Integratori per accelerare il metabolismo

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 10 Ottobre, 2022

Vediamo quali sono e come usare gli integratori per velocizzare metabolismo

Un tema sempre molto attuale quello degli integratori per accelerare il metabolismo, spesso considerato il responsabile silente della difficoltà a perdere peso

Nonostante gli sforzi e in barba alle rinunce, il peso non cala. Il corpo sembra bloccato. 

Ecco, allora, rivolgere l’attenzione all’ultimo ritrovato del genere ‘dimagrantetra i migliori prodotti per aumentare il metabolismo.

Ma è proprio così? Siamo sicuri che sia sempre tutta colpa del metabolismo e che gli integratori per il metabolismo lento siano rimedi validi e innocui per la salute?

Ne parliamo in questo articolo per fare il punto della situazione sulla reale efficacia di questi prodotti, quando e come sfruttarne le proprietà per perdere peso.

Sovrappeso e Obesità, una questione di salute

Dimentichiamo troppo spesso che perdere peso è fondamentale anzitutto per prevenire problemi di salute, malattie croniche cardiovascolari, neurodegenerative, metaboliche e tumorali.

Ecco perché un programma di dimagrimento serio deve procedere con ordine e costanza, includendo una combinazione di elementi

  • dieta alimentare corretta;
  • attività fisica;
  • abitudini sane;
  • eventuale gestione dello stress;
  • supporto medico specialistico. 

Ed è proprio questo tipo di supporto che dobbiamo cercare quando non riusciamo a perdere peso e pensiamo che la soluzione sia assumere integratori per accelerare il metabolismo. Sempre che il metabolismo sia il vero responsabile della difficoltà a perdere peso.

Cosa sono gli integratori per metabolismo lento e cosa contengono

undefined

Se ne trovano ovunque, in farmacia, in erboristeria e perfino al supermercato. Sono i prodotti che accelerano il metabolismo, rincorsi da chi non riesce a perdere peso. 

Facilmente reperibili perché non soggetti alle stesse normative che regolano i farmaci, si possono acquistare senza ricetta, anche online

Gli integratori per metabolismo possono contenere:

  • erbe;
  • vitamine;
  • sali minerali;
  • caffeina;
  • lassativi;
  • estratti vegetali ricchi di principi attivi ottenuti a partire da materie prime vegetali che hanno proprietà stimolanti, capaci di aumentare la termogenesi e il metabolismo basale, favorire il metabolismo dei grassi, ridurre il senso di appetito.

Alcuni tra questi sono:

  • il caffè verde;
  • il tè verde;
  • la Garcinia Cambogia;
  • il carciofo;
  • il fagiolo bianco;
  • il pepe nero;
  • l’arancia amara;
  • la Gomma di Guar;
  • la Bromelina;
  • l’Acido linoleico;
  • il Cromo picolinato;
  • il Glucomannano.

Tuttavia, malgrado i buoni propositi e la lista dei portentosi componenti di bevande e pastiglie, non esistono prove certe e studi scientifici di supporto e inconfutabili sulla loro efficacia, quindi, investire soldi e speranze potrebbe rivelarsi un flop, ma cosa ancor più grave il loro utilizzo potrebbe rappresentare un pericolo per la salute.

Ecco perché invece di affidarsi all’illusione dei messaggi pubblicitari o ai consigli di amici e conoscenti, è il caso di rivolgersi sempre a medici specialisti.

Ci sono casi in cui assumere un integratore alimentare può aiutare, come per esempio nel caso dei problemi alla tiroide (ma bisogna sempre seguire il consiglio di un medico). 

Ad esempio, in assenza di patologie, può essere utile assumere integratori per metabolismo associati a una dieta mirata, prescritta dallo specialista, in abbinamento all’esercizio fisico.

