Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Chiasma Ottico

Chiasma ottico

Chiasma ottico
Curatore scientifico
Francesca Occhipinti
Specialità del contenuto
Oculistica

Che cos’è il chiasma ottico?

Il chiasma ottico è uno struttura del cervello a forma di X, situata nel proencefalo, di fronte all’ipotalamo.

Che funzione ha?

Cruciale per la vista, i nervi ottici si incrociano proprio al suo interno dando origine alla tipica forma ad X (decussazione delle fibre nervose).

A quali malattie è soggetto?

Le patologie dalle quali può essere colpito sono varie, in primis,data la sua vicinanza anatomica, da alterazioni della ipofisi, come gli adenomi ipofisari.

In generale le sue funzioni possono essere compromesse da tumori cerebrali, aneurismi, processi infettivi o infiammatori.

Come si diagnosticano le malattie che colpiscono il chiasma ottico?

Quando una patologia colpisce il chiasma ottico si hanno sintomi visivi  che dipendono dalla localizzazione del danno e dalla sua estensione.

Clinicamente si possono rilevare un abbassamento della vista, un deficit del riflesso pupillare alla luce, alterazione della visione dei colori, alterazioni del fondo oculare ed in particolare della testa del nervo ottico. 

Inoltre possono essere presenti diversi sintomi  legati alla patologia cerebrale di base (tra i più comuni mal di testa, vomito, crisi epilettiche, fatica, aumento di peso, calo della libido, cambio di umore).

Si ha sempre un danno del campo visivo ,che va diagnosticato e monitorato tramite Esame del Campo Visivo (campo visivo computerizzato o perimetria cinetica manuale).

Utili per la diagnosi anche esami come Tac, Risonanza Magnetica Nucleare, o esami più specifici come puntura lombare e test di laboratorio endocrinologici.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Bastoncello retinico
Il bastoncello è uno dei due tipi di cellule fotosensibili, posto nella retina dell'occhio dei vertebrati. I bastoncelli fungono da neuro...
Lamina di Bowman
La lamina di Bowman fu scoperta per la prima volta nella seconda metà dell'Ottocento, da William Bowman, dal quale prende il nome.
Iride
In oculistica, l’iride è una parte dell’uvea, la tonaca vascolare dell’occhio.