Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Astinenza Zoloft

Qual è l'effetto da astinenza dallo Zoloft?

Buonasera, mi sto curando con Zoloft 50 mg per un problema di sindrome ansiosa depressiva da 2 anni. Da 6 mesi, di comune accordo con il medico di famiglia che mi segue, abbiamo deciso di ridurre a 20 gocce (passato da compressa a gocce per scalare meglio). Il mese dopo, 10 gocce e 2 mesi dopo sono passato a 5 gocce per interrompere il mese successivo. Già 20 giorni dopo sentivo dei leggeri fastidi a livello emotivo. Vado da i miei genitori che vivono all'estero per essere un po' più tranquillo e per un certo periodo sono stato più calmo. Dovevo ripartire e già l'ansia è partita. Durante il giorno, quando ero più teso, sensazione di vomito, leggere vertigini dai piani alti o balconi. Questi giorni è cominciato il dolore leggero sotto al cuore che dura poco ogni giorno. Sono ormai 3 mesi che ho interrotto Zoloft 50 mg. La situazione non è delle migliori. Ora c'è anche insonnia e umore calato. Il mio medico di base mi ha detto di prendere Xanax 10 gocce la sera per via dell'insonnia, ma la situazione non migliora molto. Nausea di mattina appena sveglio (se riesco a dormire 1 o 2 ore), umore a terra e agitazione, situazione che migliora leggermente verso la sera. Ora sono a 16 gocce di Xanax secondo il consiglio del mio medico. Volevo gentilmente chiedere se si tratta di una ricaduta oppure continua l'effetto astinenza da Zoloft. Vi ringrazio per la vostra cortesia.

Buongiorno,
probabilmente é una ricaduta della sintomatologia ansioso-depressiva.

I sintomi da sospensione molto difficilmente arrivano a durare fino a 3 settimane. Il motivo di questi fastidi, come li descrivi, deve essere ricercato in una possibile ripresa dei sintomi del disturbo d'ansia

La tua terapia va assunta per un periodo di tempo piú lungo, magari associandola ad una psicoterapia che potrebbe essere di supporto, soprattutto nella fase di sospensione della terapia farmacologica antidepressiva.

Ti consiglio di contattare uno psichiatra.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Sarah Pirollo
Dr.ssa Sarah Pirollo
Messina - Via Peculio Frumentario, 19
Risposte simili
Depressione: cosa fare?
Quando parli di cura a cosa ti riferisci in particolare? Farmaci, psicoterapia o entrambe? Prova a parlarne con il psicologo presso cui...
Schizofrenia: quali sono le conoscenze più avanzate?
Nelle neuroscienze, c'è un dibattito molto vivo, visto che ancora non si sono raggiunti risultati uniformemente validati. Il circuito della Dopamina sembra essere il più coinvolto,...
Alprazolam: quali sono sostituti?
Dipende dalla sintomatologia di cui soffri. Le benzodiazepine in genere controllano le forme epilettiche (alcune). Potresti farti prescrivere Rufinamide: può essere valido in alcune...
Altre risposte di questo specialista
Disturbi dell'umore: qual è la terapia corretta?
Buonasera,concordo con il tuo psichiatra per aver cambiato terapia.Fatti seguire in modo costante con visite ravvicinate, in modo da poter aggiustare il dosaggio o eventualmente...
Trauma cranico: come superare le conseguenze?
Buongiorno,probabilmente, se dall'incidente non hai riportato lesioni organiche strumentalmente rilevabili, ti consiglio di eseguire dei test psicodiagnostici per valutare i danni sulla memoria.Per la sensazione...
Minias: come eliminarlo completamente?
Buonasera,prendi 150 gocce di Minias in un'unica somministrazione? Se sì, sono troppe, anche se é una benzodiazepina con breve emivita. Devi ridurle gradualmente.In ogni...
Antidepressivi: che conseguenze porta un'assunzione a vita?
Buonasera,se il tuo specialista ti consiglia di prendere i farmaci in modo continuativo, confermo che é possibile, nel caso di depressioni gravi con ricadute...
Sertralina: può dare assuefazione?
Buonasera, il Delorazepam o EN da te assunto ha un'emivita molto lunga, per questo ti creava sonnolenza, probabilmente...
Vedi tutte
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più