icon/back Indietro Esplora per argomento

Sesso tantrico: tutto quello che c'è da sapere

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 22 Dicembre, 2022

Ecco in cosa consiste il sesso tantrico

Nell'immaginario comune il sesso tantrico è paragonabile a una lunga maratona nella quale l'atto sessuale può durare anche sette ore senza che i due protagonisti avvertano la stanchezza. In realtà il tantrismo è una pratica conosciuta da secoli nel mondo orientale, dove viene praticata alla stregua di una forma di meditazione.

Ma cosa significa veramente amore tantrico e come possiamo introdurlo nella nostra quotidianità?

Che cos'è il sesso tantrico

La parola "tantrico" deriva dalla lingua sanscrita e indica tutto quell'insieme di pratiche sessuali e di posizioni che, grazie alla particolare sacralità della quale sono investite, permetterebbero di provare delle sensazioni estatiche difficilmente raggiungibili con le normali posizioni sessuali occidentali. Il sesso tantra, quindi, sarebbe un modo per liberare sia la mente che il fisico con l'obiettivo di raggiungere il massimo godimento possibili e di prolungarlo per diverse ore.

A differenza del modo di fare l'amore tradizionale, nel quale il fine ultimo è sempre rappresentato dall'orgasmo, la sessualità tantra privilegia un rapporto molto più intimo e intenso, durante il quale tutti i sensi e le aree del corpo vengono stimolate per fornire un piacere duraturo e a 360°.

Il significato originario della disciplina tantrica

Nato in India nel 400 a.C., inizialmente la parola "tantra" veniva utilizzata per indicare un ampio bagaglio di tecniche, di tradizioni e di insegnamenti spirituali che non riguardavano solamente la sfera del sesso; il tantrismo, infatti, mirava alla liberazione del corpo e del pensiero attraverso un lungo percorso di conoscenza interiore. L'etimologia della parola deriva dai termini tan, che significa "espansione" e tra, che vuol dire "strumento": il tantra, nella sua accezione originaria, indica quindi uno strumento per ampliare la coscienza personale e un modo per connettere la propria anima all'Universo.

Il tantrismo è una vera e propria dottrina basata sulla ricerca della propria energia personale. Il legame tra tantra e sessualità è importane, tuttavia il sesso non è l'unico campo nel quale si esprime il perseguimento dell'energia: altre pratiche molto importanti sono, ad esempio, la meditazione, gli esercizi spirituali, lo yoga e i rituali di purificazione che interessano corpo e mente. Nella sua forma originaria, quindi, l'individuo mette al centro il suo benessere e lo fa anche grazie alla relazione con l'altro.

Come si pratica il metodo tantrico

Il sesso tantrico viene considerato sacro dalla tradizione indiana in quanto, attraverso l'attuazione di tecniche particolari, permetterebbe di raggiungere una particolare forma di estasi sensuale che avvicina al Dio Shiva, ovvero la principale divinità induista. Durante l'amore tantrico i due protagonisti dell'atto diventano la personificazione di Shiva e della Dea Shakti, i quali si uniscono per liberare un'intensa ondata di energia liberatoria.

All'interno del tantrismo, la donna assume un ruolo particolarmente attivo, in quanto ha il compito di trasferire la propria energia all'uomo e di trasformarla in calore. Praticare questo tipo di sessualità non è semplice e prevede un lungo allenamento: in genere si procede per gradi fino a che si riesce a controllare il proprio corpo e la propria mente. Molto importante è, poi, lo scambio con il partner, che deve essere alla base del rapporto. Il corpo viene infatti stimolato in tutta la sua estensione con l'obiettivo di far scaturire delle intense sensazioni di piacere.

Nella sessualità tantrica, poi, il respiro gioca un ruolo fondamentale, così come la capacità di abbandonare ogni tipo di stress e di lasciarsi andare all'amore. Il respiro, proprio come nello yoga, guida i due protagonisti e diviene una parte attiva e dell'atto in quanto più si riesce a respirare profondamente, più forti saranno le sensazioni piacevoli che si proveranno.

Come fare sesso tantrico

Come si fa a praticare il tantrismo e quali sono le posizioni sessuali da mettere in atto? Ecco qualche idea da provare:

Posizione del loto

In questa posizione uno dei partner è seduto e l'altro si posiziona davanti a lui avvolgendolo con le sue gambe. I due, guardandosi negli occhi, entrano in una profonda relazione intima e sperimentano un'unione profonda.

Sedia bollente

Tra le posizioni sessuali tantriche, questa della sedia bollente è leggermente più impegnativa. L'uno, infatti, si siede su una sedia, mentre l'altro, posizionato davanti a lui, alza le gambe fino a portarle sulle sue spalle.

Il sesso tantrico differisce da quello tradizionale per lunghezza del rapporto e soprattutto per la sua varietà. All'interno di un atto tantrico, infatti, i partner sperimentano varie posizioni e tecniche di rilassamento; un ruolo molto importante, ad esempio, è ricoperto dal massaggio, il quale permette di sciogliere le tensioni muscolari e di indurre uno stato di profondo rilassamento.

In alcuni casi, poi, le pratiche sessuali tantriche possono portare a provare più orgasmi nel corso dell'atto, fra cui il famoso "orgasmo di valle". Questa particolare tipologia di piacere nasce dalle sensazioni provate in seguito al contatto con il partner, ma non prevede la penetrazione.

Tantra e sesso: i consigli da mettere in pratica

All'interno della disciplina tantrica vi sono alcuni aspetti fondamentali da tenere in considerazione:

  • l'importanza del respiro. Bisogna respirare in modo profondo utilizzando la cosiddetta "respirazione diaframmatica", in modo da aprire il petto e far entrare e uscire l'energia.
  • guardarsi negli occhi. Il contatto intimo con l'altra persona è fondamentale per entrare in sintonia e provare piacere.
  • toccarsi. Come il contatto visivo, anche quello fisico è un elemento essenziale del sesso tantrico. Il rapporto, infatti, non si riduce mai a pochi gesti ripetuti meccanicamente, bensì utilizza tutto il potenziale erotico dei due partner.
  • lasciare fuori lo stress.
  • abbandonarsi al momento presente e concentrarsi su cosa si sta facendo in quel determinato momento.
  • aprirsi alle nuove sensazioni senza aver paura di sperimentare cose nuove.
  • il legame che intercorre tra sesso e tantra è unico e intenso, per questo motivo praticare tale metodo aiuta a vivere una sessualità libera da traumi e più consapevole delle proprie potenzialità. 
Condividi
Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr.ssa Silvia Bertolotti
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Relazioni

839 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Silvia Bertolotti
Contenuti correlati
Due uomini abbracciati
Altalena sessuale: pro, contro e come usarla

L'altalena del sesso può essere un'alternativa interessante per migliorare l'affinità di coppia e incrementare l'intimità con il partner. Scopri di più.

Donna in lingerie nel letto
Masturbazione compulsiva: cause e rimedi

La masturbazione compulsiva è una condizione che può generare diversi disagi e difficoltà nel soggetto che la mette in pratica: scopri qui cause e rimedi.

icon/chat