Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Anestesia Totale Locale

Che differenza c'è tra anestesia locale e generale?

Perchè a volte si preferisce fare l'anestesia locale a quella generale? Grazie per la risposta.

Anestesia generale: viene anestetizzato tutto il corpo. Tubo in trachea (di solito indispensabile), per la respirazione. Paziente profondamente addormentato e quindi incosciente durante tutto l'intervento. Normalmente, vengono utilizzati da 6 a 12 farmaci differenti. Nausea e vomito comuni dopo l'intervento. Richiede altri farmaci contro il dolore dopo l'intervento. Sonnolenza frequente dopo l'intervento. Il paziente difficilmente riesce a parlare immediatamente fuori dalla sala operatoria, perchè sonnolento e intontito. Il paziente può lasciare il letto e passeggiare dopo 1 o 2 giorni.

Anestesia loco-regionale: viene anestetizzata solo la zona del corpo interessata dall'intervento. Tubo in trachea per la respirazione non necessario. Paziente sveglio; può essere addormentato se lo desidera; normalmente vengono utilizzati 2 o 3 farmaci. Nausea e vomito rari dopo l'intervento. Minimo dolore dopo l'intervento perchè l'effetto anestetico finisce lentamente. Nessuna sonnolenza dopo l'intervento. Il paziente riesce a parlare o a leggere immediatamente fuori dalla sala operatoria, perchè completamente cosciente. Può lasciare il letto e passeggiare molto prima (dopo qualche ora dall'intervento). È in genere di aspetto rilassato e completamente orientato. Quando è possibile, è preferibile procedere a un'anestesia loco-regionale periferica, per evitare le complicanze cardiovascolari e alcuni effetti indesiderati dell'anestesia generale: meno sonnolenza, meno nausee e vomito, recupero più rapido.

Per quanto riguarda l'anestesia loco-regionale periferica, si tratta soprattutto di interventi di ortopedia o di chirurgia di superficie, a livello degli arti superiori o inferiori, ma anche certe ernie inguinali possono essere operate in anestesia locale.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Renata Lenoci
Dr.ssa Renata Lenoci
Lecco - Non disponibile
Altre risposte di questo specialista
Anestesia epidurale: quando è sconsigliata?
L’analgesia epidurale è una tecnica anestesiologica che permette un'anestesia parziale del corpo, riducendo il dolore delle contrazioni; l’epidurale viene fatta a travaglio avviato,...
Anestesia: può essere influenzata da vitamine ed integratori?
Gli anestesisti stanno conducendo alcune ricerche per determinare esattamente in che modo certe erbe ed integratori alimentari possano interagire con alcuni anestetici. Si...
Anestesia: come ci si prepara?
In caso di anestesia locale non associata a sedazione, non è necessario alcun digiuno pre-operatorio. In caso di anestesia generale, regionale o locale...
Anestesia spinale: può portare a paralisi?
L’anestesista è lo specialista che maneggia quotidianamente aghi e siringhe assai più degli altri specialisti. La posizione ottimale per facilitare la ricerca del punto esatto...
Anestesia generale: si fanno degli esami dopo?
Generalmente, non è necessario alcun esame a seguito di un'anestesia generale. Saluti
Vedi tutte
Risposte simili
Anestesia generale: quanto dura?
L'anestesia generale in senso stretto dipende ovviamente dal tempo chirurgico. In senso lato, la durata dipende dall'esperienza e dalle capacità dell'anestesista, dai farmaci da...
Anestesia generale: quali fastidi si avvertono dopo?
Anestesia generale: si perde conoscenza, non si ha più coscienza di ciò che accade e si perde la sensibilità al dolore. Esistono diversi...
Anestesia generale: si fanno degli esami dopo?
Generalmente, non è necessario alcun esame a seguito di un'anestesia generale. Saluti