Rumori nella pancia del cane: cause e rimedi

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 06 Ottobre, 2023

Rumori nella pancia del cane: quali sono le cause?

Perché a volte può capitare di sentire dei rumori nella pancia del cane? A cosa sono dovuti questi gorgoglii e quali rimedi si possono adottare per risolvere il problema? Vediamolo insieme.

Da cosa sono provocati i rumori dalla pancia del cane

Chi possiede un cane come animale domestico può aver sentito degli strani brontolii provenire dalla sua pancia( chiamati borborigmi), ma da cosa è provocato questo fenomeno? E, soprattutto, è una condizione che dovrebbe destare preoccupazione?

La causa più comune legata all'emissione di rumori intestinali nel cane è associata alla presenza di gas all'interno della pancia, tuttavia altri fattori predisponenti includono anche i cambiamenti nella dieta o l'ingestione di alimenti non adatti all'animale.

In linea generale, i suoni che provengono dall'addome canino non dovrebbero destare eccessiva preoccupazione, in quanto spesso sono legati al fatto che l'animale ha bevuto o mangiato da poco, oppure che ha fame in quanto non mangia da molte ore. 

Se, tuttavia, i gorgoglii nella pancia del cane si presentano con eccessiva frequenza o si accompagnano ad altri sintomi di natura intestinale (come ad esempio il vomito o la diarrea), allora questa manifestazione potrebbe essere un campanello d'allarme che preannuncia una possibile patologia.


Leggi anche:  Perché il cane non mangia?


Alcune razze, sono naturalmente più predisposte ad avere problemi digestivi, pertanto occorre prestare particolare attenzione alla qualità della loro dieta

Anche l'ansia e lo stress possono avere un certo peso nel determinare la presenza di aria nella pancia dell'animale, che provoca un aumento dei gorgoglii intestinali; di conseguenza, sarà opportuno impegnarsi affinché l'animale sia sempre correttamente stimolato anche se rimane da solo per molto tempo, magari fornendogli dei piccoli giochini con cui passare il tempo.

Una causa frequente dei rumori nella pancia del cane, poi, è dovuta a problemi di malassorbimento o cattiva digestione di alcuni nutrienti. Ciò si verifica quando il sistema digestivo non è in grado di elaborare correttamente le sostanze introdotte e tale condizione provoca frequentemente gonfiore addominale, flatulenza e borbottii.

Rumori intestinali nel cane: quando preoccuparsi

Il gorgoglio nella pancia del cane può avere delle cause più gravi di un semplice rallentamento della digestione, come ad esempio la presenza di un'infiammazione del tratto digestivo, che a sua volta può essere acuta o cronica. 

Nel primo caso l'infiammazione prende il nome di gastroenterite acuta e può essere determinata spesso dall'ingestione di cibo avariato o non adatto al consumo da parte dell'animale, o da infezioni, tossici e neoplasie. Qualora l'infiammazione fosse cronica, invece, l'animale va incontro a una progressiva incapacità di digerire uno o più alimenti nel modo corretto, con sintomi che si porta dietro da molto tempo.

Un altro fattore che può determinare l'emissione di rumori intestinale è, poi, una probabile intolleranza nei confronti di un determinato cibo, che provoca malessere e altri sintomi più o meno gravi, fra cui flatulenza, diarrea e vomito. 

cane disteso sul tappeto

Qualora l'animale si dimostrasse, invece, privo di energia, inappetente e apatico, con vomito e diarrea acuta la causa potrebbe essere legata ad un'occlusione intestinale: in questo caso il brontolio dalla pancia del cane è provocato dal tentativo, da parte di quest'ultimo, di espellere il contenuto dell'intestino che risulta bloccato. Se ci fosse solo il dubbio dell’occlusione o se si notano questi sintomi chiamare subito il veterinario.

Infine, se l'animale sta assumendo una terapia farmacologica a base di medicinali che aumentano la frequenza o l'intensità del transito intestinale, sarà molto probabile avvertire dei rumori addominali. 

Particolare attenzione deve essere posta, inoltre, se nel cane compare uno stato letargico oppure se esso presenta uno stato di disidratazione accompagnato a un addome gonfio e dolorante: in questo caso si potrebbe essere in presenza, oltre che di un'occlusione intestinale, anche di patologie a danno del fegato o a una pancreatite.

Pertanto è fondamentale intervenire subito portando il proprio amico a quattro zampe ad una visita dal veterinario.

Rimedi per contrastare i rumori nello stomaco del cane

Se il rumore nello stomaco del cane è provocato dal tipo di dieta, per risolvere la problematica sarà sufficiente intervenire sulla sua alimentazione, ponendo attenzione sulla qualità del cibo che ingerisce e sulle quantità. Ad esempio, può essere utile aumentare la disponibilità di fibre e cercare di mantenere costanti gli orari di somministrazione dei pasti ed evitare snack si scarsa qualità.

Un consulto con il veterinario potrà servire a decidere quali azioni intraprendere e sarà proprio questo professionista che potrà eventualmente consigliare di inserire dei probiotici nella dieta del proprio animale con l'obiettivo di migliorarne la digestione. 

Altre strategie efficaci per diminuire il brontolio proveniente dallo stomaco del cane sono:

  • assicurarsi che l'animale abbia sempre a disposizione una buona scorta di acqua pulita e fresca da bere;
  • proporre alimenti facilmente digeribili, almeno nel primo periodo come ad esempio piatti a base di riso e di pollo bolliti;
  • fare attenzione che non ingerisca oggetti che potrebbero fargli male;
  • stabilire una routine nella somministrazione dei pasti, sia per quanto riguarda gli orari che le quantità. Questo servirà ad evitare che l'animale non arrivi mai ad avere la pancia completamente vuota e, quindi, a eliminare la possibilità che si abbuffi nel pasto successivo;
  • non lasciare cibo a disposizione del cane quando rimane solo;
  • non far mangiare all'animale nessuna sostanza che non rientri nel suo piano alimentare.

Se si dovesse notare un perdurare dei borbottii e la comparsa di altri sintomi (diarrea, vomito, dolore addominale, disidratazione, letargia), è opportuno contattare subito un veterinario.

Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Cane

986 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
Un cane coccolato dal suo padrone
Occhio gonfio nel cane: ecco da cosa può dipendere

Occhio gonfio: gli occhi gonfi nel cane possono dipendere da   varie cause: allergie, lesioni, corpi estranei, morsi di insetti o da condizioni di salute.

Un cane
Diagnosi di ascesso nel cane, sintomi e trattamento

Come si presenta l'ascesso nel cane e da cosa è determinato? Scopriamo quali sono i sintomi che lo caratterizzano e quale trattamento dev'essere messo in atto.