Sei un professionista sanitario? Iscriviti
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery

Cerca

Chiudi
Specialità
Città
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery
Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Verruche

Verruche

Curatore scientifico
Prof. Marcello Monti
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cos’è una verruca?

Una verruca o porro è una crescita della pelle causata da alcuni tipi di virus chiamati papilloma virus umano (HPV). L’HPV infetta lo strato superiore della pelle, di solito entrando nel corpo attraverso una zona di pelle rotta. Il virus fa crescere rapidamente lo strato superiore della pelle, formando una verruca. La maggior parte di queste sparisce entro mesi o anni.

All’inizio, sono piccoli rilievi emisferici delle dimensioni di un grano di miglio, poi, nel corso di alcune settimane o di qualche mese, si accrescono progressivamente fino a raggiungere la grossezza di una nocciola.

Le verruche possono crescere ovunque sul corpo e ne esistono diversi tipi. Ad esempio, le cellule libere di verruche comuni crescono più spesso sulle mani. Le verruche plantari crescono sulle piante dei piedi.

Ne esistono di più tipi?

Ci sono diversi tipi di verruche. I tipi più comuni sono quelli:

  • Comuni
  • Seborroiche: si formano soprattutto sul viso (naso, tempie) e sul tronco, sono dovute a un eccesso di secrezione sebacea della pelle (seborrea); hanno dimensioni varie, forma rotondeggiante, superficie poco rilevata e untuosa, colorito giallo-scuro o nerastro. 
  • Plantari
  • Piane: sono piccole, multiple, appiattite, rotondeggianti o poligonali, giallo-grigiastre, si formano sul viso (fronte, guance) e sul dorso delle mani. Sono più frequenti nel bambini e nei giovani, rare nell’adulto. Sono spesso fugaci, scompaiono anche senza cure. Anch’esse sono dovute al virus HPV.
  • Filiformi
  • Periungueali
  • Mosaico

La comparsa dipende da diversi fattori:

  • assottigliamento o macerazione della pelle;
  • ceppo (tipo) di HPV responsabile della verruca.

Le verruche sono più comuni nei bambini in età scolare e negli adolescenti. Queste escrescenze compaiono raramente nei neonati  e colpiscono in egual numero maschi e femmine. Le persone con un sistema immunitario compromesso, per esempio a seguito di trattamenti contro il cancro o per una malattia come l'AIDS, e le persone che hanno subito un trapianto di organi, hanno un maggior rischio di svilupparle.

Cosa sono i condilomi genitali?

Oltre le verruche il Virus HPV può indurre i condilomi genitali. Si tratta di verruche genitali trasmesse comunemente attraverso i rapporti sessuali e altri tipi di attività sessuale, compreso il sesso orale. Se si pensa di avere le verruche genitali è bene consultare il medico curante.

Come si manifestano ai genitali?

Il papilloma virus umano (HPV) è una delle più comuni infezioni sessualmente trasmissibili. È un virus che può essere diffuso attraverso il contatto genitale pelle a pelle. Ci sono molti tipi differenti di HPV. Alcuni tipi causano verruche genitali e sono a basso rischio. Alcuni tipi possono portare a cancro cervicale, anale o orale, e sono ad alto rischio. 

Le verruche genitali si sviluppano nella pelle dell'inguine, nelle aree genitali o anali. Possono essere di dimensioni e forme diverse. 

Come riconoscere una verruca dall'aspetto?

Alcuni tipi di verruche sono specifiche per  particolari aree del corpo e si manifestano in modo differente, come spiegato di seguito.

Come si manifestano quelle comuni (verruca vulgaris)?

Le caratteristiche delle verruche comuni comprendono:

  • forma rotonda o ovale
  • sono solide e in rilievo
  • superficie ruvida e irregolare (tipo cavolfiore)
  • più comuni su nocche, dita e ginocchia
  • dimensione variabile

Come si manifestano le verruche plantari?

Le caratteristiche delle plantari comprendono:

  • area della pelle in cui si trova la verruca è bianca
  • spesso hanno un puntino nero al centro
  • non sono in rilievo
  • appaiono sulla pianta dei piedi
  • possono essere dolorose

Come si manifestano le piane?

Le caratteristiche delle piane comprendono:

  • colore giallastro
  • superficie liscia e forma rotonda
  • misurano tra i 2 e i 4 millimetri di diametro
  • compaiono nei bambini piccoli, soprattutto sulle mani, sul viso e sulle gambe

Come si manifestano le filiformi?

