Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Gastroenterite Nei Bambini E Negli Adulti I Sintomi E Le Cure

Gastroenterite nei bambini e negli adulti: i sintomi e le cure

Tania Catalano | Biologa

Ultimo aggiornamento – 27 Gennaio, 2017

Gastroenterite nei bambini e negli adulti: i sintomi e le cure

Adulti e bambini possono essere soggetti a gastroenterite. Una condizione acuta causata da virus intestinali o da batteri che intestinali. Spesso associamo, infatti, sintomi quali vomito, diarrea e malessere a quella nota come “influenza intestinale”.

Cosa è la gastroenterite?

Con gastroenterite, lo stomaco e l’intestino sono irritato e infiammato. La causa è tipicamente un’infezione virale o batterica.

Quali sono i sintomi della gastroenterite?

I sintomi principali sono:

Diarrea e vomito possono causare disidratazione.

La gastroenterite comporta rischi particolari per i bambini?

La gastroenterite nei bambini deve essere analizzata dal pediatra. I bambini devono rimanere a casa per almeno cinque giorni o fino a quando tutti i sintomi non saranno scomparsi.

La causa più frequente di gastroenterite nei bambini è un rotavirus, per il quale esistono due vaccini che possono essere somministrati ai bambini.

Quali sono le cause di gastroenterite?

Ci sono diverse modalità di contagio:

  • contatto con qualcuno che ha il virus
  • cibo o acqua contaminati
  • mani non lavate adeguatamente dopo essere andati in bagno o aver cambiato un pannolino

La causa più comune di gastroenterite è un virus. La gastroenterite può essere causata da diversi tipi di virus. I tipi principali sono il rotavirus e il norovirus.

Il rotavirus è la causa più comune al mondo di diarrea nei neonati e nei bambini piccoli.

Il norovirus è la causa più comune di gastroenterite grave e focolai di malattie di origine alimentare anche tra gli adulti.

Batteri come escherichia coli, salmonella e campylobacter possono anche causare la gastroenterite. E sono infezioni, generalmente, causate da pollame e uova poco cotti. La salmonella può anche essere diffusa attraverso i rettili o pollame vivo.

Un altro batterio, la shigella, è causa di gastroenterite e, di solito, si diffonde da persona a persona, e le fonti comuni di infezione sono acqua e cibo contaminati.

Altri parassiti (che non sono né virus né batteri ma protozoi) che possono causare gastroenterite sono giardia intestinalis e cryptosporidium, che si trovano nelle piscine contaminate o bevendo acqua contaminata.

Altre cause possono essere:

  • Metalli pesanti (arsenico, cadmio, piombo, mercurio) in acqua potabile
  • Consumo eccessivo di alimenti acidi, come agrumi e pomodori
  • Tossine che potrebbero essere presenti in alcuni frutti di mare
  • Farmaci come gli antibiotici, antiacidi, lassativi e farmaci chemioterapici

Alimenti da mangiare quando si ha la gastroenterite

Durante la gastroenterite, è importante mangiare il più normalmente possibile. Infatti il cibo aiuta il rivestimento dell’intestino a guarire rapidamente e permette al corpo di recuperare le forze. Al contrario, non mangiare prolunga la diarrea.

Iniziate a mangiare piccole quantità di cibo, poi, a poco a poco aumentate la quantità a seconda dell’appetito e il miglioramento della condizione.

Assicurarsi di bere adeguatamente per evitare di disidratarsi. Se il bambino viene allattato al seno o con il biberon, può continuare a bere il suo latte normalmente.

Alimenti da mangiare:

  • Pasta
  • riso
  • carni magre
  • pesce a basso contenuto di grassi e ben cotto
  • frutta fresca
  • verdure cotte
  • cereali senza zucchero
  • pane
  • yogurt a basso contenuto di grassi
  • formaggio magro

Cibi e bevande da evitare:

  • succhi di frutta che contengono molto zucchero
  • bevande per sportivi
  • bevande analcoliche o gassate
  • bevande contenenti caffeina
  • brodi e zuppe in scatola o confezionati
  • cibi fritti o ricchi di grassi
  • gelati, sorbetti, ghiaccioli e gelatine
  • frutta secca, conserve di frutta in sciroppo
  • cereali dolci
  • caramelle e cioccolato
  • cibi molto piccanti
Mostra commenti
Ulcera gastrica: come fare per riconoscerla in tempo
Ulcera gastrica: come fare per riconoscerla in tempo
Andate al bagno spesso di notte? Attenzione ai sintomi associati!
Andate al bagno spesso di notte? Attenzione ai sintomi associati!
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Sindrome della fatica cronica: è colpa del sistema immunitario
Sindrome della fatica cronica: è colpa del sistema immunitario
Encondroma: quando i tumori colpiscono le cartilagini
Encondroma: quando i tumori colpiscono le cartilagini
Antivomito: quali sono i farmaci più indicati e i rimedi naturali più efficaci?
Antivomito: quali sono i farmaci più indicati e i rimedi naturali più efficaci?
Perché NON dovresti mai interrompere l’antibiotico
Perché NON dovresti mai interrompere l’antibiotico