icon/back Indietro Esplora per argomento

Come superare un tradimento: la guida

Mattia Zamboni | Web Content Editor

Ultimo aggiornamento – 11 Novembre, 2022

Scopriamo come superare un tradimento

Dopo essere stati traditi dal partner si provano una serie di emozioni contrastanti: dolore, rabbia, tristezza, confusione, umiliazione e paura di non ritrovare più la propria autostima. Ci si chiede, quindi, come superare un tradimento e ritrovare un nuovo equilibrio di coppia.

Oggi proviamo a dare qualche consiglio su come affrontare e superare il tradimento.

Si può superare un tradimento?

undefined

Per superare un tradimento, non esiste una strada univoca.

Chi è stato tradito deve decidere se perdonare o meno: la rabbia che si prova non consente sempre di riavvicinarsi e ricostruire un rapporto sano.

La maggior parte delle persone tende a tradire per due motivi:

  1. scappare da una relazione stabile, ma che intimorisce;
  2. cercare qualcosa in cui il partner è in difetto.

Se si subisce un trauma da tradimento, non si dovrebbero provare sensi di colpa ma, anzi, perdonare se stessi per eventuali mancanze.

Al contrario, è utile ripetersi che l’infedeltà del partner non ha nulla a che vedere con la propria persona e le proprie qualità.

È importante, anche, dedicarsi ad attività che vanno a rinforzare l’autostima e la propria identità, come ad esempio:

  • rimettersi in forma facendo sport;
  • riprendere in mano un hobby;
  • darsi al volontariato.

In questo momento difficile, è anche importante circondarsi di persone fidate, come familiari e amici, per avere un sostegno morale.

Un altro consiglio su come superare un tradimento è quello di tenere a freno la curiosità sui dettagli del tradimento: meglio evitare, per non avere troppo materiale su cui tornare a litigare.

Si può anche ricorrere all’aiuto di un terapista (o un coach di mindfulness) per tirare le fila e provare a ricominciare.

In definitiva, ecco qualche esercizio per superare il dolore del tradimento:

  • ricostruire l’autostima;
  • non cercare un sostituto;
  • prendersi cura di sé;
  • concedersi del tempo;
  • superare la gelosia;
  • non addossarsi le colpe;
  • non sfogare tutta la frustrazione sul partner.

Risolvere una tradimento e restare insieme

Se si decide di proseguire la relazione, per superare il tradimento, lo si deve fare con tutte le buone intenzioni, evitando di ricordare sempre al partner quello che si è subìto: il rischio, altrimenti, è quello di farsi ancora più male.

Una volta deciso di buttarsi tutto alle spalle, entrambi i partner devono concentrarsi sulla ricostruzione di una relazione di reciproca fiducia.

Il primo passo è quello di intraprendere un confronto reciproco per capire le cause che hanno portato al tradimento, gli errori commessi e i desideri di entrambi.

Un errore da non commettere è quello di rinfacciarsi quanto di negativo può aver contaminato il rapporto: questo atteggiamento non fa che indisporsi ulteriormente innescando malumori e motivi per litigare.

Dietro ad un tradimento possono esserci milioni di motivi, per questo è necessario avere consapevolezza dei punti deboli del rapporto, cercare di non commettere più gli stessi errori e soprattutto, darsi tempo.

Il perdono, infatti, non è una strada facile:

  • chi ha tradito ha il compito di doversi guadagnare di nuovo la fiducia del partner e di portarlo a desiderare di riprovarci sul serio – deve scusarsi e mostrare rimorso per la ferita procurata;
  • chi è stato tradito, oltre a ritrovare la serenità e l’autostima, dovrebbe cercare di capire quali motivazioni, insoddisfazioni e desideri hanno spinto il partner a commettere il tradimento;
  • entrambi dovrebbero discutere insieme sul senso del tradimento e sui desideri che si celavano dietro ad esso.

Entrambe le parti in causa dovranno essere sincere e aprirsi per far emergere i problemi e le situazioni poco piacevoli che hanno contribuito a determinare il tradimento.

Solo attraverso questo percorso, da fare insieme possibilmente attraverso una terapia di coppia mirata, sarà possibile individuare le principali motivazioni della crisi e imparare da quest’ultima.

Non riuscire a superare il tradimento: perché succede?

Quando si viene traditi, si perdono tutte le certezze che si avevano – in sé stessi e nel partner.

Superare un tradimento è difficile e, nella maggior parte delle volte, non bisogna sentirsi in colpa se non riesce a perdonare l’altro.

La difficoltà nel superare un tradimento può essere causata da diversi fattori:

  • mancanza di fiducia;
  • paura che il tradimento succeda di nuovo.

Tutto questo si riassume in un assunto: si pensava di aver superato il tradimento, ma in realtà non si è in grado di perdonare il partner.

Bisogna accettare che questo sia totalmente naturale.

Quando una coppia è scossa dal tradimento, perdonare non è sufficiente: occorre ricostruire la fiducia nel partner e nel rapporto.

Occorre affrontare le eventuali incomprensioni e difficoltà non esplicitate adeguatamente in passato per provare a camminare nuovamente insieme.

Come superare un tradimento con figli

undefined

Gestire e superare un tradimento è più complicato quando la coppia ha dei figli, perché obbliga a ragionare su quel che è meglio per loro.

Chi tradisce dovrebbe pensare, prima di mettere in atto un gesto simile, che il tradimento che si fa verso il partner si fa anche verso il futuro dei figli.

Può essere che un tradimento, se mal gestito, possa restare per sempre un trauma per il figlio.

