua del gatto.

Lingua del gatto: ecco tre caratteristiche da scoprire

Come accennato in precedenza, la lingua del gatto è molto peculiare, tanto che risulta essere oggetto di studio da parte degli esperti.

Si caratterizza per la presenza di piccole puntine, ruvide e rugose, chiamate papille, ma non è l’unica caratteristica che la differenzia dalla lingua umana.

A cosa servono le papille meccaniche, e quali sono le principali particolarità della lingua del gatto? 

Vediamo insieme quali sono le principali funzionalità e le caratteristiche.

1. Funzioni nutritive

La presenza di queste papille uncinate consente al felino di afferrare e consumare il cibo (in particolare modo, le piccole prede, essendo un animale carnivoro) con più tenuta rispetto ad una lingua liscia - questo vale anche nel caso del cibo per gatti fatto in casa.

Anche la diversa percezione del gusto rispetto agli umani rientra sicuramente tra le peculiarità dei gatti. Non solo il numero dei recettori (e, dunque, di papille gustative) è inferiore rispetto all’uomo, ma i gatti non sono in grado neanche di identificare il gusto dolce, non avendo i recettori per questo tipo di sapore.

Inoltre, per via della flessibilità ed elasticità della muscolatura dell’organo, il gatto ha la capacità di arricciare la punta della lingua; ciò gli consente di raccogliere una certa quantità di acqua proprio sulla lingua, arricciandola come se fosse un cucchiaio,  e poi di deglutirla velocemente. 

2. Contribuisce a tenere pulito il pelo

Il gatto tende a utilizzare la lingua per tenere il pelo pulito e ordinato.

Questo organo, dunque, consente all’animale di eseguire la propria igiene personale e la toelettatura. Le papille meccaniche sulla lingua fanno sì che lo sporco, in particolar modo i peli morti, possano essere rimossi adeguatamente (tale pratica è conosciuta anche con il nome di “grooming”). 

Talvolta, la toelettatura effettuata in questo modo comporta l’ingestione del pelo e la conseguente presenza di boli di pelo nello stomaco che, per via di un’eccessiva ingestione da parte dell’animale, gli provocano il vomito.

Gatto si lava usando la lingua

Infine, quando il felino procede a leccarsi il mantello, ciò lo aiuta a regolare la propria temperatura perché il manto viene bagnato con la saliva. 

3. Aiuta a capire lo stato di salute 

La lingua del gatto si può anche considerare come uno dei segnali utili ad identificare il suo stato di salute, dunque non è da sottovalutare.

Infatti, è opportuno prestare particolare attenzione alla lingua qualora dovesse verificarsi la presenza di:

  • infezioni;
  • lesioni;
  • ulcere boccali;

Simili situazioni, infatti, potrebbero indicare la presenza di patologie a carico dei denti (può capitare durante la dentizione dei gattini), delle gengive, stomatite o altre condizioni da indagare.

In questi casi, occorre consultare il medico veterinario.

Quando rivolgersi al veterinario?

In generale, è opportuno sottoporre il proprio animale domestico a controlli regolari dal veterinario.

Ad ogni modo, se si notano comportamenti insoliti nel proprio amico a quattro zampe, se il gatto tiene la lingua fuori in modo prolungato, ha una salivazione eccessiva, sanguina oppure si dovessero presentare alcune delle condizioni riportate in precedenza è necessario contattare tempestivamente il veterinario.

Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Gatto

1784 articoli pubblicati

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Contenuti correlati
gatto rosso sulle gambe del padrone
Perché i gatti fanno la pasta con le zampe

Perché i gatti fanno la pasta con le zampe? Andiamo alla scoperta di cosa significa questo comportamento e di cosa sta cercando di comunicarci il nostro micio.

due gatti si coccolano sul prato fiorito
Movimenti della coda nel gatto: quale significato hanno?

I movimenti della coda nel gatto rivestono un'importanza fondamentale perché comunicano emozioni e stati d'animo del felino. Scopriamo come interpretarli.