Sei un professionista sanitario? Iscriviti
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Detenuti Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery

Cerca

Chiudi
Specialità
Città
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Detenuti Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery
Sei un professionista sanitario? Iscriviti

Il sale? Attenzione, corrode le ossa (non solo il cuore)

Il sale? Attenzione, corrode le ossa (non solo il cuore)

Il sale? Causa ipertensione e malattie cardiovascolari – ce lo ripetono da anni, ormai. C’è però una novità, che va a minare ancor di più la cattiva reputazione di questo tanto amato condimento da cucina.

Secondo una nuova ricerca condotta in Australia, infatti, sembrerebbe che il sale corroda le ossa, provocando dei veri e propri buchi. Si tratta di un risultato preliminare che, se confermato, andrebbe a conferire una priorità ancora più alta alla lotta contro la dipendenza da sodio.

Cerchiamo di capirne di più.

Il sale corrode le ossa

Gli studiosi del Baker Heart and Diabetes Institute di Sydney hanno alimentato topi di laboratorio per 12 settimane con una dieta ad alto contenuto di sale (equivalente per gli umani a 12 grammi di sale al giorno, che è quello che molti consumano) per esaminarne gli effetti sull’organismo, al di là della classica ipertensione.

Durante l’esperimento è emerso che i topi presentavano sistemi immunitari molto attivi, così come un numero eccessivo di globuli bianchi, prodotti da cellule staminali ribelli presenti della milza.

Abbiamo continuato a vagliare i dati e le evidenze si sono moltiplicate” – ha dichiarato l’autore della ricerca, dr. Murphy. I ricercatori hanno così rivolto la loro attenzione alle ossa – dove risiedono le cellule staminali. Ed è emersa un quadro piuttosto complicato: le ossa si presentavano letteralmente “piene di buchi”.

Le cellule immunitarie iperattive,  cresciute a dismisura per l’esposizione ad alte concentrazioni di sale, avevano corroso il tessuto osseo.

Lo studio, in fase preliminare, non è stato ancora pubblicato. I risultati, però, sono stati presentati a conferenze nazionali e internazionali. “Le ossa non sono solide. Sono costituite da un’impalcatura di cellule, con cellule staminali che hanno il compito di produrre nuove cellule per il sangue. Quando le cellule immunitarie cominciano a corrodere l’osso, le staminali si diffondono liberamente” – hanno spiegato i ricercatori. Cominciano così a produrre un elevato numero di globuli bianchi, che a loro volta vanno a intasare i vasi sanguigni, sollevano la pressione del sangue.

Questo processo, fino ad oggi, era stato del tutto ignorato, sebbene spieghi in modo abbastanza efficace il motivo per cui una dieta ad alto contenuto di sale possa causare degli attacchi di cuore. La ricerca è parte di una più ampia iniziativa della comunità scientifica globale per riconsiderare le ‘malattie cardiovascolari’, termine onnicomprensivo per tutti i disturbi cardiaci causati da pressione e colesterolo alto. Cosa dimostra il nuovo studio? Che il sistema immunitario svolge un ruolo davvero fondamentale.

Dunque, quanto sale usare?

Che il sale faccia male, dunque, è ormai sotto gli oggi di tutti. Quanto e come utilizzarlo? Secondo gli specialisti, il consumo giornaliero di un adulto (sano) non dovrebbe superare i 5 grammi, circa un cucchiaino da caffè.

Per bambini e adulti over 60, invece, le cose cambiano. Per loro, la quantità di sale raccomandata è di molto inferiore. Per i primi, la dose è di 2 grammi. Per chi ha superato i 60 anni, invece, si consiglia il consumo di 4 grammi al giorno.

Prestate attenzione, però. Nella quantità di sale raccomandata è inclusa quella già presente in molti prodotti alimentari: nelle patatine, negli snack, nei prodotti surgelati, nei dadi da brodo, così come nei nei formaggi, nel tonno e nei legumi in scatola, negli affettati e perfino nel pane.

In caso di cibi confezionati, la quantità accettabile di sale è circa 0,3 grammi per 100 grammi di prodotto. Per scoprire quanto (e quale) sale è “nascosto” in questi cibi, non scordate di leggere sempre l’etichetta: se non viene indicato chiaramente come sale o cloruro di sodio, può essere presente sotto forma di fosfato monosodico, benzoato di sodio o glutammato di sodio.

Cosa aggiungere? Per preservare cuore e ossa, dovremmo iniziare a “educarci” a utilizzare sempre meno sale, diminuendone giorno dopo giorno la quantità per abituare il palato a nuovi sapori. Sostituitelo con valide alternative per insaporire i cibi. Via libera a erbe aromatiche, il succo di limone e l’aceto o, perché no, il peperoncino.

comments powered by Disqus