icon/back Indietro Esplora per argomento

Cosa mangiare con l’influenza (e cosa no)

Antonia de Gioia | Blogger

Ultimo aggiornamento – 26 Settembre, 2019

Cosa mangiare con l'influenza e la febbre

È arrivato l’autunno e con sé tutti i malanni tipici della stagione come raffreddore, febbre, mal di gola, nausea, congestionale nasale e dolori alle ossa. Influenza, dunque.

Spesso, con l’influenza, ci dimentichiamo di quanto sia importante l’alimentazione (soprattutto in caso di malessere) per facilitare il processo di guarigione e recuperare in poco tempo le energie perse.

Dunque, cosa mangiare con l’influenza?

Influenza? Cosa mangiare

Se anche voi non siete stati risparmiati dall’influenza (intestinale compresa), ecco qualche consiglio su cosa mangiare con la febbre:

  • Bevande – Febbre, vomito e nausea provocano una forte disidratazione nel nostro organismo. Acqua, the (preferibilmente verde poiché ricco di antiossidanti), tisane, spremute o frullati di frutta fresca favoriscono la reintegrazione dei liquidi persi a causa dell’influenza.
  • Brodo e vellutate – Un buon brodo di carne e verdura o passati di verdure con cereali permettono di ristabilire la flora batterica indebolita a causa dell’influenza, apportando importanti nutrienti e minerali. È bene preferire prodotti preparati in casa.
  • Carne – Le proteine sono fondamentali per il fabbisogno giornaliero, soprattutto quando il nostro corpo è particolarmente indebolito da influenza o malesseri simili. Un piatto a base di carne bianca o base di pesce accompagnati da verdure di stagione sono un ottimo compromesso tra gusto leggerezza, sapore e nutrienti. È preferibile optare per carne bianca piuttosto di quella rossa, più grassa e difficile da digerire.
  • Miele – Un cucchino di miele al naturale è un toccasana per gli attacchi di tosse e la gola irritata. Tra le tipologie di miele in commercio è particolarmente consigliato quello di Manuka, grazie alle sue proprietà antibiotiche è un vero toccasana per la salute della nostra gola e di tutto l’organismo.
  • Frutta, verdure e legumi – Le vitamine C, B, B6 e B12 sono particolarmente importanti per il nostro organismo ed è opportuno reintegrarle in caso di malessere, come l’influenza. Si tratta di vitamine facilmente reperibili in pane integrale, lenticchie, spinaci, cereali, latte, agrumi, cavoli, broccoli e banane.
  • Curcuma – È una spezia ricca di acido acetilsalicilico, ovvero lo stesso principio attivo contenuto nell’aspirina. Preferibile consumarla in aggiunta a un’ottima tisana calda.
  • Zenzero – Spezia di largo utilizzo in cucina, grazie alle sue proprietà toniche e stimolanti, è un prezioso alleato per contrastare i malanni stagionali come raffreddore, mal di gola e influenza, da consumare al naturale o diluito in acqua o tisana calda.
  • Uva passa e datteri – Come la curcuma, si tratta di alimenti ricchi di acido acetilsalicilico, pertanto trattasi di veri e propri antinfiammatori naturali.

Se siete a letto con l’influenza, vi è anche un diktat su cosa non mangiare con la febbre: evitate di consumare cibi elaborati, fritti o grassi poiché difficilmente digeribili o bevande alcooliche (aumentano, e non di poco, la temperatura corporea).

Prevenire l’influenza (a tavola e non solo)

Seguire un’alimentazione sana ed equilibrata tutti i giorni, a base di vitamine, sali minerali e nutrienti è fondamentale per fare scorta di anticorpi e aumentare le difese immunitarie, evitando che anche quest’anno l’influenza vi costringa a stare qualche giorno a letto.

Oltre l’alimentazione, ecco qualche semplice consiglio per prevenire l’influenza:

  • Evitare di frequentare luoghi affollati, dove è più facile entrare in contatto con batteri
  • Detergere sempre le mani con acqua o disinfettanti in gel
  • Evitare di toccare con le mani occhi, naso o bocca per evitare il proliferare del virus
  • Limitare il contatto con persone malate
  • Svolgere regolare attività fisica
  • Evitare di stare a lungo con i capelli bagnati
  • Vestirsi a strati in modo tale da potersi coprire o scoprire in base alla temperatura del luogo
  • Coprire sempre il capo e la fronte
  • Mantenere uno stile di vita sano (non fumare, non consumare alcool, limitare il consumo di cibi elaborati)
  • Vaccinarsi, su consulto medico. Trattasi di un trattamento particolarmente consigliato per anziani e bambini

Se purtroppo l’influenza anche quest’anno ha fatto o farà capolino nelle vostre case non disperate: mettetevi a letto, restate al caldo e cercate di mangiare qualcosa che vi aiuterà in breve tempo a rimettervi in forma. Se dopo qualche giorno il malessere persiste consultate il vostro medico di fiducia per valutare un eventuale trattamento farmacologico.

Condividi
Antonia de Gioia | Blogger
Scritto da Antonia de Gioia | Blogger

Sono una laureata in Marketing e mi occupo della gestione di attività promozionali e di comunicazione, con un’attenzione particolare al mondo digitale e social. Nel tempo libero, lontana dal lavoro quotidiano, mi dedico alla scrittura.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Antonia de Gioia | Blogger
Antonia de Gioia | Blogger
in Salute

138 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
Come smaltire il cortisone velocemente: scopriamolo qui
Come smaltire il cortisone velocemente: consigli e rimedi naturali

Come smaltire il cortisone velocemente? Per farlo, occorre prendere in considerazione alcune buone pratiche: scopri qui quali possono essere e come agire.

icon/chat