Il controllo di un medico è sempre necessario, sia per stabilire i dosaggi e la durata dell’assunzione, sia per tenere sotto controllo i possibili effetti collaterali

Alcuni integratori contenenti principi attivi mai testati, infatti, potrebbero dare effetti collaterali se associati ad altri farmaci.

Adesso che conosciamo qualcosa in più sugli integratori che accelerano il metabolismo, vediamo di capire cos'è il metabolismo basale e come possiamo accelerarlo modificando lo stile di vita.

Cos’è il Metabolismo Basale 

Il metabolismo è l’insieme di tutte le reazioni chimiche che creano e scompongono l'energia necessaria per la vita. 

Molto più semplicemente, il metabolismo è la velocità con cui il corpo consuma energia o brucia calorie.

E il nostro corpo brucia calorie in diversi modi, attraverso:

  • l’energia necessaria per mantenere il corpo in funzione a riposo: metabolismo basale (in parte determinato dalla genetica);
  • le attività quotidiane;
  • l’esercizio.

Il metabolismo basale è il totale di energia necessario per vivere a riposo e mantenere le proprie funzioni vitali: respirazione, circolazione, digestione. 

In sostanza, è la quantità di energia espressa in Kcal giornaliere consumata a riposo fisico e mentale

Cosa significa metabolismo lento?

Quando si dice che il metabolismo è lento, ci si riferisce al metabolismo basale basso che consuma poca energia a riposo

Una persona con un metabolismo basso (o lento) brucia meno calorie a riposo e durante l’attività, e quindi dovrà fare più attenzione alle quantità di cibo.

Al contrario, il metabolismo è alto (o veloce) quando si bruciano più calorie a riposo e durante il movimento. Chi ha il metabolismo più veloce, mangia senza ingrassare.

Sono diversi i fattori che condizionano il metabolismo basale, tra questi:  

  • genetica;
  • età (più si va avanti con l’età, minore è il consumo energetico);
  • sesso (gli uomini tendono ad avere un metabolismo più veloce avendo più massa magra rispetto alle donne);
  • composizione corporea (es: una persona alta e più robusta consuma di più; allo stesso modo, una persona con massa muscolare magra consuma di più rispetto a quella con più massa grassa);
  • cattive abitudini.

Detto ciò, è proprio tutta colpa del metabolismo lento se non si riesce a perdere peso?

Che ruolo ha il metabolismo nella perdita di peso?

A onor del vero, la letteratura scientifica non ha ancora fornito prove sufficienti per puntare il dito contro il metabolismo lento

Come sempre, la verità dobbiamo cercarla nel mezzo.

La crescente ondata di obesità che stiamo registrando nell’ultimo ventennio ha cause che vanno ben oltre il problema del metabolismo lento

Anche perché, a ben guardare, le persone in sovrappeso o obese consumano in media più calorie rispetto alle persone magre, dovendo compiere sforzi maggiori per muoversi. 

Il problema del peso, e della difficoltà a perderlo, si deve cercare più che altro nell’eccesso di cibo non sano e nella vita sedentaria cui è costretto chi fatica a muoversi. 

Al contrario, le persone magre consumano più energia e calorie durante l’arco della giornata grazie al peso che consente loro una maggiore attività. Ma ciò non vuol dire che le persone magre abbiano un metabolismo più veloce.

In sostanza, è bene considerare che la difficoltà a perdere peso potrebbe dipendere da fattori quali:  

  • dieta scorretta e/o sbilanciata (eccessivo apporto calorico);
  • esercizio insufficiente;
  • vita sedentaria.

A prescindere dal metabolismo più o meno veloce, i nostri corpi sono progettati per immagazzinare l’energia in eccesso nelle cellule adipose.

Questo significa che se si mangia di più rispetto a quanto si brucia, il peso aumenta ma non per colpa del metabolismo, e non cala per magia. 

Lo stesso principio vale anche per chi segue una dieta corretta e fa attività fisica. La difficoltà a scendere al di sotto di una certa soglia potrebbe non dipendere dal metabolismo lento, ma dalle porzioni di cibo troppo abbondanti e fuori misura.

