5 consigli per proteggere il divano dai graffi del gatto

Elena Fazio | Web Content Editor

Ultimo aggiornamento – 11 Aprile, 2024

Gatto che graffia il divano

I gatti, noti per la loro curiosità e il loro istinto naturale di graffiare e marcare il territorio, possono dimostrare questa loro esigenza anche nelle mura domestiche, soprattutto sui divani, graffiandoli. 

Perché i gatti rovinano il divano e i mobili di casa? Come si può prevenire questo comportamento ed aiutare i gatti a non rovinare l’arredamento?

In questo articolo esploreremo le ragioni alla base del comportamento di graffiatura e 5 consigli utili per proteggere il divano e i mobili di casa dalle unghie del felino.

Perché il gatto graffia gli oggetti

Ci sono diverse ragioni per cui i gatti graffiano e danneggiano il mobilio di casa e il divano. 

Ecco alcune delle cause che spingono il micio a usare le unghie sul divano o a rovinare l’arredamento di casa:

  • comportamento naturale: il graffiare è un comportamento naturale per i gatti. Essi usano il graffio per marcare il loro territorio, rilasciare stress, esercitare i muscoli e mantenere le unghie sane e affilate;
  • territorio: i gatti hanno ghiandole odorifere nelle zampe che rilasciano feromoni quando graffiano. Sono sostanze biochimiche che servono a marcare il territorio del gatto e a comunicare informazioni agli altri animali;
  • affilatura delle unghie: i mici graffiano per affilare le loro unghie. Graffiare aiuta a rimuovere lo strato esterno opaco delle unghie e a rivelare un nuovo strato affilato, essenziale per il benessere del gatto;
  • emozioni: i gatti possono raschiare i mobili per esprimere emozioni come noia, frustrazione, ansia. Graffiare può essere un modo per loro di sfogare il loro stress o disagio;
  • risposta a cambiamenti nell'ambiente: i cambiamenti nell'ambiente domestico, come l'introduzione di nuovi mobili, traslochi o la presenza di altri animali possono indurre i gatti a graffiare i mobili per adattarsi o per alleviare lo stress. Questo accade in particolare quando si cambiano i mobili o i copridivani, togliendo i feromoni del gatto dalla vecchia superficie e così il gatto riprenderà a graffiare per posizionare di nuovo i suoi feromoni sul mobile;
  • esigenze fisiche: i gatti hanno bisogno di esercitare i muscoli delle zampe e delle spalle e il graffiare può soddisfare questo bisogno di movimento e stretching;
  • attività ludica: alcuni felini rigano i mobili come parte del loro gioco quotidiano. Il graffiare può essere divertente per loro e può essere incoraggiato con giocattoli appropriati come il tiragraffi.

Per gestire il comportamento del gatto, è importante fornire al proprio felino alternative appropriate per graffiare, come tiragraffi robusti e alberi per gatti

undefined

È inoltre consigliabile tagliare regolarmente le unghie del gatto per ridurre il danno ai mobili. 

Se il problema persiste potrebbe essere utile consultare il veterinario o un veterinario comportamentista felino per ulteriori consigli e supporto.

Cosa fare per proteggere il divano dalle unghie del gatto: 5 consigli

I gatti sono animali meravigliosi e affettuosi, ma non si può ignorare il fatto che il loro istinto naturale li spinga a graffiare e affilare le unghie, spesso a spese dei propri mobili, compreso il divano. 

Tuttavia, ci sono metodi efficaci per proteggere il divano dai graffi del gatto senza compromettere le esigenze del proprio amico felino. 

Ecco 5 consigli utili per proteggere il divano, rispettando il benessere del gatto:

Fornire alternative appropriate per graffiare

Una delle migliori strategie per proteggere il divano dai graffi del felino è quella di fornire al gatto delle alternative appropriate per graffiare. 

Può essere utile investire in un robusto tiragraffi o un albero per gatti che possa attirare la sua attenzione lontano dal divano. 

Assicurarsi che il tiragraffi sia stabile e abbastanza grande da permettere al gatto di allungarsi completamente mentre graffia.

Utilizzare coperture protettive per il divano

Le coperture protettive per divani sono un'ottima opzione per proteggere il proprio divano dalle unghie del gatto. 

Esistono coperture appositamente progettate per mobili domestici che possono essere facilmente posizionate e rimosse quando necessario. 

Questi involucri non solo proteggono il divano dai graffi, ma possono anche essere lavate e mantenute pulite facilmente.

Applicare repellenti per gatti

Esistono repellenti per gatti disponibili sul mercato che possono aiutare a dissuadere il felino dal graffiare il divano. 

