Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Sindrome Dello Stretto Toracico Superiore

Sindrome dello stretto toracico superiore

Sindrome dello stretto toracico superiore
Curatore scientifico
Dr. Leila Turnava
Specialità del contenuto
Angiologia Neurologia

Che cosa è la sindrome dello stretto toracico superiore?

La sindrome dello stretto toracico superiore è una condizione in cui sono prodotti i sintomi da compressione dei nervi o vasi sanguigni a causa di un inadeguato passaggio attraverso una zona compresa tra la base del collo e l'ascella.

La presa toracica è circondata da muscoli, ossa e altri tessuti, qualsiasi condizione che si traduca in ampliamento o movimento dei tessuti vicino alla presa toracica può causare la sindrome toracica. Queste condizioni includono l'estensione muscolare (data ad esempio dal sollevamento pesi), le lesioni, la presenza sin dalla nascita di una costola in più dal collo (costola cervicale), aumento di peso e tumori.

Quali sono le cause della sindrome dello stretto toracico superiore?

La sindrome è spesso provocata dalla postura errata oppure da un'attività ripetitiva (come l'uso prolungato del compiuter, il lavoro in catena di montaggio, il sollevamento dei pesi).

Quali sono i sintomi della sindrome dello stretto toracico superiore?

I sintomi della sindrome dello stretto toracico superiore includono il dolore a collo, spalla, braccio, intorpidimento o cattiva circolazione sanguigna alle estremità (decolorazioni). Spesso i sintomi sono avvertiti quando il braccio è posizionato sopra la spalla o esteso. I pazienti possono avere un ampio spettro di sintomi da lievi e intermittenti a gravi e costanti. I dolori possono estendersi alle dita e alle mani, causando debolezza. 

Come viene diagnosticata la sindrome dello stretto toracico superiore?

La sindrome dello stretto toracico superiore prevede una diagnosi suggerita dai sintomi e supportata dai risultati del medico durante l'esame. Alcune manovre del braccio e del collo possono produrre sensazioni ulteriori, pertanto possono essere effettuati anche test di supporto, ad esempio, i test elettrici, come elettromiogramma e risposte evocate somatosensoriali. 

Tra gli esami strumentali vi sono:

  • ecocolorDopplerografia
  • angiografia sotto carico
  • semplice Rx in caso di anomalie ossee (costola cervicale)

Qual è il trattamento per la sindrome dello stretto toracico superiore?

Per la sindrome dello stretto toracico superiore il trattamento di solito può essere effettuato con misure conservative. I trattamenti includono una varietà di esercizi, questi sono fatti con e senza pesi in mano per tirare la presa in una posizione rilassata.

I fisioterapisti sono specializzati nell'insegnamento di esercizi volti a curare la sindrome dello stretto toracico e la loro valutazione del paziente può essere utile.

Per la prevenzione è preferibile evitare di dormire con il braccio disteso dietro la testa, è anche utile avere periodi di riposo al lavoro per ridurre al minimo l'affaticamento. La riduzione del peso può essere utile per i pazienti obesi.

Alcuni pazienti con gravi sintomi persistenti possono richiedere l’intervento chirurgico, questa procedura comprende la rimozione (resezione) della prima costola per risparmiare lesioni al nervo interessato e ai vasi sanguigni.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Distrofia muscolare di Becker
La distrofia muscolare di Becker è una patologia neuromuscolare degenerativa su base genetica, con un meccanismo di ereditarietà legato a...
Sindrome di Sluder
La sindrome di Sluder è una sindrome dolorosa appartenente al gruppo delle cefalee, causata dall’infiammazione del ganglio sfenopalatino.
Leucoencefalopatia
La leucoencefalopatia è una patologia dell’encefalo che provoca un’esclusiva o prevalente compromissione della sostanza bianca, caratteri...