Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Insonnia e sbalzi di umore: hai mai pensato a un problema alla tiroide?

Insonnia e sbalzi di umore: hai mai pensato a un problema alla tiroide?

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

Tiroide: sintomi, cure e diagnosi
Indice

Forse non sei tu, ma la tua tiroide. Sono tantissimi i casi di disturbi tiroidei non diagnosticati e, sempre di più, risulta importante sensibilizzare la popolazione a non sottovalutare i sintomi e i campanelli di allarme che il nostro corpo ci invia per avvertirci della presenza di una problema legato al funzionamento della tiroide.

Cambiamento di peso, ansia, insonnia e perenne stanchezza: a volte la colpa di queste condizioni non è da imputarsi alla frenesia che domina la nostra vita quotidiana, bensì a disturbi della tiroide. Vediamo perché.

Tiroide: i 10 sintomi di un malfunzionamento

I problemi più comuni legati a un malfunzionamento della tiroide sono rappresentati dall’ipotiroidismo e dall’ipertiroidismo, che possono essere all’origine di cambiamenti ormonali e che vanno a coinvolgere numerosi aspetti del nostro corpo e del nostro stile di vita quotidiano. Come è ben noto, i problemi alla tiroide, sono 10 volte più comuni nelle donne.

Non solo! È importantissimo evidenziare il fatto che ben il 17% delle donne, superati i 60 anni di età, potrebbero sviluppare ipertiroidismo. Come riconoscere queste patologie?

Ecco i 10 sintomi più comuni dei disturbi alla tiroide:

  1. Dolori muscolari e articolari
  2. Problemi alla pelle
  3. Caduta dei capelli
  4. Intestino pigro e costipazione
  5. Ansia
  6. Depressione
  7. Cambiamenti repentini di peso (e di umore!)
  8. Problemi mestruali
  9. Difficoltà a rimanere incinta
  10. Affaticamento, stanchezza e spossatezza

 

I sintomi più comuni di un malfunzionamento della tiroide

La diagnosi dei disturbi alla tiroide: mai sottovalutare i sintomi!

Questi sintomi interessano numeri esorbitanti, coinvolgendo circa 200 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante ciò, il 50% di queste persone non riceve una diagnosi con la conseguenza di accettare di vivere una vita intera senza trarre nessun beneficio dalla cura di questo disturbo.

È dunque di fondamentale importanza che le persone siano a conoscenza dei sintomi che, quando riscontrati, non devono essere mai ignorati.

Eppure, da quanto è emerso da una indagine internazionale, commissionata dall’azienda chimica Merk in collaborazione con la Thyroid Federation International (TFI), un terzo delle donne non conosce nei dettagli quali possono essere i malfunzionamenti della tiroide e, come conseguenza, quali siano i sintomi e i segnali legati a queste diffusissime patologie.

Tra le intervistate, c’è chi attribuisce la causa delle propria insonnia o della propria inquietudine a uno stile di vita malsano, chi a un alimentazione sregolata e chi alla frenesia che caratterizza la vita di tutti i giorni. Ma spesso, troppo spesso, non è così.

Ancor più grave risulta il fatto che, spesso, questi sintomi – stando a quando dichiarato dalle donne oggetto di indagine – vengono benevolmente accettati, in quando parte dell’ordinarietà dell’esistenza. Eppure, questi potrebbero essere attenuati se non addirittura eliminati, quando determinati da un problema tiroideo.

L’indagine condotta, oltre ad evidenziare la poca consapevolezza che si ha della malattia, evidenzia il perché è spesso molto complicato individuare e diagnosticare un disturbo alla tiroide. I sintomi, infatti, vengono troppo spesso sottovalutati essendo molto diversi da donna a donna e, soprattutto, mai specifici di queste patologie.

I risultati dell’indagine evidenziano un’importante ragione per la quale milioni di persone vivono la loro esistenza senza che sia loro diagnosticato o trattato un disturbo della tiroide, con conseguente scarsa qualità della vita” – hanno dichiarato i ricercatori – “Speriamo che questo incoraggi più persone a parlare con il proprio medico piuttosto che accettare i sintomi come parte ordinaria della vita quotidiana“.

La diagnosi, in questo caso, parte dal saper ascoltare il proprio corpo, senza sottovalutare i campanelli di allarme che di tanto in tanto ci invia. Il medico curante, poi, saprà individuare l’origine di questi comuni sintomi: a volte bastano una visita endocrinologa e un’ecografia alla tiroide per poter iniziare a vivere meglio!

Mostra commenti
Albinismo: le cause genetiche e le terapie
Albinismo: le cause genetiche e le terapie
La nutraceutica e gli alimenti funzionali
La nutraceutica e gli alimenti funzionali
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Le 6 malattie più difficili da diagnosticare
Le 6 malattie più difficili da diagnosticare
Lo zaino pesante del tuo bambino causa davvero problemi alla schiena?
Lo zaino pesante del tuo bambino causa davvero problemi alla schiena?
Quell’assurda inclinazione dell’uomo a fare del male
Quell’assurda inclinazione dell’uomo a fare del male
Che cos’è l’alluce valgo?
Che cos’è l’alluce valgo?