Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Perfusione Epatica Isolata Ipertermica Antiblasica

La perfusione epatica isolata ipertermica antiblasica è consigliabile in caso di tumore al colon?

Ho un tumore al colon. Mi sono sottoposto a chemioterapia Folfoxiri per metastasi al fegato secondarie da tumore al colon. Le dimensioni massime sono passate da 19 mm a 32 mm; adesso sono a circa 40 mm, pertanto in questo momento non sono resecabili. La terapia è stata cambiata con Xelo da 500 mg. In questo caso, è consigliabile la tecnica della perfusione epatica isolata ipertermica antiblasica?

In base alla tua descrizione, dovrebbe trattarsi di una forma neoplastica in fase avanzata.
Per rispondere dovrei valutare la tua anamnesi e la documentazione clinica.
In linea generale, si potrebbe ipotizzare una metodica locoregionale, eventualmente combinata con ipertermia capacitiva profonda a radiofrequenza ed un trattamento chemioterapico sufficientemente energico, ma compatibile con le tue condizioni generali e con i tuoi esami ematochimici.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
Roma - VIA F.A.GUALTERIO, 127
Risposte simili
Amilasi pancreatiche alte: quale dieta devo seguire?
Prima di effettuare drastiche correzioni nella tua dieta è opportuno cercare di ridosare tutti gli enzimi per 2-3 mesi. Spesso esistono fluttuazioni...
Colecisti piena di fango biliare: si può mangiare il brodo?
Sì, certamente, puoi mangiare il brodo vegetale: in questi casi è consigliato. Ti consiglio di usare, inoltre, un cucchiaino da thé di olio di semi...
Sangue e muco nelle feci dopo l'Aspirina: cosa fare?
Probabilmente, la causa del tuo disturbo sono le emorroidi interne. Ti consiglio di eseguire una colonscopia oppure un esame del sangue occulto...
Altre risposte di questo specialista
Eritrodisestesia: cos'è?
L'eritrodisestesia palmo plantare, anche nota come sindrome mano-piede in oncologia, è il risultato di alcuni trattamenti con farmaci oncologici, si presenta con arrossamento e...
Linfonodi all'inguine: cosa comportano?
La presenza di linfonodi inguinali è cosa normale dal punto di vista anatomico. Se tali linfonodi sono dolenti o ingranditi di volume, la prima ipotesi...
Carcinoma ovarico: quali cure seguire?
Il principio attivo Avastin è un agente inibitore dell'angiogenesi ed è un farmaco ormai di comune utilizzo. Occorre verificare però le condizioni generali...
Marcatori tumorali: cosa indicano?
Il CEA è un marcatore tumorale. Tale marcatore non possiede una specificità ed una sensibilità del 100%, pertanto può trovarsi alterato anche in condizioni non...
Ulcere durante la chemioterapia: cosa fare?
E' indispensabile che tu ti sottoponga ad una visita clinica per verificare lo stato effettivo delle ulcerazioni. Se non dovessero tendere a guarigione, è opportuno...
Vedi tutte
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più