L'acqua frizzante fa ingrassare o si può bere in dieta?

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 06 Settembre, 2023

scopri se l'acqua frizzante fa ingrassare

È vero che l'acqua frizzante fa ingrassare? Chi ha problemi di sovrappeso dovrebbe eliminare questa bevanda e consumare solo la versione naturale? Facciamo chiarezza sul rapporto tra acqua gassata e dieta

È vero che l'acqua frizzante ingrassa?

Sono molte le persone che si domandano se sia vero che l'acqua gassata fa ingrassare, preoccupati che il gonfiore avvertito dopo aver bevuto questa bevanda possa vanificare gli sforzi fatti per far scendere l'ago della bilancia. In realtà, l'acqua frizzante non fa ingrassare in quanto contiene zero calorie. Alla pari della variante senza bolle, infatti, anche quella che contiene il gas è assolutamente adatta anche per chi è a dieta in quanto non apporta calorie.

L'idea che l'acqua gassata ingrassa e che, quindi, non sia adatta per chi ha problemi di peso, deriva dal fatto che, a causa della presenza di anidride carbonica al suo interno, essa tende a dilatare lo stomaco, causando maggior gonfiore rispetto alle bevande senza bolle. Essendo completamente priva di calorie, però, l'acqua frizzante può essere tranquillamente bevuta anche da chi è a dieta, a patto di scegliere la versione senza zuccheri aggiunti. In commercio è possibile trovare un'ampia selezione di prodotti aromatizzati che, tuttavia, presentano il più delle volte una certa percentuale di zuccheri e che andrebbero evitati se si desidera perdere peso.

L'acqua gasata è un'acqua minerale molto ricca di anidride carbonica, la quale può avere sia un'origine naturale (come nel caso delle acque effervescenti che sgorgano da alcune sorgenti), che artificiale, ovvero con l'aggiunta di anidride carbonica in laboratorio. Il gas che la caratterizza, quindi, non apporta nessuna caloria extra e non incide sul bilancio energetico di chi la consuma. 

Acqua frizzante in dieta: pro e contro

L'acqua frizzante, alla pari di quella naturale, non contiene calorie, quindi non incide sull'accumulo di peso in senso stretto. Alcune persone, tuttavia, preferiscono limitarne il consumo in quanto, a causa del gas contenuto al suo interno, tenderebbe a far aumentare il gonfiore addominale.

L'anidride carbonica che caratterizza l'acqua gassata, tuttavia, svolge anche un ruolo benefico nei confronti della digestione, facilitando il processo di assimilazione dei cibi e, allo stesso tempo, aumentando il senso di sazietà. Essa, inoltre, dilatando le pareti gastriche, può contribuire ad avvertire meno l'appetito tra un pasto e l'altro, mentre se sorseggiata durante i pasti, stimolerebbe la produzione di succhi gastrici, rendendo di conseguenza il cibo più digeribile.

L'acqua gassata fa dimagrire o ingrassare solamente in rapporto alla quantità di cibo ingerita, quindi berla oppure no è totalmente ininfluente in termini di calorie; esistono, però, alcune tipologie di persone che dovrebbero eliminare (o ridurre fortemente) il consumo di questa bevanda: si tratta di chi soffre di ulcera, di gastrite e di reflusso gastroesofageo, ovvero patologie che vengono esacerbate dal gas contenuto all'interno delle bevande frizzanti.

Se si vuole tenere il peso sotto controllo, è importante ricordare di bere solamente acqua naturale o minerale gassata senza l'aggiunta di zuccheri o di altre sostanze, nella misura di almeno due litri al giorno, inoltre è opportuno condurre uno stile di vita attivo e ridurre il consumo dei grassi saturi.

Il parere dell'esperto

Bere acqua, che sia frizzante o liscia, è indispensabile per l’idratazione del corpo e di conseguenza per ottenere una buona composizione corporea. Si consiglia di bere, per i sedentari, 1 litro di acqua ogni 1000 calorie ingerite e per gli sportivi 1,5 litri di acqua ogni 1000 calorie ingerite. Nelle persone sane l'equilibrio dei liquidi è strettamente regolato tramite l'osmoregolazione da parte dell'ormone vasopressina e dei reni, in combinazione con il meccanismo della sete e del bere. L'assunzione di liquidi deriva, oltre che dall’acqua, anche dal cibo. L’acqua frizzante come dice anche l’articolo può portare a gonfiore addominale ma non c’entra nulla con il dimagrimento o meno. 

Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr. Cristian Mastropietro
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Diete

1030 articoli pubblicati

a cura di Dr. Cristian Mastropietro