Tubercolosi

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Bruno Tozzi
Indice contenuto:
  1. Che cos’è la tubercolosi?
  2. Quanto è comune la tubercolosi?
  3. Quali sono i sintomi della tubercolosi?
  4. Quali sono le cause della tubercolosi?
  5. Come si diagnostica la tubercolosi?
  6. Come si cura la tubercolosi?
  7. Quali sono gli effetti collaterali della cura?
  8. Come si può prevenire la tubercolosi?

Che cos’è la tubercolosi?

Tubercolosi

La tubercolosi (TBC) è un’infezione batterica. Si sviluppa attraverso l'inalazione di minuscole goccioline di saliva dalla tosse o dagli starnuti di una persona infetta. La tubercolosi colpisce soprattutto i polmoni. Tuttavia, l'infezione può diffondersi in molte parti del corpo, comprese le ossa e il sistema nervoso.

Quanto è comune la tubercolosi?

I paesi con un alto numero di casi di HIV spesso hanno anche un alto numero di casi di tubercolosi. Questo perché l'HIV indebolisce il sistema immunitario di una persona, il che significa che ha maggiori probabilità di sviluppare un’infezione da tubercolosi. Si stima inoltre che un terzo della popolazione mondiale è infettato da tubercolosi latente. Fino a 1 persona su 10 con infezione da tubercolosi latente (ma non infettata da HIV) svilupperà la tubercolosi attiva.

Quali sono i sintomi della tubercolosi?

La tubercolosi non causa alcun sintomo fino a quando l'infezione non ha raggiunto i polmoni. Poiché i batteri sono molto lenti, la condizione si sviluppa molto lentamente. I sintomi potrebbero non iniziare fino a molti anni dopo l’iniziale esposizione ai batteri.

Sintomi della tubercolosi polmonare

I sintomi della tubercolosi polmonare sono:

  • tosse persistente con catarro denso e sangue
  • affanno
  • perdita di peso
  • inappetenza
  • febbre alta di 38°C o superiore
  • estrema stanchezza
  • senso di malessere

Sintomi della tubercolosi extrapolmonare

In alcuni casi l’infezione da tubercolosi può diffondersi dai polmoni alle altre parti del corpo. Le infezioni da tubercolosi che si verificano al di fuori dei polmoni sono conosciute come tubercolosi extrapolmonari.

La tubercolosi extrapolmonare è più comune nelle persone con sistema immunitario indebolito, in particolare in chi è infettato da HIV.

L’infezione da tubercolosi extrapolmonare può diffondersi a:

  • linfonodi che si trovano vicino ai polmoni (tubercolosi del nodo linfatico)
  • ossa e articolazioni (tubercolosi scheletrica)
  • apparato digerente (tubercolosi gastrointestinale)
  • vescica e sistema riproduttivo (tubercolosi genito-urinaria)
  • sistema nervoso (tubercolosi del sistema nervoso centrale)

Questi tipi di tubercolosi extrapolmonare possono causare i sintomi aggiuntivi descritti di seguito.

Sintomi della tubercolosi del nodo linfatico

  • persistente e indolore gonfiore dei linfonodi
  • perdita di liquido attraverso la pelle
  • Sintomi della tubercolosi scheletrica
  • dolore osseo
  • curvatura delle ossa colpite o delle articolazioni

  • perdita di movimento o sensibilità nelle ossa colpite o nelle articolazioni
  • indebolimento delle ossa

Sintomi della tubercolosi gastrointestinale

  • dolore addominale
  • diarrea
  • sanguinamento dall’ano
  • Sintomi della tubercolosi genito-urinaria
  • sensazione di bruciore quando si urina
  • sangue nelle urine
  • bisogno frequente di urinare durante la notte
  • dolore all'inguine

Sintomi della tubercolosi del sistema nervoso centrale

  • mal di testa
  • torcicollo
  • confusione mentale
  • offuscamento della vista

Quali sono le cause della tubercolosi?

