Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Ipersonnia

Ipersonnia

Ipersonnia
Curatore scientifico
Dr.ssa Roberta Arca
Specialità del contenuto
Neurologia

Che cos'è l'ipersonnia?

L'ipersonnia è una patologia caratterizzata da un'eccessiva sonnolenza diurna che può comparire all'improvviso.

Quali sono le cause di ipersonnia?

L'ipersonnia si pensa che sia causata da una predisposizione genetica.

Quali sono i sintomi di ipersonnia?

L'ipersonnia comporta come unico sintomo la necessità costante ed incontrollabile di dormire. Tra i sintomi ci sono: 

  • Tendenza ad addormentarsi in ogni momento
  • Mancanza di energia
  • Difficoltà di concentrazione

A quali condizioni è associata l'ipersonnia?

L'ipersonnia è associate a varie condizioni, quali:

  • insufficienza renale cronica
  • diabete mellito
  • intossicazioni da oppiacei
  • ipertensione endocranica

Quali sono le cause dell’ipersonnia?

  • Narcolessia e apnea notturna
  • Privazione del sonno
  • Sovrappeso
  • Abuso di droga o alcool
  • Trauma cranico o malattie naurologiche, come la scleosi multipla o il morbo di Parkinson
  • Uso di farmaci antistaminci o tranquillanti
  • Condizioni genetiche
  • Depressione

Come viene diagnosticata l'ipersonnia?

L'ipersonnia viene diagnosticata mediante:

  • polisonnografia
  • test multiplo della latenza del sonno positivo

Sarà il medico a confermarla oppure no, chiedendovi delle vostre abitudini in fatto di sonno, della vostra condizione emotiva e dell’assunzione di eventuali farmaci che possono interferire con il riposo notturno. Può anche prescrivere analisi del sangue, TC ed eventualmente un elettroencefalogramma.

Qual è il trattamento dell'ipersonnia?

La terapia può essere sia farmacologica che non. La terapia non farmacologia dell'ipersonnia è basata su:

  • igiene del sonno
  • misure di modificazione comportamentale

La terapia farmacologia, invece, si avvale di stimolanti.

In caso in cui il disturbo sia dovuto ad apnea notturna, il medico potrà prescrivere un test noto come CPAP (pressione positiva notturna) che consiste nell’indossare una maschera durante il sonno. Attraverso una macchina l’aria avrà accesso continuo alle narici, mantenendo aperte le vie respiratorie.

Se si sta assumendo un qualche tipo di farmaco che provoca sonnolenza rivolgersi al medico per modificare il medicinale con uno che non presenti quell’effetto collaterale.

Eliminare alcol e caffeina e cercare di dormire di più sono consigli che è bene seguire.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cefalea
La cefalea è una tipologia di mal di testa e può essere di due generi, primaria e secondaria. 
Disartria
La disartria è un disordine della parola. Deriva da una alterazione dei movimenti dei muscoli che permettono di parlare correttamente, tr...
Insonnia
L'insonnia è la percezione di un sonno insufficiente o di scarsa qualità.