Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dropaxin Vatran

Come si possono scalare le dosi di Dropaxin e Valtran?

Buonasera, sono una donna di 32 anni e da circa 4 anni (a causa di forti improvvisi e invalidanti giramenti di testa e inizio di ansia ed attacchi di panico); assumo Dropaxin 15/20 gocce (0,5/1) ml la mattina e 1/2 compressa (1 mg) di Vatran 2 mg la sera al momento di dormire. Vorrei iniziare a scalare la cura e un mese fa ho assunto 19 gocce la mattina e la solita 1/2 compressa la sera; Come sarebbe meglio procedere? Avevo pensato 1 goccia in meno ogni settimana, in attesa di un appuntamento col mio neurologo.

Gentile signora,
ti consiglio di scalare assolutamente, perché 4 anni di uso continuativo di questi farmaci è altamente tossico e scarsamente efficace.

Dropaxin è Paroxetina, una molecola definita anche SSRI, un antidepressivo di ultima generazione che, a lungo andare, provoca irritabilità e nervosismo, anche disturbi del sonno.

Ti consiglio uno scalaggio in 1 mese
  • prima settimana: ridurre la dose giornaliera della metà, 
  • seconda settimana: alternare un giorno sì e uno no, 
  • terza settimana: una dose ogni 3 giorni,
  • ultima settimana: 2 dosi al bisogno quando senti l'esigenza, fino al completamento della quarta settimana; 
Per il Vatran, stesso procedimento. Lascia il Vatran: 1 compressa da 1 mg la sera per 2 o 3 settimane in più, unendolo a tisane rilassanti, fiori di Bach o altri rimedi naturali per dormire.

Infine, quando hai tolto tutto, elimina il caffè e il tabacco dalla tua alimentazione, la sera fai frequenti bagni caldi prima di andare a dormire e bevi molto, soprattutto tisane rilassanti la sera. Affidati ai rimedi naturali o alla psicoterapia se non hai risolto il problema, ti aiuteranno senz'altro.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Elvira Collura
Dr.ssa Elvira Collura
Roma - Non disponibile
Altre risposte di questo specialista
Psichiatra: chi scegliere a Padova?
Mi dispiace, non conosco colleghi a Padova. Mi chiedo come mai poni questa domanda, Padova è una città che ha la facoltà di psicologia e...
Adhd: è curabile?
Sul disturbo ADHD, vi sono ancora molte indecisioni scientifiche, e quindi non prenderei per oro colato tutto quello che dicono i miei colleghi....
Alcover: c'è un'alternativa?
Sfuggire ad una dipendenza con un'altra dipendenza implica che occorre lavorare sul disturbo di personalità che è alla origine della dipendenza. Evidentemente, non hai...
Sereupin: che effetti ha a lungo andare?
Troppo tempo. Dovrebbe fare un controllo e una psicoterapia per eliminate questi farmaci. Se ha ancora sintomi, vuol dire che deve fare altro. Se ne...
Vicks Medinait e Minias: ci sono controindicazioni ad assumerli assieme?
Sì, lo puoi usare. Riduci le gocce a 10 se ti senti più sicuro, ma non ci sono interferenze trai 2 farmaci. Minias...
Vedi tutte
Risposte simili
Tosse e sintomi della polmonite che persistono: consigli?
Tua moglie non deve interrompere la terapia cortisonica in modo repentino: il cortisone va ridotto gradualmente nel tempo. Per quel che riguarda la diagnosi...
Chitosano: assumerlo insieme a fenobarbitale ha delle controindicazioni?
ll chitosano non va assunto vicino al farmaco perché può ridurre o modificare la cinetica di assorbimento. Rivolgiti al tuo medico che saprà darti indicazioni...
Mastocitosi cutanea sistemica: ci sono nuove cure?
I farmaci usati nella terapia sintomatica, a parte gli antiistaminici ed antileucotrienici, si basano sull'interferone, sul cortisone e sulla cladribina. Recente è...