La tubercolosi è causata da un tipo di batterio chiamato Mycobacterium tuberculosis, o bacillo di Koch. Si trasmette per via aerea, attraverso tosse o starnuti. Tuttavia, anche se si diffonde come il raffreddore o l'influenza, la tubercolosi non è contagiosa. Di solito è necessario passare circa 8 ore a stretto contatto con una persona infetta prima di essere infettati. Infatti le infezioni da tubercolosi si sviluppano solitamente tra i membri della famiglia che vivono nella stessa casa. È altamente improbabile essere infettati da una persona su un autobus o in treno.

Come si diagnostica la tubercolosi?

La tubercolosi viene diagnosticata con dei test che variano in base al tipo di infezione. Una diagnosi di tubercolosi polmonare può essere confermata con una radiografia del torace. La tubercolosi extrapolmonare può essere diagnosticata in vari modi:

  • tomografia computerizzata (TC)
  • risonanza magnetica (MRI)
  • ecografia
  • analisi del sangue
  • analisi delle urine
  • biopsia

In alcune circostanze, potrebbe essere necessario essere sottoposti a uno “screening” per verificare la presenza di un’infezione da tubercolosi latente. Gli altri test utilizzati per la diagnosi della tubercolosi latente sono il “test di Mantoux” e il test “rilevazione interferone gamma (IGRA)”.

Come si cura la tubercolosi?

Il trattamento di solito dura almeno sei mesi ed esistono diversi farmaci adatti.

Cura della tubercolosi polmonare

In caso di tubercolosi polmonare probabilmente si viene affidati ad una squadra di trattamento.

La tubercolosi polmonare è trattata con un corso semestrale di una combinazione di antibiotici. Il corso usuale del trattamento è composto dal ricorso agli antibiotici:

  • due antibiotici: isoniazide e rifampicina, ogni giorno per sei mesi
  • due antibiotici supplementari: pirazinamide ed etambutolo, tutti i giorni per i primi due mesi

Cura della tubercolosi extrapolmonare

La tubercolosi extrapolmonare può essere trattata con la stessa combinazione di antibiotici usata per curare la tubercolosi polmonare. Tuttavia, potrebbe essere necessario fare un corso di 12 mesi, piuttosto che un corso semestrale.

Cura della tubercolosi latente

Il trattamento per la tubercolosi latente è generalmente consigliato per:

  • persone con meno di 35 anni
  • persone affette da HIV, indipendentemente dalla loro età
  • operatori sanitari, indipendentemente dalla loro età.

Il trattamento per la tubercolosi latente consiste nell’assunzione di una combinazione di rifampicina e isoniazide per 3 mesi, o in alternativa nell’assunzione di isoniazide da solo per 6 mesi.

Quali sono gli effetti collaterali della cura?

La rifampicina può ridurre l'efficacia di alcuni tipi di contraccettivi, come la pillola contraccettiva combinata. In rari casi, questi antibiotici possono causare danni al fegato o agli occhi. Contattare immediatamente il medico se durante il trattamento si manifesta uno dei seguenti sintomi:

  • malessere
  • ingiallimento della pelle e urine scure
  • febbre a 38°C o superiore
  • formicolio o intorpidimento delle mani o dei piedi
  • eruzioni cutanee, prurito
  • abbassamento della vista

Come si può prevenire la tubercolosi?

Le persone cui è diagnosticata la tubercolosi polmonare saranno contagiose fino a quando non avranno ricevuto un trattamento di due o tre settimane. Non si avrà bisogno di essere isolati in questo periodo, ma è importante prendere alcune precauzioni di base per evitare di contagiare altre persone. Queste precauzioni sono:

  • coprire sempre la bocca quando si tossisce o starnutisce
  • smaltire con cura qualunque fazzoletto utilizzato in un sacchetto di plastica sigillato
  • tenere le finestre aperte quando possibile per assicurare un buon ricambio d’aria
  • non dormire nella stessa stanza con altre persone

Per molte persone il vaccino con Bacillo di Calmette-Guérin (BCG) fornisce una protezione contro la tubercolosi. Tuttavia, il vaccino BCG non è di solito indicato per le persone con più di 35 anni di età, perché ci sono poche prove che fornisca la necessaria protezione.