Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Salve Sono Una Mamma Di Un Bambino Di 6anni E Mezzo Alla Nascita Di Questo Angioletto Il Padre Ha Manifestato Cio Che Io Non Sapevo Che Esistesse La Bipolarita Maniacale Oppressiva Convulsiva Lo Stato Peggiore Del Bipolare Ovviamente X Il Nostro Bene Ho Chiesto La Separazione Negli Anni X Fortuna Ha Accettato Di Curarssi Cn Noti Farmaci Anche Antiallucinogini E Litio Ho Sempre Fatto Vedere Il Bimbo In Mia Presenza Ma Ora Per Dispetto Ed Questa E Una Lunga Soria Vuole Lui Stare Solo Cn Il Bimbo Io Ho Sempre Visto Lui Cn Il Bambino Che Nn Interagisce Spesso Si Addormenta Ma La Giustizia Italiana Pare Che Non Tiene Conto Di Queste Cose Come Posso Fare Grazie Mille Una Mamma Sfortunata

Come affrontare il bipolarismo?

Sono una mamma di un bambino di 6 anni e mezzo; sin dalla sua nascita il padre ha manifestato una bipolarità maniacale ossessiva compulsiva, lo stato peggiore del bipolare. Ho chiesto subito la separazione, e negli anni per fortuna ha accettato di curarsi con dei farmaci, anche antiallucinogeni e litio. Finora ha sempre visto suo figlio in mia presenza, ma ora per dispetto vuole stare da solo con il bambino. Io ho sempre notato che quando sono insieme lui non interagisce e spesso si addormenta, ma la giustizia italiana pare non tenga conto di queste cose. Come posso fare?

Salve Mi devi scusare ma la problematica che poni direttamente nella domanda non penso sia di carattere specificatamente psicologico e quindi non saprei cosa dirti sinceramente. Credo che sia più pertinenza di un giudice decidere su questioni di questo genere. Altresì sembreresti voler chiedere indirettamente un appoggio psicologico riguardo una situazione che vivi come insostenibile e pericolosa. Quello che mi permetto di consigliarti, compito arduo in questi frangenti così delicati, è di tenere alta la guardia durante gli incontri tra il padre ed il bambino, cercare di non andare allo scontro per evitare atteggiamenti di ripicca, e cercare un professionista che ti aiuti a sostenere tutto questo peso. Per ultimo ma non per importanza fai incontrare tuo figlio ed uno psicoanalista infantile per verificare quanto questa situazione stia incidendo negativamente sulla sua delicata psiche e per di più ancora in formazione. Distinti saluti.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Simone Nifosi
Dr. Simone Nifosi
(1)
Frosinone - Via delle Orchidee 5 - Alatri
Altre risposte di questo specialista
Mangiare per noia: come evitarlo?
Salve, in base ai pochi indizi che fornisci, potrò darti una risposta standardizzata sui grandi numeri. La noia, come...
Supposte di glicerina: possono sostituirsi al vomito?
Buongiorno,coadiuvarsi con i diuretici è un'ulteriore strategia per ridurre al minimo le potenzialità nutritive delle già irrilevanti quantità di cibo che le anoressiche ingeriscono....
Aggressività: a chi rivolgersi?
Salve, l'aggressività di un figlio spesso è la facciata di una richiesta di attenzione che non si riesce ad ottenere...
Umore basso e difficile situazione familiare: cosa fare?
Salve. Mi devi scusare la franchezza ma vista la situazione che ti circonda sarebbe degno di nota se tu avessi un ottimo umore. ...
Tremore alle mani quando sono a disagio: si può risolvere?
Salve, mi fa piacere risentirti: proverò a risponderti nella maniera più esauriente possibile. Devo però premettere che non c'è una soluzione istantanea al tuo...
Vedi tutte

Risposte simili

Sindrome di Asperger: cosa è?
La sindrome di Asperger non si manifesta nell'età adulta perchè è un disturbo dello sviluppo. I deficit si notano soprattutto nelle...
Farmaci antidepressivi: quali sono gli effetti collaterali?
Possono portare ad uno stato di iperattivazione, che si manifesta con aumento dell'ansia, irrequietezza, insonnia, irritabilità. Non bisogna superare le dosi che vengono...
Depressione: cosa fare?
Quando parli di cura a cosa ti riferisci in particolare? Farmaci, psicoterapia o entrambe? Prova a parlarne con il psicologo presso cui...