Si può fare la doccia con le mestruazioni?

Si può fare la doccia con le mestruazioni?

Sarà capitato a tutte almeno una volta nella vita di sentirsi dire dalla nonna di non farsi la doccia con il ciclo o dalla mamma (magari più informata) di non stare troppo a contatto con l’acqua durante il ciclo.

È inutile ribadire che non c’è mito più falso di questo! La doccia con il ciclo – o lo sport in acqua durante il periodo di mestruazioni – non comportano alcun rischio per la salute della donna. Il motivo per cui per decenni sono state tramandate queste false informazioni è da ritrovarsi nel concetto di igiene molto ristretto rispetto a quello inteso oggigiorno.

Constatato che si può fare la doccia con il ciclo, cosa accade quando si entra in contatto con l’acqua?

Facciamo chiarezza.

Si può fare la doccia con il ciclo? Sì, assolutamente

L’unica reale e irrilevante conseguenza che si verifica dopo un prolungato contatto con l’acqua è che il ciclo cambia consistenza per qualche ora: se l’acqua fredda tende a interrompesi o a rallentare. Se è calda risulterà più abbondante, ma ben presto tornerà alla sua condizione normale. Queste alterazioni si verificano per una temporanea restrizione (nel primo caso) o dilatazione (nel secondo caso) dei vasi sanguigni.

Fare la doccia con il ciclo è essenziale per la propria igiene intima quotidiana e, contrariamente a parere di nonne e mamme, lo è ancora di più durante il ciclo mestruale.

Infatti, durante questi giorni, a causa del flusso di sangue e dell’uso di assorbenti interni o esterni le parti intime della donna possono essere facilmente soggette a cattivi odori o a irritazioni.

Ecco qualche consiglio su come fare la doccia con il ciclo:

  • Detergente intimo – Optare per detergenti senza profumazioni ed evitare spray vaginali o altri tipi di saponi. I profumi potrebbero incentivare i cattivi odori del ciclo piuttosto che attenuarli.
  • Acqua – Durante il periodo mestruale è preferibile fare la doccia utilizzando l’acqua calda che allevia i crampi mestruali.
  • Asciugatura – Terminata la doccia, provvedere ad asciugare delicatamente prima le parti intime in modo da tamponare eventuali perdite di sangue.
  • Assorbente – Che sia esterno o interno, prima di applicarlo asciugare bene le parti intime.

Come bloccare il ciclo (senza l’aiuto dell’acqua)?

Si sa, il ciclo mestruale – o meglio, le mestruazioni – sorprende sempre, arriva con qualche giorno di anticipo o di ritardo proprio quando in prossimità di un grande evento, di una gara sportiva o di un weekend fuori porta.

Il ciclo è un evento importante per la sessualità e la salute della donna, l’unico metodo attualmente noto per bloccarlo è la mancata sospensione della pillola anticoncezionale.

Si tratta comunque di una pratica fortemente sconsigliata. Se dovesse risultare necessario continuare l’assunzione della pillola anticoncezionale anche oltre il limite temporale previsto è bene consultare preventivamente il proprio ginecologo per condividere eventuali rischi.

La doccia con il ciclo… e altri falsi miti

Sul ciclo mestruale negli anni passati se ne sono dette tante, lo sappiamo. E in un’epoca in cui i tabù cadono, uno dopo l’altro, resiste in numerose culture – occidentale compresa – quello che avvolge le mestruazioni. Dalla vergogna delle parole allo shaming nel discorso sociale, ecco cosa ancora oggi si va dicendo sul ciclo mestruale:

  • Durante il ciclo è severamente vietato mettersi ai fornelli – Non si sa per quale strano effetto ma, secondo le nonne, il flusso mestruale altera i risultati in cucina. Questioni di genere a parte (su cui si potrebbe scrivere un libro) inutile dire che non c’è nulla di più falso.
  • Durante il ciclo non si può fare sport – Altro falso mito. Contrariamente al parere del ceto poco informato, il movimento fisico attenua i dolori addominali e muscolari derivati dal ciclo. Se volete saltare qualche giorno di allenamento potete usare questa scusa con il vostro personal trainer.
  • Durante il ciclo non si può fare la ceretta – Esclusa la suggestione che potrebbe insorgere con l’estetista durante i giorni del ciclo, contrariamente a quanto dicono nonne e blog dalla scarsa evidenza medica, gli effetti della ceretta durante quei giorni sono migliori rispetto a quelli che si potrebbero avere durante il resto del mese. Durante le mestruazioni, infatti, gli ormoni sono a riposo e quindi il pelo rallenta la ricrescita. Risultato? La vostra pelle risulterà più liscia. Dunque, programmate pure la vostra prossima ceretta in relazione al vostro ciclo.
  • Durante il ciclo non fare la tinta – Altra legenda popolare secondo cui la tinta risulta un fallimento se fatta durante il periodo mestruale. Non badate a questa diceria e prenotate la vostra seduta dal parrucchiere durante i fatidici giorni: sarà l’occasione per rilassarvi e dedicarvi a voi in quei giorni del mese poco amati da tutte le donne.
  • Durante il ciclo non si possono avere rapporti sessuali – Si tratta di una scelta di coppia, piuttosto che di un consiglio di nonne o mamme. Durante i giorni di mestruazioni si possono avere rapporti sessuali senza alcuna limitazione e ma badate bene che, contrariamente dal parere popolare, anche in quei giorni è possibile procreare.

Sfatati tutti questi miti, non resta che godervi giorni di ciclo con tranquillità, magari facendo un bel bagno caldo, ma badate bene a non ditelo alle vostre nonne… potrebbero non essere d’accordo.

Ah, fate attenzione ai termini: ciclo e mestruazioni non sono la stessa cosa

Certo, alle mestruazioni ci si riferisce in tantissimi modi, uno dei più comuni è “il ciclo”: mi è venuto il ciclo, sono i giorni del ciclo. Quante volte lo abbiamo detto? Con la parola “ciclo”, però, si fa riferimento al “ciclo mestruale”, ma in modo completamente sbagliato. Ciclo mestruale e mestruazioni sono passati ad essere sinonimi. Ma non sono le stessa cosa.

Dunque, per farla breve, per ciclo mestruale si intende il periodo di tempo che va dal primo giorno di una mestruazione (il primo giorno in cui si comincia a notare sanguinamenti) al primo giorno della mestruazione successiva. Normalmente duri 28 giorni, ma è molto comune avere cicli che oscillano dai 21 ai 35 giorni (dai 21 ai 45 nelle adolescenti).

Le mestruazioni, invece, sono le perdite di sangue della fase mestruale del ciclo, momento in cui il flusso dall’utero passa attraverso la cervice e fuoriesce dalla vagina. Possono durare dai 3 ai 5 giorni circa e possono essere più o meno abbondanti a seconda della persona (o della situazioni fisica ed emotiva in cui si trova).

Dunque, si può dire “ho il ciclo”? Ormai l’espressione è entrata a far parte della nostra lingua tanto che se utilizziamo questa espressione con il nostro ginecologo, probabilmente non si prenderebbe neanche la briga di correggerci. Dunque, sì. Non sentitevi troppo in colpa utilizzate questa terminologia durante la normale conversazione!

comments powered by Disqus