icon/back Indietro Esplora per argomento

Come eliminare l'odore di pipì di gatto: i consigli

Ludovica Cesaroni

Ultimo aggiornamento – 05 Dicembre, 2022

Scopriamo come eliminare l'odore di pipì di gatto

Chi ha un gatto lo sa bene: l'odore delle sue urine può essere particolarmente fastidioso e non è sempre semplice gestirlo.

La pipì del gatto, in particolar modo quando è maschio, può avere un odore particolarmente spiacevole e persistente. Il cattivo odore generato dalla pipì del gatto si può impregnare sulle superfici che vengono a contatto con l'urina del felino.

Quando l'urina del gatto entra in contatto con pavimenti e tessuti, anche rimuovendo velocemente il liquido, spesso l'odore tende a permanere a lungo, sprigionando un sentore fastidioso e sgradevole. Fortunatamente, esistono numerosi rimedi naturali per rimuovere completamente la puzza di pipì di gatto modo semplice ed efficace.

Ecco come eliminare l'odore di pipì di gatto in modo naturale, ma non solo.

Pipì del gatto e lettiera

Iniziamo col dire che il gatto produce una pipì con un odore particolarmente pungente che è difficile da eliminare del tutto nei luoghi dove il gatto è solito lasciare i propri bisogni. Eliminare completamente l'odore di pipì dei gatti maschi dalla lettiera è praticamente impossibile: la lettiera (l’esterno in plastica) del gatto tende ad assorbire gli odori nel tempo e, anche se pulita regolarmente, andrà sostituita dopo qualche anno, proprio perché l'odore non andrà mai via del tutto.

Comunque, è opportuno ricordare che la vaschetta va pulita con regolarità e la lettiera va sostituita quotidianamente. È possibile anche utilizzare un prodotto specifico per rimuovere gli odori sgradevoli dalla lettiera; tuttavia è importante scegliere una profumazione gradevole micio, affinché esso non abbia reazione contraria, allontanando il gatto e aggravando il problema nella pipì fuori dalla lettiera.

La buona notizia è che, se il gatto è abituato a fare pipì regolarmente nella lettiera, più difficilmente capiterà che faccia pipì sul tappeto, sul divano, sulle lenzuola o in un luogo diverso dalla sua lettiera.

Risulta essere molto importante eliminare con prontezza l'odore di pipì di gatto, perché il gatto non si abituerà a lasciare la propria urina nello stesso luogo. I gatti, infatti, tornano spesso sul posto dove hanno fatto pipì in precedenza, se ne sentono l'odore: si tratta di un modo per marcare il territorio e attirare l'attenzione.

Pipì fuori dalla lettiera: perché succede?

undefined

Come già detto, se il gatto è abituato a fare pipì all'interno della lettiera, difficilmente la farà fuori. Tuttavia, a volte, potrebbe capitare che il gatto, per comunicare qualcosa di importante o per attirare l'attenzione del proprio padrone (o di una gatta), urini in luoghi inconsueti

Ecco le motivazioni più comuni per cui ciò accade:

  • Problemi di salute. A volte un gatto affetto da infezioni alle vie urinarie, problemi ai reni, problemi alla tiroide o in caso di dolore alla minzione, può iniziare ad associare l'uso della lettiera con il dolore e quindi fare pipì ovunque tranne che nel luogo preposto.
  • Problemi ormonali. Anche se non sussistono problemi di salute, a causa degli ormoni il gatto potrebbe essere spinto a marcare il territorio facendo pipì in giro per casa, cercando di segnalare a una gattina la propria presenza o la disponibilità ad accoppiarsi. Per evitare questo tipo di problematica può essere utile sterilizzare i gatti, maschio o femmina che siano.
  • Problemi comportamentali. Se il gatto comincia a fare pipì fuori dalla lettiera e non soffre di alcun problema di salute, potrebbe avere un disturbo di comportamento. Occorre prestare attenzione a cosa lo irrita e capire per quale motivo ha cambiato le proprie abitudini. Forse è scontento dalla lettiera o soffre di stress, frustrazione, depressione o ansia. Nel caso, può essere utile rivolgersi a un medico veterinario comportamentalista.
  • Vecchiaia. Con il passare del tempo, il gatto potrebbe smettere di usare la lettiera a causa di motivi di salute legati all’età avanzata, tra cui l'artrite. Per un gatto anziano può diventare complicato entrare nella lettiera con sponde troppo alte, o trovare scomoda la posizione della lettiera. In questi casi è generalmente sufficiente cambiare la lettiera.

Una volta individuata la causa per cui il gatto ha iniziato a fare pipì in giro, è di fondamentale importanza eliminare l'odore di pipì di gatto. Grazie a questi rimedi è possibile neutralizzare gli odori dalle superfici e far durare la lettiera del gatto più a lungo.

Rimuovere l'odore di pipì di gatto

Non appena ci si accorge che il gatto ha effettuato la pipì fuori dalla lettiera, è importante rimuovere i residui di pipì con della carta assorbente. Se il gatto ha fatto pipì sul pavimento, dovrebbe essere piuttosto semplice asciugarla; l'operazione non è così facile nel caso in cui il gatto abbia scelto un divano, una poltrona di stoffa, le tende, le lenzuola del letto, tappeti o i cuscini.

