Neonato 5 mesi, ecco tutti i progressi in questa fase della sua vita

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 05 Maggio, 2023

Scopriamo cosa succede ad un neonato di 5 mesi

Il neonato a 5 mesi attraversa un periodo di transizione. Quello che i genitori possono osservare in questa fase dello sviluppo sono i primi tentativi con il linguaggio, i primi passi a gattoni e altre tappe fondamentali dello sviluppo cognitivo ed emotivo del bambino, di cui parliamo in questo articolo.

Neonato a 5 mesi: le abilità motorie

I bambini di cinque mesi iniziano ad avere una maggiore autonomia nelle posizioni che assumono. Per esempio, riescono a sedere senza supporto per qualche momento, senza cadere di lato o all'indietro. Anche se in questa posizione il bambino avrà ancora bisogno di essere sorretto dalla mano del genitore o da un cuscino.

Alcuni bambini a 5 mesi iniziano a girarsi sulla schiena o sulla pancia, a seconda della posizione di partenza. I suoi movimenti la dicono lunga sul fatto che si sta preparando a gattonare e a muovere i primi passi.

È importante monitorare i bambini che iniziano a rotolare e ad avere maggiore autonomia nei movimenti. A questo proposito, per avere dettagli sulla crescita della bimba o del bimbo a 5 mesi, è possibile confrontarsi con il pediatra.

Neonato 5 mesi

Un'altra cosa che succede nel bambino di cinque mesi è la sua presa che diventa sempre più forte, capace di afferrare e avvicinare gli oggetti, tenerli sul palmo della mano, spostarli da una mano all'altra. In qualche caso, potrebbe anche riuscire a tenere in mano il biberon o una piccola tazza.

Neonati di 5 mesi: il sonno

La maggior parte dei bambini intorno ai 5 mesi dorme tutta la notte, anche se per non tutti è così. Per stimolare un ritmo regolare, è bene impostare una routine per far dormire il neonato. Un bagnetto caldo seguito da una ninna nanna potranno generare relax e aiutare il sonno. 

Una buona accortezza da osservare, è quella di mettere il bambino culla non ancora del tutto addormentato, così da abituarlo ad addormentarsi da solo. 
 
 Nel corso della giornata, il neonato avrà ancora bisogno di fare un paio di sonnellini: uno al mattino e uno dopo pranzo. È bene in questi casi approfittare dei primi segnali di sonnolenza, senza indugiare molto nell'attesa di metterlo nella culla.

Sviluppo del neonato a 5 mesi

Anche i sensi del neonato al quinto mese evolvono. La vista continua ad accrescere facendosi molto più nitida e chiara. Non c'è ancora un visione completa a diverse distanze, ma i loro occhi riescono a mettere a fuoco all'unisono, senza incrociarsi. 

A cinque mesi, cambia anche la percezione dei colori che diventa sempre più raffinata. I bambini a questa età riescono a distinguere tra due tonalità dello stesso colore, anche se rispondono ancora agli stimoli dei colori primari, rosso, blu e giallo.

La comunicazione nel neonato di 5 mesi

Come cambia il linguaggio in questa fase della vita? I bambini a 5 mesi possono già iniziare a balbettare, a mettere insieme i suoni di consonanti e vocali, lasciando quasi ascoltare le prime parole strutturate nella loro "lingua".

Di qui a poco inizia il periodo dell'imitazione, che andrà a intensificarsi intorno ai 9-10 mesi, anche se a questa età alle parole non sono ancora associati i significati. I vari gorgoglii emettono ancora suoni che non hanno un collegamento con alcuna figura genitoriale o di altro tipo.

Anche se ancora non è possibile comprendere le parole, i bimbi di 5 mesi riescono a percepire i suoni, voltandosi quando li ascoltano. Può essere utile, per esempio, abituarli alla percezione volontaria dei vari versi degli animali, accompagnati dalla definizione del loro nome. 

Consigli per lo sviluppo cognitivo 

I bambini adorano ascoltare la musica, spaziando da un genere all'altro. A questa età, puoi far ascoltare di tutto... reagiranno dondolando, agitando le manine in aria, abbozzando sorrisetti, muovendo la testa. 

