Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Urolitiasi

Urolitiasi

Urolitiasi
Curatore scientifico
Dr. Mario De Siati
Specialità del contenuto
Urologia

A cosa è dovuta la formazione dei calcoli?

Lo sviluppo dei calcoli è connesso alla presenza di urine troppo concentrate o ad un aumento dell’escrezione dei componenti responsabili della loro formazione, come:

  • il calcio
  • l’ossalato
  • l’urato
  • la cistina
  • la xantina
  • il fosfato

Essi si  formano generalmente nei calici o nella pelvi renale e la loro grandezza varia da forme minuscoli a calcoli a stampo.

Quali sono i sintomi dell'urolitiasi?

Il dolore provocato dai calcoli renali insorge spesso improvvisamente ed è dovuto ad una ostruzione del deflusso di urina  esso è molto forte ed intermittente (dolore di tipo colico), non si attenua cambiando posizione, diffonde dalla schiena, verso il fianco e l’inguine. Sono molto comuni la nausea e il vomito.

I fattori che predispongono alla formazione dei calcoli  renali includono una riduzione di consumo di fluidi, un aumento dell’attività fisica con disidratazione, medicinali che causano l’iperuricemia (acido urico alto) e una precedente gotta, malattie metaboliche, eccessivo consumo di proteine animali e di sodio.

Quali sono le cure?

Il trattamento è volto a ridurre il dolore (non usare mai antispastici ma solo antidoloriferi) con trattamento sintomatico, se il calcolo non è  troppo voluminoso una terapia espulsiva può favorire l'espulsione spontanea del calcolo. La terapia antibiotica è indicata solo in presenza di un accertata complicanza infettiva.

La maggior parte dei calcoli vengono espulsi spontaneamente in 48 ore; alcuni, invece, persistono. Esistono diversi fattori che influenzano la capacità di espellere un calcolo. 

Un calcolo di 4 mm ha l’80% di possibilità di essere eliminato, mentre uno di 5 mm ne possiede il 20%. Nel caso in cui ciò non avvenga, sono necessarie determinate procedure come la ESWL (litotrissia extracorporea), asportazione endoscopica con frammentazione ed estrazione. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Poliuria
La poliuria è una patologia che consiste nell'urinare di frequente, con un volume superiore, in genere, ai due litri e mezzo di urina. 
Polidipsia
La polidipsia è una sete eccessiva e implacabile, che ha delle cause specifiche, indipendenti da circostanze ambientali, quali il molto c...
Incontinenza
L'incontinenza è una disfunzione dell'apparato urinario caratterizzata dalla perdita involontaria di urina. Conosciamo una incontinenza d...