Quando è colpa del metabolismo 

Ci sono casi in cui il metabolismo lento è la causa del peso che non scende:

  • fattori genetici;
  • problemi alla tiroide;
  • una dieta ipocalorica troppo restrittiva.

Attenzione a privare l’organismo del cibo perché in tutta risposta, per difendersi, inizierà a bruciare meno calorie. È a questo punto che perdere peso diventa una vera odissea

Il metabolismo lento è una condizione che può ostacolare la perdita di peso, ma ciò che dovremmo considerare come diretto responsabile, in assenza di altre cause (come un ipotiroidismo, per esempio), è il mix di questi elementi:

  • dieta corretta;
  • equilibrio tra calorie in entrata e in uscita;
  • attività fisica.

Cosa fare per aumentare il metabolismo?

undefined

Per aumentare il metabolismo possiamo osservare alcune buone accortezze che sono sempre raccomandabili a tutti, anche a chi non ha particolari problemi di peso. 

Evita il digiuno e le diete troppo drastiche

Sebbene sia necessario seguire una dieta ipocalorica e ridurre le porzioni, una restrizione calorica eccessiva è controproducente

Può far perdere peso all’inizio ma a lungo andare a farne le spese è il metabolismo che rallenta. E questo accade perché quando il corpo viene privato di cibo, innesca un meccanismo di difesa in base al quale diminuisce il dispendio energetico e, per contro, aumenta la capacità di assorbire nutrienti.

In pratica, quando manca l’energia il nostro corpo inizia a consumare di meno ma anche a immagazzinare di più non appena può. 

Mangia poco ma spesso

Mangiare poco ma spesso è un espediente utile per evitare che il troppo tempo tra un pasto e l’altro aumenti la sensazione di fame e rallenti il metabolismo a causa della carenza di cibo ed energia. 

I piccoli pasti più ravvicinati aiutano a mantenerci sazi per evitare di arrivare al pranzo o alla cena con il buco alla stomaco e la voglia di ingollare qualsiasi cosa.

Gli spuntini spezza-fame possono includere: 

  • verdure crude ricche di preziose sostanze ma povere di calorie;
  • frutta secca come mandorle, noci e nocciole, per assumere Omega-3;
  • formaggio grana ricco di calcio e proteine.

Bere almeno 2 litri di acqua al giorno attiva i meccanismi metabolici della termogenesi

Bere almeno 2 litri di acqua al giorno aumenta il tasso metabolico anche fino al 40%. 

Questo succede perché l’acqua attiva i meccanismi metabolici della termogenesi. Quindi il corpo si attiva per riscaldare tutta l’acqua ingerita. 

Oltre all’acqua è possibile bere infusi, , tisane.

L’attività fisica per il metabolismo basale

L’esercizio fisico è fondamentale per il metabolismo perché più i muscoli sono sviluppati, maggiore è il consumo calorico anche a riposo

L’optimum sarebbe praticare almeno 150 minuti di attività fisica a settimana di tipo aerobico e anaerobico.

Mangia proteine per accelerare il metabolismo 

Le proteine contengono aminoacidi che donano forza ai muscoli, danno un senso di maggiore sazietà e richiedono più energia per essere digerite. Ecco perché è bene mangiarne.

Tra gli alimenti proteici da preferire:

  • carne di pollo;
  • tacchino;
  • pesce;
  • uova;
  • legumi;
  • latticini magri, come fiocchi di latte o ricotta.

Il potere naturale delle spezie  

Ottimi condimenti gustosi di tanti primi e secondi piatti con il pregio di accelerare il metabolismo in modo naturale sono:

  • cannella;
  • curcuma;
  • cumino;
  • ginseng;
  • pepe;
  • zenzero;
  • zafferano. 
Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr.ssa Irené Matichecchia
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
icon/chat