Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Come prepararsi al meglio per affrontare un intervento chirurgico

Come prepararsi al meglio per affrontare un intervento chirurgico

Ultimo aggiornamento – 20 dicembre, 2016

Indice

Un intervento chirurgico, quando si rende necessario, manda spesso nel panico chi vi si dovrà sottoporre. I dubbi ed i timori che albergano nella mente del paziente sono davvero molti e andranno a creare ansie e paure.

Per poterle affrontare al meglio e con più serenità, però, puoi sempre chiedere tutto ciò che riguarda l’intervento al quale sarai sottoposto proprio al tuo chirurgo e all’anestesista.

Quali sono i maggiori dubbi che affliggono chi si deve sottoporre a un intervento?

Puoi chiedere al medico come farà a ricordarsi qual è la parte del tuo corpo da operare; di solito questa viene indicata o dal medico stesso, o dall’infermiere che crea una croce su di essa; sì hai capito bene, una grande X indicherà dove fare l’incisione.

Se hai dubbi circa l’anestesia, devi sapere che questa varierà in base a quello che è l’intervento che dovrai subire.

Sarà l’anestesista che ti dirà se verrà praticata un’anestesia locale, che addormenterà solo una piccola parte de tuo corpo, regionale, dove la zona sarà un po’ più ampia o se tutto il tuo corpo verrà sottoposto ad anestesia generale. In base al tipo di scelta che verrà fatta, l’anestetico ti sarà somministrato o per via venosa o per inalazione.

Una volta addormentati è molto raro che ci si possa svegliare durante l’intervento e anche in questi casi non si è mai pienamente coscienti, quindi la possibilità di avvertire qualsiasi tipo di dolore sono praticamente nulle. Se ti è capitata in passato un’esperienza simile parlane sempre con l’anestesista prima di un nuovo intervento.

Dopo avere subito un intervento chirurgico potrebbero presentarsi dolore o mal di gola. In questi casi chiedi al medico quali sono i migliori medicinali da assumere per andare ad eliminare o attutire il fastidio.

L’igiene è importante quando si trattano le zone che sono state appena operate. Chiedi sempre ai medici ed agli infermieri di lavarsi le mani prima di visitarti, infatti ci sono infezioni, come la MRSA, che sono difficili da trattare.

Quali sono i rischi di un intervento chirurgico?

Parla sempre con il medico dei rischi connessi con l’intervento, specialmente se sei a rischio di trombosi. I coaguli di sangue viaggiano infatti per i polmoni e possono portare al presentarsi di embolie polmonari, che possono essere anche mortali senza un intervento tempestivo. Età avanzata, fumo, sovrappeso, assunzione di alcuni farmaci e patologie come il cancro ne aumentano le possibilità di presentarsi.

Cosa ricordarsi di comunicare allo staff medico prima dell’intervento?

Se soffri di qualche disturbo, come ad esempio ipertensione o diabete, comunicalo sempre all’anestesista, così come se ci sono stati precedenti di reazioni allergiche all’anestesia che si sono presentati tra membri della tua famiglia.

Comunicagli anche se assumi fluidificanti sanguigni o aspirina, perché questi farmaci possono aumentare il rischio di sanguinamento eccessivo.

Anche l’assunzione di ginko biloba, echinacea o olio di pesce deve essere sospesa prima di sottoporsi ad un’operazione. Il medico potrebbe dirti di sospenderle almeno 1-2 settimane prima dell’intervento.

Chiedi al medico se potresti avere bisogno di sottoporti ad una trasfusione di sangue durante l’operazione. Se la risposta è sì e il tuo intervento è programmato almeno a 4 settimane di distanza puoi donare tu stesso il sangue che potrà esserti trasfuso in caso di bisogno.

Nel caso in cui, nonostante queste rassicurazioni, hai ancora dubbi e non sei sicuro di avere davvero bisogno di essere operato, puoi sempre chiedere un secondo parere ad un altro medico.

Cosa fare prima e dopo dell’operazione?

Se invece il tuo intervento è proprio necessario ci sono delle cose che devi fare per rendere serena la tua convalescenza.

Dopo l’intervento avrai infatti bisogno di qualcuno che ti aiuti e che passi con te almeno una notte dopo il tuo ritorno a casa. Prima del ricovero riempi la dispensa ed il frigo con cibi sani, per evitare di doverti occupare anche di questo aspetto dopo le dimissioni.

Il tuo abbigliamento dovrà adattarsi al post operatorio; scegli indumenti comodi che potrai mettere e togliere semplicemente.

Per affrontare al meglio un intervento programmato, modifica il tuo stile di vita; prepararsi sia fisicamente che mentalmente riduce i tempi di recupero. Limita il consumo di alcool e smetti di fumare e riuscirai a rimetterti in forma monto più velocemente dopo l’operazione.

Importanti regole da seguire, per chi deve sottoporsi ad un’anestesia sono:

  • Non bere e non mangiare prima dell’intervento. Infatti il corpo tende ad eliminare eventuali residui di cibo con lo sputo, per evitare che questo venga inalato, ma ciò può essere ostacolato dall’anestesia. Se il tuo intervento sarà durante il mattino il medico ti dirà di smettere di mangiare e bere dalla mezzanotte del giorno precedente.
  • Per chi soffre di ipertensione è importante misurarne e controllarne il valore prima dell’operazione.
Mostra commenti
Ernia cervicale: i sintomi e le cure
Ernia cervicale: i sintomi e le cure
Emergenza medica? Niente paura, c’è D2H, il medico a domicilio!
Emergenza medica? Niente paura, c’è D2H, il medico a domicilio!
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
Menopausa precoce: che fare?
Menopausa precoce: che fare?
Gluten-free: non sempre fa bene alla salute
Gluten-free: non sempre fa bene alla salute
Dal Pap test all’Hpv test: un nuovo metodo di screening del tumore all’utero
Dal Pap test all’Hpv test: un nuovo metodo di screening del tumore all’utero