icon/back Indietro Esplora per argomento

Scrub viso naturale: consigli per il fai da te

Redazione

Ultimo aggiornamento – 11 Novembre, 2022

Scrub Viso Fai Da Te: Come Farlo?

L' esfoliazione con lo scrub costituisce un prezioso alleato per la cura della propria pelle, che può essere grassa, mista o secca.

Esistono numerose ricette per l'applicazione di uno scrub al viso naturale. Ma a cosa serve? Quali sono i benefici dello scrub? Vediamo insieme.

Cosa è lo scrub

Il termine scrub viene utilizzato per indicare alcuni tipi di prodotti per la cura della pelle, ma anche in riferimento all’azione svolta proprio da questi ultimi, ovvero l’esfoliazione e la purificazione della pelle. 

Lo scrub viene utilizzato per eliminare le cellule morte e rigenerare i tessuti dello strato più superficiale della pelle, l’epidermide. Nulla di troppo aggressivo, si tratta infatti di un massaggio energico che consente di esfoliare e favorire il rinnovamento cutaneo.

Perché lo scrub è esfoliante

L’esfoliazione con lo scrub si ottiene grazie alla presenza di alcune particelle solide (microsfere o granuli, di origine naturale o minerale) combinate con una base idratante o oleosa, a seconda del tipo di pelle da trattare. 

Ma quali sono i benefici? 

A cosa serve lo scrub viso: quali sono i benefici

Lo scrub ha tanti benefici, che possono apportare specifici miglioramenti alla pelle in diversi periodi dell’anno, infatti:

  • Durante il periodo freddo, sarebbe ottimale effettuare lo scrub regolarmente, in modo da favorire la rimozione delle impurità (smog, allergeni e residui di trucco).
  • In estate, l’esfoliazione della pelle in maniera costante può garantire un’abbronzatura uniforme e priva di macchie, senza dimenticare la crema solare.
  • Troppo sole? A volte si esagera ma un ispessimento della pelle dovuto all’abbronzatura può essere mitigato con uno scrub; questo eliminerà le cellule morte e renderà la pelle più luminosa.

Una buona esfoliazione è utile in tutti i periodi dell’anno e fasi della vita, perché aiuta a contrastare alcuni peculiari inestetismi che si presentano sia nelle pelli più giovani che in quelle più mature.

Brufoli, pelle grassa, e pelle sensibili: che scrub fare?

Innanzitutto, la prima grande distinzione da fare è: pelle grassa, secca o mista

A ognuna il suo scrub:

  • Per le pelli grasse, che tendono a far comparire brufoli e punti neri, si deve contrastare l’eccessiva produzione di sebo. Per far questo, bisogna prima di tutto evitare scrub oleosi, preferendo composti con azione antinfiammatoria (ad esempio il miele, che ha anche proprietà antibatteriche) e astringente (ottimi gli agrumi, soprattutto il limone).
  • Le pelli secche invece, essendo molto sensibili e soggette ad arrossamenti, andranno trattate con uno scrub molto delicato, con azione emolliente e idratante. Ottimi in questo caso i composti a base liquida, come l’olio di oliva, e lo zucchero, per la componente abrasiva.
  • Problematiche simili e sovrapponibili, si hanno nelle pelli miste, che andranno trattate in maniera diversa, a seconda delle zone interessate. Un ingrediente molto usato in questo caso è l’aloe vera, versatile grazie alle sue proprietà idratanti e lenitive.

Scrub viso per pelli mature

Lo scrub è un ottimo alleato che riduce i primi segni del tempo e rende la pelle più luminosa e levigata, attenuando le macchie e rigenerando il collagene

L’azione esfoliante dello scrub contribuisce ad eliminare le cellule morte, inoltre, consente alle creme e ai sieri di penetrare più a fondo migliorando, la loro azione idratante e nutritiva.

Scrub naturale: ricette per il fai da te

Tanti tipi di pelle, tanti tipi di scrub.  Ecco, dunque, qualche ricetta per uno scrub viso naturale fai da te:

  • Pelle grassa: miele, zucchero e bicarbonato.
  • Punti neri: succo di limone e sale (o bicarbonato).
  • Pelle secca: olio d’oliva, miele e zucchero di canna.
  • Pelle mista: polpa di aloe vera, zucchero di canna, miele, albume e limone.
  • Pelle matura: yogurt bianco e bicarbonato. Per un’azione antiossidante è possibile aggiungere anche del succo di arancia o limone.

Dopo aver massaggiato con delicatezza e risciacquato con acqua tiepida, il viso è pronto per l’applicazione di sieri e creme.

Dunque, aver cura della propria pelle contribuisce a garantire il benessere generale di un individuo. In ogni caso, è sempre bene consultare il proprio dermatologo.

Condividi
Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Isabella Gallerani
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Viso

1774 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Isabella Gallerani
Contenuti correlati
Come lavare i capelli senza shampoo: cosa sapere
Lavare i capelli senza shampoo: ecco come si fa

É possibile lavare i capelli senza shampoo? Quali prodotti si possono utilizzare per fare in modo che siano puliti? Vediamo cosa sapere nell'articolo.

Acqua di riso: i benefici per i capelli
Acqua di riso per capelli: tutti i benefici

L'acqua di riso è un rimedio naturale, utilizzato nell'antichità dai paesi orientali per nutrire e rendere luminosi i capelli. Ecco i benefici.

icon/chat