Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ansia Da Prestazione Rimedi

Cosa fare se un uomo soffre di ansia da prestazione?

Buongiorno, sono 2 mesi che ho un problema di erezione e mantenimento dell'erezione. Con autoerotismo e aiuto di qualche film, tutto funziona per il meglio diciamo, ma appena ho un rapporto con una ragazza, nonostante ne sia parecchio attratto, la situazione si surriscalda e si inizia a fare qualche giochetto, sento che subito il mio eccitamento sale e comincio anche ad avere un'erezione che poi però, dopo qualche minuto, cala e nulla si muove più. Ho parlato con il medico di base e dice che è solo un fattore di testa, visto che mi è successo una volta, ora la paura fa sì che si ripeta ogni volta. Ho fatto diversi esami del sangue per vedere se non va qualcosa e non so quali altri esami e o soluzioni intraprendere. So che prima andava tutto bene, poi da una volta che proprio non voleva alzarsi, non sono più riuscito ad avere rapporti soddisfacenti, facendo anche brutte figure. Chiedo qualche consiglio, su che esami fare, su cosa può essere e magari come risolvere e se è o meno necessario fare una visita specialistica.

In questo caso, considerando che la diagnosi differenziale con cause organiche è stata già operata dal medico di base, puoi procedere serenamente e con fiducia verso una consulenza psicologica.

Quasi certamente, una parte del problema è da riferirsi alla prima esperienza negativa, che da sola comporta una tua anticipazione ansiosa rispetto alla possibilità che si verifichi un nuovo fallimento della prestazione.

Sarà utile indagare quali sono i motivi di ansia verso la prestazione sessuale in generale o verso l'incontro con una donna. È sufficiente, a volte, riprendere contatto con le proprie emozioni, riacquistare fiducia nelle proprie possibilità ed essere un po' più autoindulgenti con sè stessi.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Susanna Elena Violanti
Dr.ssa Susanna Elena Violanti
Roma - Viale Guglielmo Marconi, 94, Roma, RM, Italia
Risposte simili
Depressione : quali differenze esistono?
Esistono delle grosse differenze tra uomo e donna, se non altro per le fluttuazioni e variazioni ormonali che caratterizzano il percorso esistenziale femminile e che...
Attacchi di panico: quali sono i sintomi?
I sintomi di un attacco di panico appaiono improvvisamente, senza alcuna causa apparente. Possono includere: aumento della...
Malossi: che cosa si intende con questo termine?
Il Malossi è un sistema di comunicazione usato in Italia dalle persone con sordocecità acquisita o congenita, ma che non presentano altre minorazioni. ...
Altre risposte di questo specialista
Vertigini e ansia: come sono collegate?
Buonasera, la strada che hai intrapreso è già parzialmente completa. L'aiuto farmacologico prescritto dallo specialista acquista un senso soprattutto per proseguire le tue...
Ludopatia: come trattarla?
Buongiorno, sì, è possibile richiedere questo tipo di trattamento, però deve essere coerente con l'evento violento, verso di sé o verso gli...
Disturbo borderline della personalità: quali sono i sintomi?
Buonasera, il quadro che descrivi e di cui sei consapevole richiede un'attenzione costante e anche una cura verso di te che allevi...
Alcolismo: come stare vicino ad una persona che ci è caduta?
Buonasera,  non ti giudicare duramente, nessuna emozione è sproporzionata. Se la avvertiamo, è presente e motivata. Si tratta ora di...
Memoria labile: quali potrebbero essere le cause?
La diagnosi è ben descritta dalle tue parole: il tuo carico di lavoro è aumentato considerevolmente e l'ambiente di vita è stato stravolto. ...
Vedi tutte
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più