Questo può portare a due conseguenze:

  1. emulare il comportamento del genitore traditore;
  2. evitare di crearsi una famiglia per paura di rivivere il dolore dell'infanzia.

Per questo motivo occorre cercare di non coinvolgere i figli nei propri litigi e ripicche e separare la crisi di coppia dal ruolo di genitori.

Prima di prendere decisioni sul destino della coppia, ponderare bene tutti gli aspetti: i bambini hanno bisogno di crescere con entrambi i genitori presenti nel nucleo famigliare, ma se non c'è più armonia, se si sta tentando di tenere unita a forza una famiglia che non ha più alcun legame reale, di certo non si sta facendo il bene dei figli.

A quel punto forse è meglio rimanere genitori uniti, anche se la coppia si divide.

Come superare il senso di colpa per un tradimento

undefined

Dopo aver tradito si prova sempre un forte senso di colpa, ma è del tutto normale.

Il senso di colpa è un'emozione forte che può scatenare comportamenti affrettati, quindi, il primo passo è quello di non fare nulla di avventato.

È buona cosa parlare con una persona fidata per ricevere il sostegno di cui si ha bisogno.

Ecco qualche consiglio per superare il senso di colpa dopo un tradimento.

Perdonarsi

Trasformare il senso di colpa in energia positiva può essere utile, mostrando compassione verso se stesso.

Molte altre persone hanno tradito: riconoscere questo difetto comune dell'uomo è importante per non sentirsi in colpa per aver commesso un errore.

Aspettare

Il senso di colpa, come tutte le emozioni, cambia forma con il passare del tempo: bisogna essere pazienti.

Occorre anche fare attenzione agli atteggiamenti negativi che, se protratti nel tempo, possono portare a:

Non è consigliabile isolarsi per superare questo momento difficile.

Rimediare

Un altro modo per mettere fine al senso di colpa può essere quello di rimediare all’accaduto.

Si possono seguire tre vie:

  1. porre fine al triangolo amoroso, decidendo di ritornare con il partner o iniziare una nuova storia con l’amante;
  2. confessare l’accaduto, perché non farlo significherebbe limitare la capacità di fiducia del partner;
  3. imparare dai propri errori e cercare di essere una persona migliore.

Come superare un tradimento: i consigli degli esperti

undefined

Affrontare un tradimento, superarlo, o anche solo imparare a gestirlo e a decodificarlo è qualcosa che può rivelarsi particolarmente complesso.

A tal proposito, ecco qualche esercizio, da fare in coppia, per superare il tradimento (sia coniugale che non).

La pratica dello specchio

Per la pratica dello specchio serve solo un foglio: si scrivono le cose che amiamo e non amiamo dell'altro, al fine di scoprire le cose che non ci piacciono in noi.

La pratica si riferisce allo specchio e ai suoi riflessi: in questo modo si può provare a capire se questo evento è un modo per fuggire da una situazione che può essere risolta, che non è già sedimentata e provare a fermarsi insieme per ricominciare il cammino.

Oppure se l'uscita di uno dei partner dalla coppia è stata consapevole, è dunque frutto di un desiderio più ampio che non può essere arginato.

Crescita positiva

È una chiave più liberatoria, che punta a cambiare lo sguardo esterno che abbiamo rispetto agli eventi. In questo modo si può provare a diventare "responsabili", non in senso di prendersi la colpa di questo fatto, ma di capacità di andare oltre il mero accadimento fisico.

È fondamentale andare a fondo, passare dal puro fatto alle motivazioni più profonde per cui quel fatto è accaduto.

Terapia di coppia

La terapia di coppia dopo un tradimento può essere un ottimo mezzo per ricucire un rapporto ormai lacerato.

Il suo scopo è quello di costruire la comunicazione che con il tradimento è andata perduta, scoprendo insieme i meccanismi deleteri che hanno fatto scattare la crisi.

In tutte le coppie in crisi, scatta un meccanismo secondo cui la colpa è sempre dell’altro, e questo modo di pensare aumenta i problemi della coppia, in cui ciascun partner si arrocca nella propria posizione, facendo pressione sull’altro per farlo cambiare.

Con la terapia di coppia si cercherà di definire le proprie responsabilità che ognuno dei partner ha avuto nel creare questa relazione insoddisfacente.

Ecco, quindi, alcuni interessanti spunti per superare un tradimento e perdonare.

Condividi
Mattia Zamboni | Web Content Editor
Scritto da Mattia Zamboni | Web Content Editor

Sono un Web Content Editor laureato in Scienze della Comunicazione con focus sullo storytelling. Dopo quasi 10 anni nel mondo del giornalismo, da Pazienti.it mi occupo prevalentemente di News di Salute, Mondo Pet, Ricette, Psicologia, Cura della persona e Genitorialità attraverso la scrittura di articoli in ottica SEO.

Revisionato da Dr.ssa Giusy Messina
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Mattia Zamboni | Web Content Editor
Mattia Zamboni | Web Content Editor
in Relazioni

175 articoli pubblicati

Revisionato da Dr.ssa Giusy Messina
Contenuti correlati
Terapia di coppia: cosa sapere
Terapia di coppia: a che cosa serve?

Quando nella coppia vi sono dei problemi o si vuole ritrovare l'intesa, può essere d’aiuto rivolgersi ad uno specialista per una terapia di coppia. Ma come funziona? Leggi qui.

Differenza tra separazione e divorzio: qual è?
Differenza tra separazione e divorzio: in cosa consiste?

La differenza tra separazione e divorzio può non essere sempre chiara. Facciamo luce sulle peculiarità che contraddistinguono le due situazioni per la legge.