Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Eliminare la cellulite mangiando: è possibile!

Eliminare la cellulite mangiando: è possibile!

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

Cellutite: cosa mangiare e cosa no
Indice

Dr.ssa Maria Pia Muli, specialista in nutrizione.


Dopo i consigli su come ottenere una pancia piatta e sugli alimenti utili per combattere qualsiasi tipo di gonfiore addominale, abbiamo rivolto alla Dr.ssa Maria Pia Muli, specialista in nutrizione, alcune domande sulle cause e sui rimedi per combattere la cellulite, seguendo un’alimentazione e uno stile di vita sano.

Molte donne – anche giovani e in peso forma – combattono la cellulite, senza però riuscire a eliminarla: quali sono le cause?

La cellulite o PEFS (panniculopatia edemato-fibro-sclerotica) è un’alterazione dell’ipoderma (tessuto sottocutaneo), caratterizzata da un’ipertrofia delle cellule adipose, associata ad un’alterazione del sistema circolatorio e linfatico.

L’elemento patogenetico caratteristico della cellulite è la comparsa di edema interadipocitario, causato da un aumento della permeabilità dei piccoli vasi sanguigni (capillari e venule) e da un rallentamento della circolazione generalmente a carico degli arti inferiori, percepito dalla persona come sensazione di ritenzione idrica già nelle fasi iniziali della patologia.

La causa di questo disturbo è di tipo genetico. Infatti, la cellulite si manifesta prevalentemente nel sesso femminile, si aggrava in fase premestruale e in gravidanza e aumenta la probabilità di presentarsi in soggetti che presentano familiarità.

L’insorgenza, spesso, è in età adolescenziale con la comparsa del menarca, e non necessariamente si accompagna ad un eccesso ponderale. La localizzazione prevalente è a livello della regione trocanterica (radice della coscia e glutei), ma nei casi più avanzati può estendersi anche ad altri distretti corporei, come caviglie, ginocchia e braccia.

Quali alimenti sono da evitare (o limitare) in caso di cellulite grave?

Una serie di norme igieniche e piccoli accorgimenti possono evitare o limitare la comparsa della cellulite. In particolare, è importante:

  1. limitare l’uso del sale a tavola;
  2. evitare alimenti conservati spesso molto ricchi di sale;
  3. limitare l’assunzione di alimenti contenenti grassi saturi, come carni molto grasse e formaggi;
  4. limitare l’assunzione di zucchero semplice, bevande zuccherate e gassate;
  5. controllare l’assunzione di cereali raffinati (pane e pasta bianca, patate);
  6. favorire la funzione intestinale, combattendo il più possibile la stipsi: la costipazione aggrava, infatti, l’ingorgo circolatorio a livello pelvico che è la regione maggiormente interessata dalla cellulite;
  7. evitare di indossare abiti troppo stretti, che impedisce il ritorno circolatorio;
  8. evitare il fumo;
  9. controllare la postura ed evitare i tacchi troppo alti;
  10. evitare la sedentarietà e fare regolarmente attività fisica.

Cosa mangiare, invece, per combattere l’eccesso di ritenzione idrica?

In generale scegliere alimenti ricchi in nutrienti protettivi può aiutare a combattere l’eccesso di ritenzione idrica. Ecco alcuni consigli utili:

  1. consumare ortaggi e frutta di stagione ricchi di vitamine, minerali, ma anche fibra ed enzimi ed acidi organici;
  2. preferire ortaggi e frutta con proprietà drenanti: cicorie, indivie, cetrioli, finocchi, lattughe, fragole;
  3. preferire ortaggi e frutta contenenti principi protettivi per il microcircolo, cioè frutti ricchi in bioflavoidi come gli agrumi. In particolare ne sono ricche le parti bianche e amarognole di questi frutti, ma anche alimenti ricchi di vitamina C e capillaroprotettiva, fondamentali per la formazione del collagene, oltre che diuretici come kiwi, ananas, fragole, frutti di bosco, ciliegie;
  4. consumare alimenti e integratori contenenti OPC (proantocianidine oligomeriche), come quelli della vite rossa;
  5. scegliere alimenti ed integratori ad attività termogenica come tè, tè verde e caffè non zuccherati, guaranà, matè, arancio amaro e fucus;
  6. preferire proteine che migliorano il drenaggio, come quelle contenute nel pesce che attivando la tiroide, migliora il metabolismo, ma anche le uova e le carni, meglio se bianche che forniscono amminoacidi preziosi per la salute;
  7. preferire i cereali integrali, che riducono il carico glicemico ed aumentano la massa fecale per la presenza di fibre, combattendo così la stipsi;
  8. bere almeno 1 litro e mezzo o 2 litri di acqua al giorno anche come tisane al naturale o estratti di verdure e/o frutta.

Quali sono le complicazioni della cellulite e perché è bene non sottovalutarla?

La cellulite è una vera e propria patologia insidiosa e difficile da combattere, caratterizzata da danni progressivi al microcircolo e alle cellule adipose. Nelle fasi iniziali la cute presenta alterazioni circolatorie con teleangectasia e il caratteristico aspetto a “buccia d’arancia”, mentre alla palpazione appare pastosa e ipotermica. Le forme più gravi evolvono in vere e proprie aree sclerotiche con micro e macro noduli duri e doloranti, apprezzabili alla palpazione e con il caratteristico aspetto della “cute a materasso”.

Per questo è importante affrontare la patologia in maniera integrata – unendo contemporaneamente nutrizione, attività fisica, integrazione, trattamenti localizzati, miglioramento delle abitudini e stile di vita- già nelle fasi iniziali della sua comparsa, spesso subdola e non immediatamente visibile.


La pancia gonfia ostacola la vostra prova costume? Leggete l’articolo della dr.ssa Maria Pia Muli, “Pancia gonfia? Ecco cosa mangiare“, e scoprite come ritrovare la forma fisica con gusto!


 

Mostra commenti
Attività fisica: a digiuno o a pancia piena?
Attività fisica: a digiuno o a pancia piena?
Lavare i capelli: i trucchi dell’esperto per una chioma perfetta!
Lavare i capelli: i trucchi dell’esperto per una chioma perfetta!
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
La dieta per prevenire l’osteoporosi
La dieta per prevenire l’osteoporosi
Interventi agli occhi per la correzione dei disturbi visivi: le innovazioni terapeutiche
Interventi agli occhi per la correzione dei disturbi visivi: le innovazioni terapeutiche
Fibrosi cistica: una nuova cura tutta italiana
Fibrosi cistica: una nuova cura tutta italiana
Semi di Canapa: tutti i benefici e gli usi
Semi di Canapa: tutti i benefici e gli usi