Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Disfagia

Disfagia

Disfagia
Curatore scientifico
Dr. Alberto Damiani
Specialità del contenuto
Otorinolaringoiatria

Cos'è

La disfagia è il termine medico per indicare la difficoltà di deglutizione.

Quando la disfagia è lieve può portare il soggetto colpito individuo a smettere di mangiare per un minuto o meno, ma quando è grave, può impedire di assumere attraverso l'alimentazione le calorie sufficienti ad una adeguata nutrizione.

A seconda della causa della disfagia, la difficoltà di deglutizione può essere:
  • Difficoltà lieve– Difficoltà a deglutire i cibi solidi
  • Difficoltà grave – Difficoltà a deglutire i cibi solidi e liquidi.

Sintomi

Anzitutto, bisogna tenere a mente che alcune persone con disfagia hanno problemi deglutire soltanto alcuni alimenti o liquidi, mentre altri non possono deglutire affatto.

I veri e propri sintomi di disfagia includono:
  • Tosse o soffocamento quando si mangia o si beve
  • Riportare il cibo su, a volte attraverso il naso
  • La sensazione che il cibo è bloccato in gola o petto
  • Persistente sbavamento o fuoriuscita di saliva
  • Nel corso del tempo, disfagia può anche causare sintomi come perdita di peso e infezioni toraciche ripetute.

Cause

Le cause della disfagia sono molte: in primo luogo, ci possono essere fattori fisici (anatomici) che causano l'ostruzione al passaggio del cibo; in secondo luogo, ci possono essere anomalie nella funzione dei nervi del cervello, della gola e all'esofago la cui normale funzione è necessaria coordinare la deglutizione. Infine, ci può anche essere un'anomalia dei muscoli della gola e dell'esofago.

La disfagia può verificarsi anche nei bambini a causa di una disabilità di sviluppo o di apprendimento.

Trattamento

La cura della disfagia di solito dipende dalla causa e dal tipo di disfagia, che viene diagnosticato dopo aver testato la capacità di deglutizione e l'esame dell'esofago.

Molti casi di disfagia possono essere migliorati con la terapia, ma una cura non è tuttavia sempre possibile; i migliori trattamenti per la disfagia includono:
  • Terapia vocale e linguistica per imparare nuove tecniche di deglutizione
  • Modificare la consistenza di alimenti e liquidi per rendere più facile la loro deglutizione
  • Forme alternative di alimentazione, come l'alimentazione tubo attraverso il naso o lo stomaco
  • Intervento chirurgico per ampliare il restringimento dell'esofago, allungandolo o inserendo un tubo di plastica o di metallo (noto come stent).

Complicazioni

Le complicazioni della disfagia sono molteplici. Uno dei problemi più comuni è la tosse o il soffocamento quando il cibo scende in "modo sbagliato" e blocca le vie aeree.

Se questo accade frequentemente, il paziente arriva a evitare di mangiare e bere perché ha paura del soffocamento; questo può portare a malnutrizione e disidratazione. La disfagia quindi può influenzare la qualità della vita in quanto può impedire di gustare pasti e occasioni sociali, causando isolamento e disagio psicologico.

Alcune persone con disfagia hanno la tendenza a sviluppare infezioni toraciche, come la polmonite da aspirazione, che richiedono un trattamento medico.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Afonia
L'afonia è un disturbo che colpisce le corde vocali e che si traduce nella totale assenza della voce; infatti la persona colpita da afoni...
Mal di gola
Il mal di gola è comunemente associato al dolore nella deglutizione. Il mal di gola può essere causato da un'infiammazione della faringe,...
Otite
L’otite è un’infiammazione, acuta o cronica, che interessa l’orecchio. Vi sono due forme principali: esterna o interna.