Occorre sapere che più tempo la pipì del gatto rimane lì, più forte sarà l'odore e maggiormente penetrerà nei tessuti. Inoltre, se ce ne si accorge troppo tardi, la pipì, una volta asciutta, sarà difficile da individuare e il gatto, avvertendone l'odore, sarà tentato di ripetere il gesto.

Acqua e aceto per il solo pavimento

L'aceto è sempre molto utile in fatto di pulizie, ed è perfetto anche per rimuovere la puzza di pipì di gatto. Mescolate una parte di acqua e una di aceto all'interno di una ciotola per lavare via l'odore dalla superficie contaminata.

L'aceto, avendo un odore pungente, aiuta rimuoverne l'odore; questo prezioso alleato dell'igiene domestica riesce anche a rompere i sali alcalini che si creano nella pipì di gatto asciutta. Certamente anche l'aceto ha un odore forte, ma evaporerà con il tempo, a differenza della pipì di gatto non trattata.

Alcol, acqua e aceto

Per un risultato ancora più efficace, è possibile aggiungere alla miscela di aceto e acqua la stessa parte di alcol. L'odore dell'urina del gatto è forte a causa dell'ammoniaca che contiene; l'alcol è in grado di eliminare l'ammoniaca e per questo aiuterà ad eliminare l'odore di urina di gatto più velocemente, migliorando l'igiene della casa senza essere nocivo per i suoi abitanti, gatto compreso.

La soluzione ottenuta va strofinata con un panno inumidito sul luogo dove è presente la pipì di gatto. Una volta tamponata la zona e inumidita l'area su cui il gatto ha fatto pipì, occorre lasciare agire il composto per alcuni minuti.

Successivamente, inumidire un nuovo panno con dell'acqua pulita sulla zona, per rimuovere l'eccesso di aceto e alcol. Una volta che l'area sarà asciutta, l'odore di urina del gatto scomparirà e, dopo un po' di tempo, anche quello di alcol e aceto.

Collutorio

Un altro prezioso alleato è il collutorio, che è in grado di aiutare nell'eliminazione di una macchia causata dalla pipì di gatto, ma anche per rimuovere l'odore persistente di urina. La preparazione deve essere fatta con il 50% di acqua e il 50% di collutorio, con cui andare a tamponare delicatamente la zona da trattare.

È importante ricordare che il collutorio tende a macchiare le superfici; pertanto è meglio adoperarlo solo su tessuti materiali scuri, in modo da evitare la formazione di aloni.

Il vantaggio del collutorio è legato al forte odore, che tende a coprire quello dell’urina, oltre ad essere un disinfettante.

Caffè in polvere e sapone

La miscela del caffè può aiutare ad eliminare l'odore di urina di gatto. È necessario pulire accuratamente l'area da trattare con un sapone neutro e applicare poi nella stessa zona il caffè in polvere.

Una volta asciutto, è sufficiente spazzolare via il caffè o aspirarlo. Questo rimedio è efficace solo su materiali scuri; nel dubbio è possibile effettuare una prova su un angolo nascosto.

Aroma degli agrumi

L'odore degli agrumi è in grado di mascherare abbastanza bene l'urina di gatto. Si può optare per dell'olio essenziale agli agrumi o del succo di limone, oppure preparare un detergente casalingo mediante la buccia degli agrumi che si hanno in casa.

L'olio essenziale non può essere utilizzato direttamente su tessuti o superfici delicate, poiché potrebbe creare una macchia di grasso difficile da mandare via. Anche il succo di limone potrebbe far scolorire superfici, se lasciato agire sulla stoffa; meglio usarlo solo per pavimenti non delicati.

I gatti e i cani non amano le superfici che profumano di agrumi: questo potrebbe essere un ottimo suggerimento per tenere lontano il felino dai tappeti e dalle tende di casa.

Detergente specifici per l'urina del gatto

Esistono infine spray anti odore in grado di neutralizzare l’odore dell'urina del gatto ed eliminare batteri e microrganismi presenti.

Esistono anche prodotti specifici con batteri ed enzimi in grado di rimuovere le macchie di pipì e il cattivo odore dell'urina del gatto, nonché di altre deiezioni organiche.

Condividi
Ludovica Cesaroni
Scritto da Ludovica Cesaroni

Amo definirmi una creativa dalla forte impronta razionale. Scrivere, disegnare e creare con le mani sono le mie grandi passioni, ma il pungolo della curiosità mi ha sempre portato a interrogarmi sui grandi misteri della vita e a informarmi sui 'piccoli misteri' dell'uomo.

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Ludovica Cesaroni
Ludovica Cesaroni
in Gatto

308 articoli pubblicati

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Contenuti correlati
gatto rosso sulle gambe del padrone
Perché i gatti fanno la pasta con le zampe

Perché i gatti fanno la pasta con le zampe? Andiamo alla scoperta di cosa significa questo comportamento e di cosa sta cercando di comunicarci il nostro micio.

un gatto che bacia un altro
Gatti che si baciano: è vero che i felini amano i baci?

I gatti che si baciano son un'immagine suggestiva, ma è vero che i felini utilizzano questa modalità per esprimere l'affetto? Scopriamolo insieme.

icon/chat