Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Otosclerosi

Otosclerosi

Otosclerosi
Curatore scientifico
Dr. Francesco Asprea
Specialità del contenuto
Otorinolaringoiatria

Che cos'è l'otosclerosi?

L'otosclerosi è una malattia distrofica, ereditaria, che colpisce la capsula ossea che riveste l'orecchio interno.

Come funziona l’udito?

In un udito sano le onde sonore nell'aria vengono modificate in segnali elettrochimici all'interno dell'orecchio. Il nervo uditivo poi trasporta questi segnali al cervello.

Le onde sonore entrano nell'orecchio esterno e viaggiano attraverso il canale uditivo fino al timpano, facendolo vibrare. Queste vibrazioni giungono poi al martello, all’incudine ed alla staffa, tre ossicini dell’orecchio medio che amplificano le vibrazioni sonore e le inviano all’orecchio interno.

Grazie ad alcune sostanze chimiche, poi, un segnale elettrico viene trasportato dal nervo uditivo al cervello. Il risultato finale è un suono riconoscibile.

Quali sono le cause dell'otosclerosi?

L’otosclerosi è spesso causata da un disturbo della staffa: quando questo piccolo osso non è in grado di vibrare, il suono non viaggia attraverso l'orecchio e l'udito è compromesso.

Tale disturbo alla staffa può essere causato da:

  • infezione da morbillo
  • fratture da stress al tessuto osseo dell'orecchio interno

L’otosclerosi è un disturbo ereditario che colpisce con più frequenza donne bianche di mezza età.

Quali sono i sintomi dell'otosclerosi?

Il sintomo principale dell'otosclerosi è l'ipoacusia. Inizialmente l'ipoacusia è solamente trasmissiva (il danno è cioè relativo alle parti dell'orecchio che sono deputate alla trasmissione meccanica delle onde sonore); in seguito si registra anche un'ipoacusia di tipo neurosensoriale (il danno è cioè a carico o delle cellule uditive o delle fibre del nervo acustico). In alcuni soggetti colpiti da otosclerosi si manifesta un fenomeno denominato paracusia di Willis, tale fenomeno è caratterizzato dal fatto che l'intelligibilità è relativamente migliore quando il soggetto si trova in un ambiente rumoroso piuttosto che in uno silenzioso. Altro sintomo a carico dei soggetti affetti da otosclerosi è la manifestazione di acufeni.

Come si diagnostica l'otosclerosi?

L'otosclerosi può essere diagnosticata con:

  • acumetria, esame basato su prove con la voce e il diapason
  • audiometria per via aerea, mediante cuffie attraverso le quali giungono i suoni e per via ossea, mediante segnali inviati da un vibratore appoggiato dietro l'orecchio
  • impedenzometria, mediante una sonda inserita nel meato acustico medio si misura la resistenza opposta al passaggio dell'aria nell'orecchio medio

Quali sono i trattamenti per l'otosclerosi?

Il trattamento dell'otosclerosi consiste nella sola chirurgia, in quanto il trattamento medico dell'otosclerosi non viene più eseguito da anni. Gli interventi chirurgici per l'otosclerosi sono essenzialmente di due tipi: stapedectomia (asportazione totale della staffa compresa la platina) e stapedotomia (asportazione totale della staffa, ma non della platina).

Otosclerosi e ricerca

La conformazione complessa dell’orecchio rende difficile uno studio accurato di questa parte del corpo umano, anche perché non è possibile rimuovere e analizzare campioni dell'orecchio interno da pazienti vivi. Molti scienziati e ricercatori provano così a combinare gli studi biologici con le moderne tecnologie informatiche e le storie cliniche dei pazienti, alla ricerca di indizi utili per scovare nuove cause e possibili trattamenti per l’otosclerosi.

Studi genetici e ricerche con nuovi dispositivi farmacologici impiantati su animali, potrebbero portare ad un notevole passo in avanti nella ricerca anche sull’uomo.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Otalgia
L'otalgia è il dolore all'orecchio attribuibile a diverse cause. Generalmente non è grave, ma va trattata tempestivamente per evitare con...
Odinofagia
L'odinofagia è un disturbo in cui la deglutizione è molto dolorosa. Questa condizione fastidiosa può dipendere da una molteplicità di cau...
Afonia
L'afonia è un disturbo che colpisce le corde vocali e che si traduce nella totale assenza della voce; infatti la persona colpita da afoni...