Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Angio Tc Vena Occlusa

In base all'angiotc si può stabilire se un uomo di 75 anni può venire operato alla vena occlusa?

Buongiorno dottore, mio fratello, anni 75, a luglio del 2018 ha avuto un'embolia polmonare, ricoverato in ospedale per 15 giorni, dimesso, prende sempre il Coumadin perchè ha la vena della gamba occlusa per il 70% e adesso ha fatto la tac con contrasto con questo risultato: "angio-tc quesito clinico: controllo in pregressa tep indagine odierna posta a confronto con precedente comparabile del 9 luglio 2018 l'esame è stato condotto con tecnica angio-tc per la valutazione dell'albero arterioso polmonare. Non più riconoscibile il materiale trombo-embolico in corrispondenza delle diramazioni dell'arteria lombare inferiore destra e nel contesto dell'arteria segmentaria postero-basale sinistra, ora pervie. Restanti reperti invariati: non sono tuttora riconoscibili altre lesioni pleuro-polmonari con caratteri tc di evolutività nè linfonodi di dimensioni patologiche in ambito mediastinico". Mio fratello a questo punto può fare l'intervento alla vena e così togliere il pericolo di altri trombi e sospendere il Coumadin? Avendo avuto un'embolia profonda può fare l'intervento alla vena della gamba? Come si fa a stabilire se si possa operare oppure no? Quali sono gli esami che possono stabilirlo? Mio fratello nella testa ha un aneurisma non operabile per il posto dove si trova e abbiamo paura che, prendendo il Coumadin, il sangue diventi sempre più liquido e che scoppi l'aneurisma, è ha un bivio: se sospende il Coumadin va finire che partono altri trombi avendo la vena occlusa e se prende il Coumadin il sangue è più liquido ed è più facile che scoppi l'aneurisma, per il momento la ringrazio tantissimo.

Buongiorno,
per rispondere a tutte le tue domande, serve ripetere un ecocolordoppler degli arti inferiori e visitare tuo fratello.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Luca Garriboli
Dr. Luca Garriboli
Verona - via don A. Sempreboni, 5
Altre risposte di questo specialista
Stenosi carotidea: come avviene l'intervento?
No, l'intervento di disostruzione e/o angioplastica carotidea viene eseguito da un lato e se sussiste una patologia bilaterale, a distanza di circa 20-30 giorni...
Tvp alla vena peroneale: qual è il post operatorio?
Difficile che sia il nervo, bisognerebbe visitarti.
Dolore alla cicatrice della vena safena: per quali cause?
Buongiorno,falle ripetere un ecocolordoppler.
Ecografia alla carotide: come si legge?
Buonasera, purtroppo, le placche possono crescere anche in tempi brevi, ma l’indicazione al trattamento chirurgico, in assenza di sintomi, si ha da...
Neuropatia: si può trattare con integratori?
Buonasera, da quello che mi scrivi mi sembra che il tuo caso sia troppo complicato per darti una risposta senza poterti visitare...
Vedi tutte
Risposte simili
Tromboflebite e distorsione: è normale sentire dolore?
Una tromboflebite, sia superficiale che profonda, ha come sintomo più importante e significativo il dolore. L'infiammazione acuta determina edema e tensione delle masse...
Aneurisma arteria renale: come si cura?
Il trattamento dell'aneurisma dell'arteria renale può avvenire mediante angioplastica + stent o mediante trattamento chirurgico. Ovviamente, per poterti fornire una risposta più precisa...
Caviglie e piedi gonfi: cosa può essere?
Salve, la malattia di Parkinson è una patologia degenerativa del sistema nervoso che rallenta i movimenti e la stazione eretta. Immagino che la...