Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Malattia Di Whipple

Malattia di Whipple

Malattia di Whipple
Curatore scientifico
Dr. Virgilio De Bono
Specialità del contenuto
Gastroenterologia Medicina generale

Cos'è

Il morbo di Whipple interferisce con la normale digestione alterando la composizione degli alimenti, come i grassi e i carboidrati, e ostacolando la capacità del corpo di assorbire i nutrienti. Questa malattia può infettare anche altri organi, compreso il cervello, il cuore, le articolazioni e gli occhi.

Senza un adeguato trattamento, il morbo di Whipple può essere grave o fatale. Tuttavia, basta un ciclo di antibiotici per curarlo adeguatamente.

Sintomi

Segni e sintomi gastrointestinali sono comuni nella malattia di Whipple e possono comprendere:

  • Diarrea
  • crampi addominali e dolore, che possono peggiorare dopo i pasti
  • la perdita di peso, associata al malassorbimento di sostanze nutritive
Altri segni frequenti e sintomi associati alla malattia di Whipple includono:

  • Articolazioni infiammate, in particolare alle caviglie, ginocchia e polsi
  • Stanchezza
  • Debolezza
  • Anemia
In alcuni casi, i segni e i sintomi del morbo di Whipple possono includere:

  • Febbre
  • Tosse
  • Ingrossamento dei linfonodi
  • Oscuramento della pelle (iperpigmentazione) nelle aree esposte al sole e nelle cicatrici
  • Dolore al petto
  • ingrossamento della milza
Segni e sintomi neurologici possono includere:

  • Difficoltà a camminare
  • Disturbi della vista, compresa la mancanza di controllo dei movimenti oculari
  • Confusione
  • Perdita della memoria
I sintomi tendono a svilupparsi lentamente in un periodo di molti anni. In alcuni casi, alcuni sintomi, come i dolori articolari e la perdita di peso, si sviluppano anni prima dei sintomi gastrointestinali che portano alla diagnosi.

Cause

La causa della malattia di Whipple è l'infezione del batterio Tropheryma whipplei. Questo batterio colpisce inizialmente la mucosa del piccolo intestino formando piccole lesioni all'interno della parete intestinale. Il batterio danneggia anche le proiezioni, sottili come capelli (villi) che rivestono l'intestino tenue. Con il tempo, l'infezione può diffondersi in altre parti del corpo.

Non si sa molto circa il batterio. Anche se sembra presente nell'ambiente, gli scienziati non sanno da dove viene e come è trasmesso agli esseri umani. Non tutti quelli che portano il batterio sviluppano la malattia. Alcuni ricercatori ritengono che le persone con la malattia possono avere un difetto genetico nella loro risposta immunitaria che li rende più suscettibili ed esposti al batterio.

La malattia di Whipple è comunque estremamente raro.

Chi è più a rischio

Visto che si sa così sul batterio che causa la malattia di Whipple, i fattori di rischio non sono stati chiaramente identificati. Sulla base delle relazioni disponibili, sembra più probabile che questa malattia colpisca:

  • Uomini
  • Persone tra i 40 e i 60 anni
  • Bianchi in Nord America e in Europa

Complicazioni

Il rivestimento dell’intestino tenue ha proiezioni simili ai capelli (villi) che aiutano il corpo ad assorbire le sostanze nutritive. I danni della malattia di Whipple alterano l'assorbimento dei nutrienti. Le carenze nutrizionali sono comuni nelle persone con la malattia di Whipple e possono portare ad affaticamento, debolezza, perdita di peso e dolori articolari.

La malattia di Whipple è una malattia progressiva e potenzialmente fatale. Anche se l'infezione è rara, i decessi associati continuano a essere segnalati, dovuti in gran parte a diagnosi in ritardo e a trattamenti ritardati. La morte spesso è causata dalla diffusione dell'infezione al sistema nervoso centrale, che può causare danni irreversibili.

Cure

Il trattamento della malattia di Whipple avviene con antibiotici, da soli o in combinazione, che possono distruggere i batteri che causano l'infezione.

Il trattamento è a lungo termine e generalmente dura uno o due anni. Ma il sollievo dai sintomi è generalmente molto più veloce, spesso entro la prima settimana o due.  Al momento di scegliere gli antibiotici, i medici spesso selezionano quelli che puliscono non solo le infezioni del tratto intestinale, ma attraversano anche la barriera emato-encefalica - uno strato di tessuto intorno al cervello - al fine di eliminare i batteri che possono essere entrati nel cervello e nel sistema nervoso centrale .

A causa dell'uso prolungato di antibiotici, il medico dovrà monitorare la condizione per lo sviluppo della resistenza ai farmaci.

A causa delle difficoltà di assorbimento dei nutrienti associate al morbo di Whipple, il medico può raccomandare l'assunzione di integratori vitaminici e minerali per garantire una nutrizione adeguata. Il corpo potrebbe richiedere ulteriore vitamina D, acido folico, calcio, ferro e magnesio.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Diarrea
La diarrea è un disturbo dell'intestino consistente nell’aumento della frequenza giornaliera dell’evacuazione.
Ernia
Un'ernia si verifica quando gli organi interni spingono verso l'esterno, su parete muscolare e tessuti, producendo il caratteristico rigo...
Nausea
La nausea è la sensazione di vomito e può essere acuta, di breve durata o prolungata. La nausea può avere cause fisiche o psicologiche.