Sei un professionista sanitario? Iscriviti
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery

Cerca

Chiudi
Specialità
Città
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery
Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Intussuscezione

Intussuscezione

Curatore scientifico
Dr. Antonio Iannetti
Specialità del contenuto
Gastroenterologia

Che cosa è l’intussuscezione?

L’intussuscezione è l’invaginazione di un segmento di intestino in un altro adiacente e distale ("a valle"). Il termine "intussuscezione" si pronuncia "in-tu-ssu-sce-zione" e 'deriva dal latino "intus", (all’interno) più "suscipere", (ricevere) ossia ricevere all'interno. L'intussuscezione è la causa più comune di ostruzione intestinale nei bambini tra 3 mesi e 6 anni di età. Si tratta di un fenomeno estremamente raro nei bambini sotto i 3 mesi di età o in bambini più grandi e adulti.

Quali sono i sintomi di intussuscezione?

La maggior parte descrive i sintomi di intussuscezione come una triade fatta di:

  • coliche addominali
  • vomito biliare
  • feci a "gelatina di ribes"

Il sintomo principale di intussuscezione è descritto come dolori addominali crampiformi e intermittenti, chiamati "coliche". L’intussuscezione nei bambini di solito si manifesta con un pianto improvviso e molto forte, come in un grande dolore. Il bambino porta a intermittenza le ginocchia fino al petto piangendo. Questa reazione è causata dal dolore addominale che ricorre frequentemente e aumenta in intensità e durata. Questi episodi intermittenti e dolorosi sono causati dall’incastrarsi dell'intestino e dalla conseguente compressione di vasi sanguigni e nervi. Oltre al dolore addominale, la maggior parte dei bambini avrà anche episodi di vomito associato con il dolore. Il vomito non è solitamente associato al consumo e può essere biliare (giallo-verde). Alcuni individui affetti che non cercano presto un medico possono passare alla produzione di feci a "gelatina di ribes ". Si tratta di feci sanguigne e mucose, segno che l'intestino interessato ha perso il suo apporto di sangue e che potrebbe essere necrotico. Mentre la condizione progredisce, il bambino può diventare più debole e sviluppare ulteriori sintomi, compresi quelli associati a shock, quali:

  • pallore
  • letargia
  • febbre

Fortunatamente, la maggior parte dei casi viene diagnosticata presto, e alcuni studi descrivono lo sviluppo delle feci sanguinolente solo in un terzo dei casi diagnosticati.

Quali sono le cause di intussuscezione?

Le cause di intussuscezione non sono completamente note. Nella maggior parte dei casi che riguardano bambini piccoli la causa è idiopatica, cioè sconosciuta, anche se alcune infezioni virali e batteriche dell'intestino possono eventualmente contribuire al presentarsi di intussuscezione nell'infanzia. L'intussuscezione è molto rara nei bambini più grandi e negli adulti. In questa popolazione, le cause sono da ritenersi attribuibili a polipi o tumori, che sono spesso definiti come "fattori favorenti" dell’intussuscezione.

Quali sono le conseguenze dell’intussuscezione?

Con l’intussuscezione, un segmento di intestino si incastra in un segmento più a valle, e trascina con esso il mesentere associato, vasi e nervi. Ciò si traduce in una compressione delle vene, seguita da gonfiore della regione, ostruzione e successiva riduzione del flusso di sangue nella parte interessata dell’intestino (infarto intestinale). Quasi nel 90% dei casi tocca la regione ileocolica dell'intestino (dove l’intestino tenue incontra l'intestino crasso). La compressione dei vasi sanguigni riduce la fornitura di sangue nella parte di intestino interessato che può gonfiarsi, causando un’ostruzione, o addirittura cancrena e sanguinamento. L'intussuscezione è un’emergenza e richiede attenzione immediata

Chi è a maggior rischio di intussuscezione?

La maggior parte dei casi di intussuscezione si verificano in bambini tra i 5 mesi e 1 anno di età. I ragazzi sviluppano la condizione due volte più spesso rispetto alle ragazze. L'intussuscezione può verificarsi anche negli adulti e nei bambini più grandi, anche se è rara.

Come si diagnostica l’intussuscezione?

Una storia di dolore addominale e vomito può suggerire la diagnosi di intussuscezione. Inoltre, il medico di controllo può sentire una massa addominale "a forma di salsiccia" o con lo stetoscopio può sentire rumori intestinali diminuiti o accentuati, con borborigmi, dovuti alla peristalsi esaltata per superare l’ostruzione, ma inefficace. Le prove di laboratorio sono di solito poco utili, ma vanno eseguite perché una leucocitosi e una VES e PCR aumentati possono indicare infiammazione del peritoneo. Una semplice radiografia dell'addome può rivelare i segni di una occlusione intestinale di solito nel quadrante inferiore destro dell'addome, tra cui:

  • livelli idroaerei
  • distensione del tratto intestinale a monte
  • masse inspiegabili

Ecografie e TAC non sono generalmente richiesti per effettuare la diagnosi.

Perché è importante una diagnosi rapida di intussuscezione?

Diagnosi e trattamento precoce dell’intussuscezione sono essenziali al fine di evitare danni all'intestino, come:

  • peritonite e perforazione
  • necrosi e rimozione chirurgica delle viscere
  • sepsi
  • morte

E’ necessario intervenire quando c'è intussuscezione?

Il trattamento di intussuscezione può o non può richiedere un intervento chirurgico. In alcuni casi, l'ostruzione intestinale può essere invertita con un clistere. Il clistere comporta un rischio di rottura intestinale e può non essere fatto se l'intestino è già perforato. La procedura richiede anche la disponibilità di un chirurgo, in caso le rotture intestinali del paziente o l'intussuscezione non possano essere ridotte. Se l'ostruzione intestinale non può essere annullata da un clisma opaco, la chirurgia è necessaria per invertire l’intussuscezione e alleviare l'ostruzione. Se una porzione di intestino è diventato cancrenoso, esso deve essere rimosso. Dopo l'intervento chirurgico, l'alimentazione per via endovenosa di fluidi viene continuata fino alla ripresa.

Qual è la prognosi per pazienti con intussuscezione?

La prospettiva di un paziente con intussuscezione è generalmente buona se la diagnosi e il trattamento sono precoci.

Hai trovato questo contenuto utile?

Contenuti correlati

Ipercloridria
L'ipercloridria è un disturbo che colpisce l'apparato gastrointestinale e che può avere numerose cause; occorre scoprire l'origine del di...
Indigestione (colica addominale)
L'indigestione, medicalmente nota anche come colica addominale, è una condizione in cui lo stomaco
Ipercolesterolemia
Con il termine ipercolesterolemia ci si riferisce ad elevate concentrazioni ematiche di colesterolo, una sostanza grassa che si trova nat...