Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Ridere Fa Bene

I cartoni animati: un modo per conoscere le patologie e affrontarle al meglio

Benedetta Borzillo | Blogger

Ultimo aggiornamento – 04 Aprile, 2014

I cartoni animati: un modo per conoscere le patologie e affrontarle al meglio

Ridere è la migliore medicina?

Uno studio, pubblicato sulla rivista Health Services Research, indaga i vantaggi del guardare i cartoon per i pazienti affetti da patologie croniche. Il segreto? Unire informazione e umorismo.

Lo studio.

I ricercatori del National Institute for Health Research Collaboration for Leadership in Applied Health Research and Care (NIHR CLAHRC) hanno realizzato dei cartoni animati a partire da contenuti medici, ma sulla base dei feedback dei loro pazienti. I cartoni illustravano esperienze, problemi quotidiani e ansietà comuni ai pazienti con un approccio positivo. Per alleggerire lo spirito ed educare i pazienti a fronteggiare al meglio la malattia, giorno per giorno.

Il cartoon mostrati ai pazienti, sono stati poi giudicati dagli stessi con opinioni su come avessero trovato l’idea, e su quale fosse la loro utilità.

I risultati

Quali sono state le reazioni dei pazienti? Le più diverse: divertimento, ostilità, motivazione ad agire. Tutti però hanno trovato i cartoon utili da un punto di vista informativo: a detta dei pazienti, i cartoni animati li avevano aiutati a comprendere alcuni aspetti della loro malattia, come mai prima di allora.

Nuove prospettive? Per la dott.ssa Kennedy, che ha diretto lo studio, i professionisti della salute potrebbero usare l’approccio leggero dei cartoni animati per riuscire a coinvolgere attivamente i pazienti nella gestione quotidiana della loro malattia. Con maggiore positività.

"I cartoons possono fare la differenza”, spiega. “Primo, possono innescare reazioni emotive forti, che spingono a impegnarsi personalmente per migliorare la propria condizione. Secondo, possono fugare quei dubbi ed equivoci” che, spesso, terrorizzano i malati e le loro famiglie.

Ripristinare tranquillità, buona informazione e leggerezza fa solo bene ai pazienti cronici, che imparano a prendersi cura di sé e a vivere al meglio la propria condizione senza false paure.

Quando si dice sano umorismo?

Un’informazione medica regolare dei pazienti cronici è fondamentale. Ora però è stato dimostrato che un’informazione medica fatta con un po’ di sano umorismo, fa ancora meglio!

Largo dunque a semplicità e chiarezza anche sulle malattie croniche. Con un pizzico di leggerezza, se si può. Perché no?

Mostra commenti
Parto in acqua: quali sono i rischi?
Parto in acqua: quali sono i rischi?
ReWalk: un robot per far camminare i paraplegici
ReWalk: un robot per far camminare i paraplegici
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Esami del sangue in gravidanza, cosa monitorare?
Esami del sangue in gravidanza, cosa monitorare?
Carenza di ferro? Quando la conseguenza è l’ipocromia
Carenza di ferro? Quando la conseguenza è l’ipocromia
Cosa fare in caso eosinofili alti
Cosa fare in caso eosinofili alti