Le caratteristiche delle filiformi sono:

  • lunghe e sottili
  • si sviluppano più comunemente su collo, viso e narici

Come si manifestano le periungueali?

Le caratteristiche delle periungueali comprendono:

  • superficie ruvida
  • si trovano sotto e intorno alle unghie delle mani e dei piedi
  • possono deformare la lamina delle unghie
  • possono essere dolorose

Come si manifestano quelle a mosaico?

Le caratteristiche di quelle a mosaico sono:

  • crescono in gruppi
  • ogni gruppo è formato da molte piccole verruche con aspetto di tessera di mosaico
  • più comuni sulle palme mani o piante piedi

Quali sono le cause?

Le verruche sono causate da diversi tipi del virus del papilloma umano (HPV). Il virus è presente nel DNA delle cellule delle verruche. Sono stati identificati oltre 100 tipi diversi di HPV. Ogni tipo di verruca, compresomi condilomi, è causata da specifici tipi di HPV.

Come si diffonde il virus del papilloma umano?

Il virus del papilloma umano si trasmette attraverso il contatto diretto con una verruca o un condiloma.  Può anche essere trasmesso per contatto indiretto, per esempio, da oggetti contaminati, come asciugamani, scarpe, guanti. Le verruche sono considerate contagiose durante tutta la loro permanenza sulla pelle. Possono anche da una sede diffondersi in altre parti del corpo. Per esempio, è possibile diffondere il virus se:

  • si traumatizza una verruca facendola sanguinare
  • si mangiano le unghie in caso di verruche periungueali
  • ci si rade il viso o le gambe con rasoio a lama

Ciò può causare la rottura e il sanguinamento della verruca, rendendo più facile la diffusione del virus. Le verruche possono anche essere diffuse attraverso il contatto con superfici contaminate. Esempi di possibili superfici contaminate sono:

  • i bordi delle piscine
  • le tazze delle docce

Come si curano le verruche?

La maggior parte delle verruche guarisce senza trattamento. Tuttavia, il tempo necessario perché un porro scompaia varia da persona a persona. Possono durare più a lungo nei bambini più grandi e negli adulti. La ricerca ha dimostrato che, senza trattamento, il 65-80% dei casi di verruche si risolve entro due anni. Tuttavia, le verruche negli adulti e nelle persone con un sistema immunitario compromesso hanno meno probabilità di guarire da sole e hanno meno probabilità di rispondere positivamente alla cura.

Si considera il trattamento se:

  • causa dolore
  • sta interferendo con la vita quotidiana
  • causa imbarazzo

Sono disponibili diverse opzioni di trattamento per la cura delle verruche. Alcuni trattamenti possono causare effetti collaterali quali:

  • dolore
  • vesciche
  • irritazione della pelle

Lo scopo di tutti i tipi di trattamento è quello di:

  • rimuovere la verruca in modo tale che essa non si ripresenti
  • evitare che si formino cicatrici
  • stimolare l'immunità a lungo termine per l'HPV

Nessun singolo trattamento è efficace al 100% e non vi è alcuna garanzia che la verruca non si ripresenterà. Il trattamento comprende:

  • acido salicilico
  • crioterapia
  • cerotto adesivo
  • chirurgia
  • trattamenti chimici

Cosa è l'acido salicilico?

Molti trattamenti, come creme, gel, vernici e cerotti medicati, sono disponibili come prodotti da banco nelle farmacie. L'ingrediente attivo nella maggior parte di questi prodotti è l'acido salicilico. In due terzi dei casi, la ricerca ha dimostrato che le verruche della mano guariscono entro 12 settimane di trattamento con acido salicilico. In caso di verruche sul viso, è consigliabile evitare l'uso di prodotti che contengono acido salicilico e consultare il medico di famiglia per individuare il miglior tipo di trattamento.

Cosa è la crioterapia?

La crioterapia si esegue di solito con l’azoto liquido che viene spruzzato sulle verruche per congelare e distruggere le cellule. Si forma una papula o bolla, seguita da una crosta che cade dopo sette o dieci giorni. Il trattamento di crioterapia di solito richiede 5-15 minuti e può essere doloroso. A volte le verruche più grandi devono essere congelate un certo numero di volte, a una settimana circa di distanza.

Generalmente la crioterapia non è raccomandata per i bambini piccoli perché può rivelarsi troppo dolorosa e perché può essere difficile, per un bambino piccolo, restare nella stessa posizione durante il trattamento. Possibili effetti collaterali della crioterapia sono:

  • dolore
  • vesciche/bolle
  • pelle che può diventare più scura (iperpigmentazione) o più chiara (ipopigmentazione)
  • unghie che possono sviluppare una deformazione

Quando ricorrere alla chirurgia?