Queste sostanze emettono un odore sgradevole per i gatti o lasciano un sapore poco gradito sul divano, scoraggiando così il micio dall'usare il divano come tiragraffi. 

Assicurarsi di scegliere un repellente sicuro per l’animale e di applicarlo secondo le istruzioni del produttore.

Tagliare regolarmente le unghie del gatto

Una pratica importante per proteggere il divano è quella di tagliare regolarmente le unghie del proprio amico felino. 

Utilizzare forbici o tagliaunghie specifici per animali domestici e tagliare delicatamente le punte delle unghie del gatto. 

undefined

Utilizzare nastri adesivi o pellicole protettive per il divano

Infine, si possono utilizzare nastri adesivi o pellicole protettive trasparenti per coprire le parti del divano che sono particolarmente soggette ai graffi del gatto. 

Questi nastri o pellicole creano una barriera fisica che impedisce al gatto di rovinare la superficie del divano. 

Assicurarsi di scegliere nastri o pellicole che non danneggino il tessuto del divano e che possano essere rimossi facilmente senza lasciare residui.


Potrebbe interessarti anche:


Proteggere il divano dal gatto richiede un po' di pianificazione e impegno, ma è assolutamente possibile soddisfare le esigenze e le necessità del proprio gatto e del padrone, senza compromettere i mobili di casa. 

Seguire questi consigli può ridurre le preoccupazioni e aiutare a vivere serenamente le giornate con il micio.

Come insegnare al micio a non rovinare l’arredamento di casa

Insegnare al gatto a non rovinare l’arredamento di casa richiede pazienza, coerenza e l'uso di metodi positivi di addestramento. 

Ecco alcuni suggerimenti su come farlo al meglio e in sicurezza:

  • fornire alternative appropriate per graffiare: assicurarsi di avere diversi tiragraffi o alberi per gatti disponibili in casa. Posizionarli in aree dove il gatto tende a graffiare di più, come vicino al divano o ad altri mobili. Rendere i tiragraffi attraenti per il gatto utilizzando erbe gatto o giocattoli appesi che lo incoraggino a usarli;
  • premiare il comportamento: quando il gatto utilizza correttamente il tiragraffi, far in modo di premiarlo con un gioco o una carezza rinforza positivamente il suo comportamento e incoraggia il gatto a usare il tiragraffi invece di intaccare i mobili;
  • dissuadere il comportamento indesiderato: quando si sorprende il gatto a graffiare i mobili, si può interrompere delicatamente questa abitudine con un suono o una parola che attiri l’attenzione del felino, come un "no" secco. Poi, indirizzarlo verso il tiragraffi e premiarlo se inizia a graffiare lì;
  • utilizzare repellenti per gatti: applicare repellenti per gatti sui mobili o sul divano possono essere utili per scoraggiarlo dal rigarli;
  • creare un ambiente stimolante: assicurarsi che il micio abbia un ambiente ricco di stimoli e attività per evitare la noia, che potrebbe portarlo ad aggrapparsi ai mobili per divertimento. Fornire giocattoli, sessioni di gioco interattive e aree da esplorare per mantenere il gatto impegnato e soddisfatto può essere una buona idea.

Bisogna ricordare che è importante essere costanti e pazienti nell'addestramento del gatto. 

Se il problema persiste nonostante gli sforzi, è necessario consultare il veterinario o un veterinario comportamentista felino per ulteriori consigli e supporto nella gestione delle abitudini del gatto.

Elena Fazio | Web Content Editor
Scritto da Elena Fazio | Web Content Editor

Laureata in Comunicazione, Media e Pubblicità, con specializzazione in Scienza e Salute. Dopo aver collaborato con associazioni no profit in ambito sanitario e psico-oncologico, al momento sono Junior Web Content Editor presso pazienti.it e mi occupo della redazione e scrittura di articoli in chiave SEO. Profondamente affascinata da temi inerenti il benessere e la salute che mirano a fornire informazioni autorevoli ai lettori, guidandoli nelle scelte per raggiungere uno stato di benessere psico-fisico quotidiano.

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Elena Fazio | Web Content Editor
Elena Fazio | Web Content Editor
in Gatto

74 articoli pubblicati

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Contenuti correlati
gatto rosso sulle gambe del padrone
Perché i gatti fanno la pasta con le zampe

Perché i gatti fanno la pasta con le zampe? Andiamo alla scoperta di cosa significa questo comportamento e di cosa sta cercando di comunicarci il nostro micio.

gatto nella sua casetta
Per quanto si può lasciare un gatto solo in casa

Per quanto tempo può rimanere un gatto solo in casa prima che subentrino delle complicazioni? Scopriamo se è vero che i felini sopportano bene la solitudine.

icon/chat