Tintura in allattamento: è sicura? Tutte le risposte

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ultimo aggiornamento – 07 Marzo, 2024

parrucchiere fa la tinta ad un ragazza

Tinta in allattamento: è possibile?

La sicurezza riguardo l'uso della tintura durante l'allattamento dipende principalmente dal tipo di tinta e dagli ingredienti utilizzati: alcune possono contenere erbe o sostanze che potrebbero essere dannose per il bambino se assunte tramite il latte materno.

Pertanto, è importante consultare un medico o un esperto prima di utilizzare qualsiasi tipo di tintura durante l'allattamento.

Un medico o un erborista esperto possono valutare la sicurezza di una specifica tinta in base alla sua composizione e al suo potenziale impatto sulla salute del bambino.

Inoltre, è fondamentale seguire attentamente le istruzioni per l'uso e le dosi consigliate.

Alcune erbe possono avere effetti benefici durante l'allattamento, ma è importante assicurarsi che siano sicure e appropriate per l'uso durante questo periodo delicato: ad esempio, la tintura di aglio potrebbe essere considerata sicura ma è sempre consigliabile consultare un professionista della salute prima di utilizzarla.

In generale, è meglio essere prudenti e cercare alternative sicure o consultare un medico prima di utilizzare qualsiasi tipo di tintura durante l'allattamento.

Dunque, nonostante i dati limitati sulle tinte in allattamento, tingere i capelli è considerato sicuro durante questo periodo, ormai i saloni di parrucchieri sono attrezzati per eseguire tinte in donne che allattano.

Le piccole quantità delle sostanze chimiche presenti nella tinta che passano nel circolo sanguigno rendono improbabile che una quantità significativa finisca nel latte materno.

Non sono emerse conseguenze negative per donne che abbiano effettuato trattamenti coloranti durante l'allattamento.

Tuttavia, alcuni ginecologi e pediatri sconsigliano le tinte, almeno nel primo trimestre di vita del bambino, per estrema sicurezza.

Colpi di sole in allattamento: si può?

La sicurezza dei colpi di sole durante l'allattamento, come per ogni altro tipo di colorazione, dipende principalmente dal tipo di prodotto utilizzato e dai suoi ingredienti.

I colpi di sole coinvolgono l'applicazione di agenti schiarenti aggressivi che potrebbero contenere sostanze chimiche sui capelli, comportando il rischio che queste sostanze possano essere assorbite attraverso la pelle e potenzialmente passare nel latte materno.

Pertanto, è importante esaminare attentamente gli ingredienti del prodotto e consultare un medico o un dermatologo esperto in allattamento prima di decidere se utilizzare i colpi di sole durante questo periodo.

Tintura e allattamento: le precauzioni da prendere

Esistono alcune precauzioni da considerare prima di tingere i capelli durante l'allattamento.

Vediamo le più importanti:

  • consultare un medico o un esperto: prima di applicare il colore sui capelli, è consigliabile consultare il proprio medico o un esperto in allattamento. Queste figure possono fornire indicazioni specifiche sulla sicurezza della tintura in base alla propria situazione personale e al tipo di tintura utilizzata;
  • scegliere prodotti sicuri: assicurarsi di utilizzare prodotti per la tintura dei capelli che siano considerati sicuri durante l'allattamento. Leggere attentamente l'etichetta e evitare prodotti che contengono ingredienti nocivi o tossici;
  • evitare l'assorbimento cutaneo e inalatorio: durante l'applicazione della tintura, è importante evitare il contatto diretto con la pelle e il cuoio capelluto per ridurre al minimo l'assorbimento cutaneo delle sostanze chimiche. Inoltre, assicurarsi di utilizzare la tintura in un'area ben ventilata per ridurre al minimo l'inalazione di vapori chimici;
  • testare il prodotto: prima di applicare la tintura su tutto il cuoio capelluto, è consigliabile fare un test di sensibilità su una piccola area della pelle per verificare eventuali reazioni allergiche o irritazioni;
  • utilizzare guanti: indossare guanti protettivi durante l'applicazione della tintura per evitare il contatto diretto con la pelle e ridurre il rischio di assorbimento cutaneo delle sostanze chimiche;
  • lavare bene i capelli dopo l'applicazione: dopo aver completato il processo di tintura, è importante lavare bene i capelli per rimuovere eventuali residui di tintura e ridurre al minimo il rischio di contaminazione del latte materno;
  • monitorare eventuali reazioni del bambino: dopo aver fatto il colore ai capelli in allattamento, è importante monitorare il bambino per eventuali segni di reazioni avverse o cambiamenti nel comportamento. In caso di preoccupazioni, consultare immediatamente un medico.

Seguire queste precauzioni può contribuire a ridurre al minimo il rischio di esposizione del bambino a sostanze nocive durante l'allattamento.