Nella maggior parte dei casi non è raccomandato ricorrere alla chirurgia per il trattamento, perché con questo metodo si hanno spesso delle recidive. Si stima che in circa un terzo dei casi in cui si utilizza la chirurgia, le verruche ritornino e che occorra poi un ulteriore trattamento. Le tecniche a volte utilizzate per rimuovere chirurgicamente le verruche sono:

  • raschiamento o curettage del tessuto che viene rimosso grattando
  • cauterizzazione del tessuto che viene distrutto tramite bruciatura, utilizzando uno strumento o la corrente elettrica

Quali sono i trattamenti chimici?

Le verruche possono essere curate con trattamenti chimici che contengono sostanze quali:

  • formaldeide
  • glutaraldeide
  • podofillina

Questi agenti chimici sono tossici per le cellule della pelle e vengono applicati sulle verruche per ucciderne  le cellule. I trattamenti chimici sono disponibili su prescrizione. Potenziali effetti collaterali dei trattamenti chimici sono:

  • colorazione marrone della pelle (con glutaraldeide)
  • tumefazione intensa (con podofillina)
  • infezione dopo il trattamento (con podofillina)

Quando le verruche sono maligne?

Le verruche sono solitamente innocue nelle persone il cui sistema immunitario funziona correttamente ed è raro che avvengano mutamenti maligni (cancerogenesi). Tuttavia, le persone con un sistema immunitario compromesso presentano un rischio maggiore di sviluppare la trasformazione maligna, soprattutto in quelle dei genitali.

Come prevenire la loro formazione?

I consigli elencati di seguito possono contribuire a prevenire la formazione di verruche:

  • non condividere asciugamani, o altri oggetti personali;
  • non condividere le scarpe o i calzini;
  • evitare di traumatizzare la verruca perché ciò può far sì che si diffonda ad altre parti del corpo;
  • fare attenzione quando ci si rade, perché il virus può diffondersi facilmente se ci si taglia;
  • mantenere i piedi asciutti e cambiare le calze ogni giorno per aiutare a prevenire lo sviluppo di verruche sui piedi.

Occorre coprire la propria verruca quando si prende parte ad attività comuni. Per esempio:

  • indossare infradito o ciabatte da piscina nelle aree comuni, come docce e spogliatoi
  • coprire la verruca con un cerotto impermeabile o una calza speciale per verruche (disponibile in farmacia) quando ci si reca in piscina o quando si fa educazione fisica a scuola
  • indossare guanti quando si usano attrezzature in comune, come gli attrezzi da palestra (se si ha una verruca sulla mano)

Cosa sono le cheratosi seborroiche?

Sono conosciute come verruche senili, perché tendono a presentarsi sopratutto con l’avanzare dell’età. La medicina le classifica come cheratosi seborroiche. Sono sempre prive di significato patologico ma possono essere un grave fastidio estetico sia per le dimensioni, che variano da uno a diversi centimetri, che per il colore scuro, entrambi fattori che le rendono sgradevoli alla vista soprattutto se posizionate sul viso, sulle mani o in altri posti visibili.

Anche se comunemente chiamate verruche non hanno niente a che vedere con le verruche da HPV e non sono infettive. La loro origine è ancora sconosciuta. Il trattamento più utilizzato, consigliato solo nei casi in cui, per posizione e dimensioni diventino fastidiose è chiamato curettage criochirurgico. La verruca viene prima trattata con un anestetico locale che la “congela” e poi rimossa mediante un raschiamento effettuato con uno strumento chiamato curette.

Se le verruche non sono di grandi dimensioni può essere utilizzato l’azoto liquido. L’azoto liquido necrotizza tutti i tessuti con viene a contatto. Piccole quantità di azoto liquido vengono iniettate in diversi punti della verruca che, in un giorno o due, si stacca. 
Le tecniche più recenti prevedono l’utilizzo del laser per rimuovere le verruche seborroiche. 
Questi trattamenti sono risolutori perchè la verruca non è recidivante.

Hai trovato questo contenuto utile?

Contenuti correlati

Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.
Cisti Sebacea
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di un protuberanza o di un nodulo nella cute, e al tatto appare più du...
Eritema polimorfo
L’eritema polimorfo, anche chiamato eritema multiforme, è una patologia di carattere infiammatorio che colpisce la cute e le mucose. In q...