Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Annusa I Calzini Ricoverato Per Infezione Polmonare

Annusa i calzini ogni sera: ricoverato per un’infezione polmonare

Redazione

Ultimo aggiornamento – 18 Dicembre, 2018

Annusa i calzini ogni sera: ricoverato per un’infezione polmonare

È una notizia che ha dell’incredibile, eppure si tratta di una storia vera quella riportata dal Mirror, il quotidiano britannico edito a Londra.

Un uomo di Zhengzhou, a sud-est della Cina, è stato ricoverato in ospedale con un’infezione ai polmoni. Nulla di nuovo, direte voi. Quest’infezione, però, sembra essere stata contratta a causa dei funghi inalati che si erano formati all’interno delle sue scarpe.

Com’è possibile? Da quanto riporta la stampa, ogni sera, l’uomo si annusava puntualmente i calzini una volta rientrato a casa.

Funghi: dalle scarpe ai polmoni

Insomma, un rituale – quello di annusarsi i calzini – che l’uomo ha pagato davvero caro, con un ricovero d’urgenza in ospedale e un’infezione fungina che, fortunatamente, si è risolta con una lunga degenza.

Il Mirror ha infatti rivelato che l’uomo, una volta rincasato, si toglieva scarpe e calzini e prima di mettere questi ultimi a lavare, se li annusava per bene. Così, i medici, ricostruendo le strane abitudini del paziente, hanno dichiarato che potrebbero essere state proprio le spore dei calzini sporchi ad aver causato questa infezione, a cui sono seguiti un ricovero e una lunga degenza in ospedale.

Micosi polmonare: un disturbo da non sottovalutare

Seppur questa storia possa strappare un sorriso, ci permettere di puntare l’attenzione su una patologia che, spesso, si tende a sottovalutare.

Le micosi polmonari rappresentano un gruppo di malattie infettive provocate da funghi, le cui manifestazioni variano in funzione del micete responsabile dell’infezione e della sua diffusione all’interno dell’apparato respiratorio.

Certo, non dobbiamo dimenticare che tale disturbo si manifesta in modo più frequente in soggetti con concomitanti patologie o situazioni cliniche caratterizzate da deficit della risposta immunitaria. Dunque, parliamo di un rischio maggiore per i pazienti con AIDS, patologie tumorali, sottoposti a chemioterapia, a trapianto d’organo o di midollo osseo.

Le forme di micosi polmonare sono molte e, come abbiamo visto, si differenziano in base alla tipologia di micete. Dunque, abbiamo:

  • Aspergillosi polmonare
  • Candidosi polmonare
  • Istoplasmosi polmonare
  • Pneumocistosi polmonare
  • Blastomicosi polmonare
  • Coccidioidomicosi polmonare
  • Sporotricosi polmonare
  • Criptococcosi polmonare

In ogni caso, però, i sintomi sono molto simili e consistono in:

  • Dispnea (difficoltà respiratoria)
  • Tosse
  • Febbre
  • Compromissione anche grave dello stato generale
  • Emorragie polmonari
  • Insufficienza respiratoria

Attenzione, però. La diagnosi di micosi polmonare è molto complessa e può essere raggiunta solo attraverso radiografie e TAC del torace. Nei casi sospetti, sono generalmente consigliati anche esami per l’individuazione del fungo, come un endoscopia bronchiale e una ricerca sul sangue di prodotti del metabolismo del micete.

La terapia delle micosi polmonari? Uso di farmaci antimicotici, e poco altro. Tuttavia, nei casi più gravi, può essere necessario procedere all’escissione chirurgica dei micetomi… con una lunga degenza in ospedale, come nel caso dell’”uomo che annusava i calzini”!

Mostra commenti
Ipertrofia prostatica benigna e i disturbi della vescica: come affrontarli?
Ipertrofia prostatica benigna e i disturbi della vescica: come affrontarli?
5 “malattie strane” che non pensavi esistessero
5 “malattie strane” che non pensavi esistessero
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Cosa fare in caso eosinofili alti
Cosa fare in caso eosinofili alti
La dieta per chi soffre di creatinina alta
La dieta per chi soffre di creatinina alta