icon/back Indietro Esplora per argomento

Come scegliere la lettiera per i gatti?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 06 Ottobre, 2022

Come Scegliere La Lettiera Del Gatto

Scegliere la giusta lettiera per gatti può essere difficile: è uno strumento indispensabile per il micio, un vero e proprio spazio utile alla sua sicurezza e al suo benessere. 

É, quindi, fondamentale selezionare la lettiera con cura.

Le opzioni presenti sul mercato sono moltissime: è possibile trovare una lettiera per gatti chiusa, una autopulente e persino quella antiodore - giusto per citarne alcune.

Vediamo, nel dettaglio, le caratteristiche delle principali lettiere presenti in commercio e come scegliere quella più adatta alle vostre esigenze.

Caratteristiche generali

Scegliere con cura la giusta lettiera per il tuo gatto non solo contribuisce alla sua salute (fisica e mentale), ma anche alla vostra sicurezza.

Un zona bisogni difficile da pulire, o senza le giuste componenti assorbenti, può, infatti, portare a contaminazioni da microrganismi pericolosi.

Insegnare al gatto a usare la lettiera non sarà difficile, perché cercherà per istinto un luogo calmo, appartato e con terriccio morbido in cui scavare. 

Scegliere la giusta tipologia di lettiera potrebbe, invece, rivelarsi una sfida più ardua

Le principali tipologie variano a seconda delle proprie funzioni e si dividono nei seguenti gruppi:

  • Lettiera agglomerante, realizzata con una sostanza a base di argilla che, sciogliendosi a contatto con i liquidi, forma la famosa “pallina” che cattura i bisogni del gatto. Non ti servirà dunque svuotare l’intera vaschetta, ma ti basterà munirti di paletta e rimuovere la parte agglomerata. È igienica e molto comoda da gestire, ma gli escrementi del micio rimangono pressoché in superficie.
  • Lettiera non agglomerante, anch’essa a base di argilla o derivati, ma che non forma palline: i liquidi sono assorbiti per tutta la superficie, mentre gli escrementi solidi vengono interrati dal gatto. È molto comoda per gatti con problemi urinari, perché i liquidi sono trascinati verso il basso e gli odori vengono così limitati. Tuttavia, va cambiata interamente ogni volta.
  • Lettiera ai cristalli di silicio, formata da cristalli super-assorbenti, che riducono gli odori e garantiscono massima igiene, ma a costi più elevati.
  • Lettiera vegetale, scelta ecologica che tutela l’ambiente, ma che richiede cambi più frequenti rispetto a quelle sintetiche.

Caratteristiche specifiche per la migliore lettiera per gatti

Il gatto ama moltissimo curare i propri spazi e la propria igiene ed è fondamentale per lui avere una zona bisogni che rispetti alcune caratteristiche.

In commercio ne esistono svariati tipi, ma occorre scegliere la più adatta alle sue esigenze ed a quelle della tua casa.

Un fattore da considerare è, di certo, la scelta fra lettiera per gatti chiusa o aperta, che varia in base al carattere del micio:

  • Se il gatto è schivo o ama passare molto tempo sul divano, allora la scelta più indicata è quella di una lettiera per gatti chiusa (in particolar modo se quella aperta non viene usata);
  • Se ama stare al centro dell’attenzione ed è molto energico di natura, allora è più indicata una lettiera per gatti aperta (che rimane, comunque, la prima scelta).

Oltre a ciò, per selezionare la lettiera per il gatto, occorre tenere conto di qual è il principale interesse:

  • Se si cerca comodità, la lettiera per gatti autopulente è l'ideale, in quanto separa la sabbia pulita da quella sporca, garantendo l’igiene senza che debba pensarci troppo
  • Se si vuole, invece, ridurre al minimo gli odori, occorre considera una lettiera per gatti antiodore. Attenzione, però: una urina molto puzzolente potrebbe essere sintomo in infezione alle vie urinaria.
  • Se si desidera una casa assolutamente pulita, per limitare lo spargimento di granelli per il pavimento si può anche acquistare un apposito tappetino per la lettiera dei gatti. Non si tratta di un vero e proprio tappeto, ma di una griglia da mettere vicino alla sua zona bisogni che cattura i granelli che il micio porta con sé e che è solito spargere quando scava nella lettiera.

In definitiva, la scelta di una lettiera per gatti varia a seconda non solo delle sue esigenze, ma anche delle tue e di quelle della tua casa. 

Tenerne conto, prima di acquistarne una fra le svariate presente sul mercato, è fondamentale.

Condividi
Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Gatto

1774 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
gatto rosso riposa sul cuscino
Gatti stressati: sintomi, cause e rimedi

Gatti stressati: ecco quali sono i sintomi da osservare nel gatto stressato, le cause dello stress e come aiutarlo a ritrovare la sua serenità in casa.

gatto sulla poltrona
Baytril per gatti: proprietà ed effetti collaterali

Baytril per gatti, ecco le proprietà e gli effetti collaterali da conoscere per evitare problemi che possono metterne a rischio la salute.

icon/chat