icon/back Indietro Esplora per argomento

Gatto Korat: ecco tutte le caratteristiche di questa antica razza Thailandese

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 01 Febbraio, 2023

Scopriamo tutto quello che c'è da sapere sul gatto Korat

Il Gatto Korat è una delle poche razze, tra le più antiche, le cui caratteristiche e comportamenti non sono stati modificati dagli allevatori.

I Korat, originari della Thailandia, sono gatti domestici dal corpo robusto e di taglia media, con un bel manto a pelo corto di colore grigio-blu e con punte d'argento. 

Intelligenti, giocherelloni e affettuosi, questi gatti sono anche noti per il loro carattere dominante e indipendente, poco addomesticabile rispetto ad altre razze, insomma, se non ci si impegna fin da subito nell’educare il gatto fin da piccolo.

Ecco perché è bene considerare tutte le caratteristiche di questa razza di felini, bella senza dubbio e anche molto interessante per la sua storia, ma tra le più impegnative

Storia dei Gatti Korat, una delle razze più antiche

Persino il suo appellativo thailandese, Si-Sawat, ne rappresenta questa caratteristica, e infatti "Si” significa “grigio-blu”, mentre "Sawat" significa prosperità e fortuna.

Per questo motivo, il Korat presenzia spesso anche nei riti e nelle cerimonie come propiziatorio di felicità. Si pensi che fino alla metà del XX secolo questi gatti non venivano venduti ma solo regalati in coppia, soprattutto alle future spose come dono di nozze

L'antichità della razza è attestata anche dalla documentazione della prima menzione del Korat nel "Trattato sui gatti", ovvero nel Smud Khoi, il Libro dei poemi dei gatti, risalente al 1350. Nel libro vengono descritti diversi gatti portafortuna, tra cui anche il Korat.

In Occidente arriva solo alla fine del 1800, quando compare per la prima volta a Londra come razza di gatto appartenente alla Siamese.

Aspetto fisico del Korat

Gatto Korat

Il Korat è un gatto di taglia media-piccola con un portamento regale e un bel mantello a pelo corto e molto soffice, di colore grigio-blu con sfumature tendenti all'argento, ammesso solo in questa varietà ‘silver blue’. 

Non ha sottopelo, una caratteristica questa che lo annovera fra i gatti con la minima perdita di pelo durante il periodo di muta.

I suoi occhi sono grandi e rotondi di colore blu da cuccioli e di colore verde da adulti. 

Il suo fisico è atletico, robusto e ben proporzionato. Il peso si aggira tra i 3 e i 4,5 kg. I maschi sono un po' più grandi delle femmine, ma tra loro non passa alcuna differenza quando si tratta di salti: i korat sono famosi per raggiungere notevoli altezze grazie alla particolare conformazione delle zampe posteriori un poco più lunghe di quelle anteriori.

Caratteristiche e Temperamento

Il Korat è un gatto molto particolare, con un carattere indipendente che può diventare ostinato, se vuole ottenere qualcosa. A parte questo aspetto, è un gatto molto intelligente, tranquillo e affettuoso. Un vero e proprio animale domestico e da compagnia. 

Si fa coccolare (quando decide lui) dalle persone di famiglia con le quali crea legami molto profondi. Mentre resta tendenzialmente timido e diffidente nei confronti degli estranei.

Il Korat è un gatto che si entusiasma facilmente con i vari giochi domestici, dai tiragraffi agli alberi per gatti sui quali arrampicarsi, ai mobili in cima che gli servono come altezze da raggiungere. 

Socializza con gli altri cani e gatti, grazie alla sua natura piuttosto socievole e molto rilassata, soprattutto con quelli della sua razza; questa caratteristica è tanto più sviluppata se il gatto è stato abituato al contatto fin da piccolo.

Nonostante il suo carattere dominante, il Korat è molto dolce e tende a instaurare un rapporto affettivo molto stretto con il suo padrone, al punto che potrebbe arrivare anche a non tollerare la presenza di altre persone o animali, per gelosia e possessività.

È anche per questo motivo che il Korat non tollera molto restare solo in casa e di sentirsi  trascurato troppo a lungo. Se questo accade, potrebbe diventare ostile, manifestare ansia, cambiare atteggiamento e, persino, combinare qualche guaio.

Cure e Toelettatura  

Le cure che richiedono i Korat sono quelle più basiche. Il loro mantello, infatti, non perde molto pelo e richiede una leggera ma regolare spazzolatura anche solo una volta alla settimana. Mentre la pulizia deve essere fatta con prodotti specifici.

Da tenere sotto controllo sicuramente denti e orecchie, e naturalmente curare l'alimentazione.

Alimentazione

Il rischio che condividono con tante altre razze di gatti è quello di sovrappeso e obesità. Un problema che può sopraggiungere con l'avanzare dell'età del gatto e con la sua mancanza di movimento.

È possibile prevenire qualsiasi problema di linea mantenendo una sana alimentazione, prestando attenzione alla varietà, alla qualità e alla quantità di cibo che dovrà contenere i giusti nutrienti.

La proporzione di questi nutrienti dovrà variare in base all'età, allo stile di vita e alla salute generale del gatto. Questo significa che un cucciolo in crescita e con una maggiore energia e dinamicità avrà bisogno di una dieta diversa da quella di un gatto più adulto e meno attivo. 

Salute

Generalmente il Korat gode di una buona salute ed è anche un gatto piuttosto longevo, rispetto alla vita media dei gatti che può raggiungere anche un'età tra i 18 e i 20 anni. 

Tuttavia, come anche altre razze può soffrire di alcune malattie comuni che affliggono solitamente i gatti, tra queste:

  • obesità
  • malattie dentali
  • malattie renali e ipertiroidismo

Una patologia genetica che può colpire questa razza è la gangliosidosi, ovvero una carenza di enzimi ereditaria a carico del sistema nervoso che causa la paralisi. Questa malattia colpisce anche il Sacro di Birmania e il Siamese.

Per scongiurare questo rischio ci si può affidare a degli allevatori di gatti Korat seri e affidabili che possono garantire il test di tutte le coppie riproduttive prima di produrre una cucciolata. Questa attenzione esclude la nascita di gatti geneticamente affetti da questo genere di patologia.

Per il resto, è bene rivolgersi sempre al veterinario per quanto riguarda le più classiche vaccinazioni, il controllo dei parassiti e le visite periodiche.

Condividi
Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Gatto

463 articoli pubblicati

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Contenuti correlati
Gatto in braccio alla padrona
Calmanti per gatti: quando e come usarli

I calmanti per gatti possono essere utili per stemperare l'agitazione che, in alcune occasioni, subentra nel felino. Scopriamo come e quando utilizzarli.

Australian Mist
Australian Mist, carattere e aspetto del gatto australiano

Australian Mist: ecco cosa sapere sul carattere, sull'aspetto e salute del gatto australiano sviluppato da più razze: abissina, burmese e gatti domestici.

icon/chat