Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Coxartrosi

Coxartrosi

Coxartrosi
Curatore scientifico
Dr. Alfredo Bitonti
Specialità del contenuto
Ortopedia e traumatologia Reumatologia

Cos'è

La coxartrosi è un fenomeno artrosico degenerativo che colpisce l’articolazione dell’anca. Ciò è strettamente legato allo stile di vita dell'uomo moderno, soprattutto quello dei paesi sviluppati, dove, insieme con il progresso della civiltà, l'attività fisica naturale diminuisce costantemente.

L'artrosi dell'anca, più comunemente chiamata coxartrosi, può interessare le articolazioni di uno o entrambi i fianchi.

Nel corso della malattia, si verificano i cambiamenti nelle epifisi ossee e l'infiammazione della membrana sinoviale, provocando il danneggiamento delle strutture e delle funzioni delle articolazioni.

La cartilagine ialina che copre e riveste le superfici articolari è infatti oggetto di abrasione e, di conseguenza, le superfici ossee diventano esposte e cominciano a sfregare l’una contro l'altra. 

Questa situazione comporta anche l'aumento della sintomatologia del dolore, la riduzione delle attività quotidiane e il significativo deterioramento della qualità della vita.

Cos’è la coxartrosi bilaterale

La coxartrosi bilaterale porta alla deformazione della superficie delle articolazioni e delle ossa. In questo caso, verrebbero colpite le articolazioni di entrambe le anche. 

La malattia spesso colpisce persone di età superiore ai 40 anni, anche se è possibile che possa svilupparsi anche prima.

Diffusione

La coxartrosi colpisce soprattutto le donne in età adulta e può riguardare entrambe le anche.

La sua presenza varia nei diversi paesi, per esempio, in Svezia colpisce 2% della popolazione, mentre in Finlandia il numero dei casi raggiunge il 15%. 

In Polonia, circa 8 milioni di persone soffrono di cambiamenti degenerativi, il 40% delle quali coinvolgono le malattie alle articolazioni dell'anca.

Tipi

I tipi di coxartrosi si distinguono in coxartrosi primaria e coxartrosi secondaria.

La coxartrosi primaria può insorgere improvvisamente, senza precedenti patologie articolatorie delle anche. I soggetti più colpiti da coxartrosi primaria hanno un'età superiore ai 50 anni.

La coxartrosi secondaria colpisce i soggetti più giovani, sotto i 40 anni di età, che hanno avuto patologie articolatorie delle anche, come:
  • Processi infiammatori
  • Sublussazione dell’articolazione dell’anca
  • Processo degenerativo (osteocondrosi) dell’anca
  • Epifisiolisi ossia lesione distrofica della cartilagine epifisaria femorale superiore
  • Traumi

Sintomi

Il principale sintomo della coxartrosi è un dolore acuto che si irradia dalla coscia al ginocchio; a volte, un segno di artrosi dell'anca è anche un indebolimento degli arti e un senso di stanchezza.

Nei casi di coxartrosi la postura dell’anca fa apparire l’arto inferiore dell’anca più corto, limitando, conseguentemente, i movimenti di abduzione e rotazione interna. Altri sintomi sono:
  • Ipotonia ossia un difetto del tono muscolare
  • ipotrofia ossia diminuzione del volume delle cellule che costituiscono un tessuto.
Con il tempo, i sintomi si possono aggravare e cominciano a verificarsi anche durante il riposo e toccando le articolazioni interessate.

Questa malattia conduce all’accorciamento funzionale degli arti, alle difficoltà nel movimento durante lo svolgimento delle attività quotidiane, come ad esempio indossare scarpe o salire nella vasca. 

Il paziente dovrà evitare il movimento dell'arto interessato dal processo degenerativo, perché potrebbe provocare l'atrofia della coscia e glutei.

Come risultato della contrazione, l'arto inferiore è disposto nella posizione di flessione, di abduzione e di rotazione esterna. 

Questo è collegato con il fatto che un paziente evita di gravare sulle parti interessate dal processo degenerativo, eseguendo movimenti rotatori del tronco per compensare di evitare altri movimenti.

Una situazione ancora più difficile si può verificare nel caso in cui una persona in cui entrambe le articolazioni dell'anca siano affette da un processo degenerativo. 

Poi, a causa dei problemi alle gambe, il paziente potrebbe manifestare anche maggiori problemi di mobilità. 

Come risultato di questo disagio, il piano di appoggio sarà ridotta, quindi il passo diventa ancora più instabile aumentando il rischio di cadute.

Cura

Per la cura della coxartrosi, nella fase iniziale della patologia si esegue una specifica terapia fisica mentre nella fase avanzata si esegue una osteotomia sottotrocanterica, un trattamento chirurgico volto a ottenere la massima funzionalità del muscolo.

L’artrosi dell'anca non è facile da trattare con misure conservative e farmaci. Anche se queste misure possono contribuire a ridurre il dolore e dare un sollievo a breve termine, la condizione progredisce quasi sempre fino a quando tali misure non sono abbastanza inefficaci.

Gli ausili per la mobilità come i bastoni da passeggio possono aiutare a ridurre alcuni sintomi mentre si cammina. L’intervento di sostituzione dell'articolazione dell'anca è spesso il trattamento più scelto nei casi più gravi che non rispondono bene ai farmaci e alle misure di supporto.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Olistesi
L'olistesi è una malattia che riguarda principalmente le vertebre lombari della colonna vertebrale.
Sindrome compartimentale
La sindrome compartimentale è una dolorosa condizione che avviene quando la pressione intramuscolare raggiunge livelli pericolosi.
Mal di schiena
Il mal di schiena è una condizione comune che colpisce molte persone.