Un altro modo per stimolare la loro crescita cognitiva è quello di dar loro giocattoli di vari colori, forme e consistenze, così da abituarli alla consapevolezza di una percezione tattile diversa. Possono essere giochi di gomma morbida, gioca in plastica, sonagli ecc. E quando prendono il gioco, assegnare un nome così che possono sentirlo e ad associarlo a quella parola, man mano che crescono.

Bimbi di 5 mesi: l'alimentazione 

In genere, a 5 mesi i bambini possono iniziare a mangiare qualche alimento solido, in aggiunta al latte materno o artificiale. Tuttavia, gran parte della sua alimentazione dovrebbe ancora essere rappresentata dal latte, per assimilare tutti i nutrienti di cui ha bisogno. 

Ecco alcuni alimenti che potrebbero essere introdotti nella dieta del bambino a 5 mesi, sotto consiglio del pediatra:

  • Cereali per l'infanzia: i cereali per l'infanzia fortificati sono una buona fonte di ferro, che è importante per la crescita e lo sviluppo del bambino.
  • Frutta e verdura: alcune verdure, come carote, zucchine, zucca e patate, e frutta, come mele e pere, possono essere cotte e frullate insieme al latte materno o artificiale per creare una purea.
  • Carne, pollo, pesce: queste proteine possono essere introdotte nella dieta del bambino a 5 mesi sotto forma di purè o polpettine, ma solo dopo aver parlato con il pediatra.

In conclusione, è importante introdurre gli alimenti solidi gradualmente, uno alla volta, per permettere al bambino di adattarsi alla nuova esperienza del cibo solido e per monitorare eventuali reazioni allergiche.

Quanto mangia un neonato a 5 mesi?

I pasti al giorno sono 4 con circa 200-220 ml di latte a poppata. In ogni caso, è bene rivolgersi al pediatra di fiducia per monitorare la crescita e il peso del neonato.

Riassumendo, ecco cosa cambia nel neonato di 5 mesi:

A 5 mesi, i bambini diventano sempre più abili nella comunicazione e nella comprensione sempre maggiore della comunicazione verbale e non verbale. 

  • Cooing e vocalizzazioni: a 5 mesi, i bambini iniziano a emettere suoni vocali diversi, come il cooing, il gorgogliare e il ridere. "Cooing" è un termine inglese che si riferisce ai suoni vocali dolci dei neonati quando comunicano. La capacità di produrre suoni di cooing è un importante indicatore dello sviluppo del linguaggio e della comunicazione del neonato.
  • Sguardo: i bambini di 5 mesi iniziano a comprendere il potere della comunicazione visiva, guardando gli occhi e il viso delle persone. Questo li prepara a comprendere il tono e l'emozione nella comunicazione.
  • Espressioni facciali: i bambini a questa età iniziano a imitare le espressioni facciali delle persone intorno a loro, come il sorriso quando vedono il volto di qualcuno che sorride. Questo è un modo per imparare a comunicare e a sviluppare le loro abilità non verbali.
  • Riconoscimento delle voci: i bimbi a 5 mesi iniziano a riconoscere le voci familiari e a comprendere quando qualcuno parlo con loro, e a mostrare interesse per la musica o per i giochi che emettono suoni.
  • Interazione sociale: i bambini di 5 mesi iniziano a mostrare interesse per le persone e a cercare di attirare l'attenzione con i loro sorrisi e gorgoglii.

 

Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Letizia Samantha Zeverino
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
Bambino sostenuto mentre gli vengono spuntati i capelli
Quando tagliare i capelli al neonato?

Quando tagliare i capelli al neonato e come farlo? È vero che tagliare la chioma ai bambini molto piccoli la rinforza? Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Neonato che riposa nel lettino
Apnea neonatale: come riconoscerla?

Che cos'è l'apnea neonatale e come si riconosce? Perché compare e con quali sintomi si manifesta? Scopriamo cosa comportarci in caso si verifichi.