Tuttavia, è sempre consigliabile consultare un medico prima di tingere i capelli durante questo periodo delicato.

Si può fare la tinta capelli in allattamento: i rischi

I rischi associati all'uso della tintura per capelli durante l'allattamento possono essere diversi.

Eccoli:

  • assorbimento di sostanze chimiche: alcune sostanze chimiche presenti nelle tinture per capelli potrebbero essere assorbite attraverso la pelle e il cuoio capelluto e poi passare nel flusso sanguigno. Se queste sostanze raggiungono il latte materno, potrebbero essere assunte dal bambino durante l'allattamento;
  • possibili reazioni allergiche: alcune persone possono essere sensibili o allergiche a determinati ingredienti presenti nelle tinture per capelli. L'applicazione di tali prodotti potrebbe causare reazioni cutanee o allergiche sia nella madre che nel bambino, se assunte tramite il latte materno;
  • esposizione a sostanze tossiche: alcune tinture per capelli possono contenere sostanze chimiche considerate tossiche o potenzialmente dannose per la salute umana. L'esposizione prolungata o ripetuta a queste sostanze potrebbe aumentare il rischio di problemi di salute per la madre e il bambino;
  • irritazione cutanea e dermatite: l'uso frequente di tinture per capelli potrebbe causare irritazioni cutanee o dermatiti sia nella madre che nel bambino, se quest'ultimo viene esposto attraverso il contatto con la pelle o il latte materno.

È importante consultare un medico prima di utilizzare qualsiasi tipo di tintura per capelli durante l'allattamento, per valutare i potenziali rischi e benefici specifici nella propria situazione.

tinta-in-allattamento-2


Potrebbe interessarti anche:


Tinta e allattamento: quando rivolgersi al medico

È consigliabile consultare un medico prima di tingere i capelli durante l'allattamento in diverse situazioni:

  • se si hanno dubbi sulla sicurezza di una specifica tintura;
  • se si ha una storia di reazioni allergiche;
  • se si ha una pelle sensibile o condizioni della pelle preesistenti (come dermatite o psoriasi);
  • se si assumono farmaci o si hanno condizioni mediche preesistenti;
  • se il bambino manifesta sintomi anomali dopo l'uso della tintura (come irritabilità, eruzioni cutanee o problemi digestivi).

Tinta durante allattamento: quali scegliere?

Durante l'allattamento, è consigliabile utilizzare tinture per capelli che siano considerate sicure e a basso rischio per la salute della madre e del bambino.

Ecco alcuni suggerimenti su quali tipi di tinture potrebbero essere preferibili durante questo periodo:

  • tinture vegetali o naturali: le tinture a base di ingredienti naturali, come estratti vegetali o oli essenziali, possono essere considerate più sicure durante l'allattamento, poiché contengono meno sostanze chimiche aggressive rispetto alle tinture tradizionali. Tuttavia, è importante verificare attentamente gli ingredienti per assicurarsi che siano sicuri e adatti all'uso durante l'allattamento. Naturale non è sinonimo di sicuro!;
  • tinture senza ammoniaca e diossido di titanio: l'ammoniaca e il diossido di titanio sono due sostanze chimiche comuni presenti nelle tinture per capelli tradizionali e possono essere irritanti o potenzialmente dannose per la salute. Scegliere tinture prive di queste sostanze può ridurre il rischio di esposizione a sostanze nocive durante l'allattamento;
  • tinture prive di sostanze tossiche: evitare tinture che contengono sostanze chimiche considerate tossiche o potenzialmente dannose, come parabeni, resorcinolo, ppd (parafenilendiammina) e ftalati. Leggere attentamente l'etichetta del prodotto e scegliere tinture che siano formulate con ingredienti sicuri e non irritanti;
  • tinture con ingredienti ipoallergenici: se si ha la pelle sensibile o si è a rischio di reazioni allergiche, è consigliabile optare per tinture per capelli formulate con ingredienti ipoallergenici e delicati sulla pelle.
Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
Scritto da Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione con un particolare focus sullo storytelling. Con quasi un decennio di esperienza nel campo del giornalismo, oggi mi occupo della creazione di contenuti editoriali che abbracciano diverse tematiche, tra cui salute, benessere, sessualità, mondo pet, alimentazione, psicologia, cura della persona e genitorialità.

a cura di Letizia Samantha Zeverino
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
donna dal dentista
Anestesia dal dentista e allattamento: cosa sapere

Si può fare l'anestesia dal dentista in allattamento? Scopriamo se ci sono dei rischi o se questa procedura essenziale può essere effettuata senza problemi.

Donna allatta neonata fuori casa con biberon
Permessi per allattamento: ecco cosa sapere e come richiederli

Permessi per allattamento, ecco cosa sapere sulla normativa che tutela i genitori nel primo anno di vita del figlio, quanto dura, e come fare richiesta.