Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ansia Vertigini

L'ansia può provocare vertigini?

Salve dottori, sono una ragazza di 28 anni, da 4 mesi, avverto vertigini, instabilità, vivo perennemente come se dovessi cadere da un momento all'altro. Prima che accadesse tutto, ho avuto una crisi depressiva dovuta ad un lutto e paura della morte curata con sedute psicologiche. Successivamente, ho iniziato a lavorare e le vertigini iniziarono a diminuire, tranne uno svenimento avvenuto a causa del caldo. Il medico disse vertigini soggettive, consultai anche un cardiologo a causa dell'ipertensione di cui soffro: visita medica, ecocardiogramma, visita neurologica, tutto negativo, orecchie integre quindi esclusa labirintite. Per una settimana, ho effettuato punture di Levopraid e pastiglie di Vertiserc, ma nulla, il medico mi diede da prendere qualche goccia di Diazepam credendo fosse ansia, ma nulla. Non esco a piedi, ma solo in auto con mio marito per paura di cadere, cerco di stare poco tempo seduta, non vado in mezzo alla gente sempre per questa paura. Ho chiesto al medico di effettuare altri accertamenti per paura tumore cerebrale. Mi ha risposto che i sintomi sono ben altri e di ricominciare da uno psicologo. Cosa ne pensate? Può esserci qualche disturbo cerebrale magari o è solo la mia ansia? Grazie mille.

Buongiorno,
ti consiglio di rivolgerti ad un neuropsicologo, per fare una valutazione neuropsicologica e valutare più approfonditamente gli aspetti globali legati alle tue facoltà cognitive e, nello specifico, la tua percezione spazio-temporale.
Inoltre, con uno psicoterapeuta/psicologo, approfondirei la possibilità di agorafobia che si può manifestare con sintomi simili alla labirintite e valuterei anche la possibilità di epilessia. Per quest'ultima ipotesi, rivolgiti ad un centro specializzato.

Grazie e cari saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Barbara Emanuele
Dr.ssa Barbara Emanuele
(0)
Milano - Via Galileo Galilei, 5, Milano, MI, Italia
Altre risposte di questo specialista
Blocco psicologico: come affrontarlo a 20 anni?
Ciao cara utente, il modo migliore per affrontare l’amore, è lasciarsi andare e non pensarci troppo. Vivi le tue esperienze con naturalezza e sii te stessa....
Contrazioni involontarie: è colpa dello stress?
Salve, quando si verificano queste contrazioni? In che periodo dell'anno e in che momenti della giornata? Riguardano un solo distretto del corpo o più distretti...
Forte stress: quali sono i sintomi?
Buonasera, la mente e il corpo sono strettamente interconnessi, quindi, i tuoi sintomi fisici e le richieste ambientali (stress familiare e/o lavorativo) ti portano...
Vedi tutte
Risposte simili
Depressione : quali differenze esistono?
Esistono delle grosse differenze tra uomo e donna, se non altro per le fluttuazioni e variazioni ormonali che caratterizzano il percorso esistenziale femminile e che...
Sviluppo sessuale in adolescenza: come avviene?
Lo sviluppo sessuale nei maschi è più ritardato e più lungo di quello delle femmine: in genere, avviene intorno ai 12-13 anni.Uno dei primi segni...
Attacchi di panico: quali sono i sintomi?
I sintomi di un attacco di panico appaiono improvvisamente, senza alcuna causa apparente. Possono includere: aumento della...