Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ci Sono Esercizi Da Fare Per Contrastare I Sintomi Dell Ernia Del Disco

Come contrastare i sintomi dell'ernia del disco?

Ci sono esercizi che posso fare per contrastare i sintomi dell'ernia del disco?

È difficile rispondere a questa domanda senza poter stabilire il grado e la fase della sintomatologia. A distanza, non è possibile fornire indicazioni che non siano di tipo generico, non conoscendo la tua esatta situazione clinica.

Il mio consiglio è innanzitutto di controllare il peso corporeo e di modificare lo stile di vita al fine di ridurre il carico gravante sulla colonna vertebrale.

Se hai i sintomi dell’ernia del disco vuol dire che è nella fase acuta e quindi non è possibile effettuare alcuno sforzo e praticare alcuno sport: l'unica terapia è, infatti, il riposo. Il riposo a letto però non è sempre consigliato in questi casi, poiché si è rivelato essere più nocivo che benefico: le articolazioni sono poco vascolarizzate e si nutrono grazie al fenomeno del pompaggio, ossia dipendono dal movimento articolare. Ecco perché chi soffre di lombalgia anche senza blocchi acuti, quasi sempre si sente peggio al mattino e migliora poi nell’arco della giornata. Ovviamente, quando muscoli e articolazioni sono infiammati, non possono però sopportare lo stress di attività prolungate.

L’ideale è il riposo attivo, ovvero camminare quanto possibile, poi sdraiarsi per un periodo di tempo, poi camminare ancora. In ogni caso, non sforzarsi di muoversi più di quanto ci si senta.

Nei casi di ernia del disco, è sconsigliato stare molto tempo seduti, specie in poltrone morbide: nella posizione seduta, il peso sui dischi aumenta, il che spesso coincide infatti con un peggioramento dei sintomi. Prova a guarire prima di pensare a fare attività sportiva, in quanto potrebbe peggiorare la tua situazione facendo gesti inadeguati e dando carichi meccanici anomali su un segmento del rachide sofferente.

Gli esercizi per il rachide lombare atti a ridurre il carico sui dischi e a potenziare i muscoli paravertebrali ed addominali sono vari e differenti.

Io non ti consiglio il nuoto o la ginnastica posturale, come invece ti sarà già stato consigliato, ma ti consiglio di discuterne con un fisiatra e con un bravo fisioterapista.

Cordiali saluti.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Fabrizio Sergio
Dr. Fabrizio Sergio
Caserta - VIA SESSA MIGNANO,,
Risposte simili
Spalla in avanti e scapola in fuori: è scoliosi?
La scapola in fuori non è necessariamente solo sintomo di scoliosi. Ha ragione il tuo medico. Fai una visita fisiatrica. ...
Periartrite: quale farmaco assumere?
Salve,periartrite? Hai fatto un'ecografia? Ci sono calcificazioni, immagino, o usura dei tendini della cuffia dei rotatori (in gergo entesopatia)? Nessun farmaco,
Emiplegia a braccia e gambe: cosa fare?
Emiplegia: emi significa metà e plegé vuol dire colpo. Hai subito un colpo. Per caso, hai subito un ictus? Diciassette mesi sono pochi. L’emiplegia...
Altre risposte di questo specialista
Cisti dietro il ginocchio: come si cura?
Buongiorno,una cisti dietro il ginocchio potrebbe essere una cisti di Baker. La cisti di Baker è una sacca piena di liquido, che si...
Risonanza magnetica al crociato: come si legge?
Gentile paziente,cercherò di spiegarti la tua risonanza.Disomogeneità del corno posteriore del menisco interno, compatibile con esiti chirurgici senza evidenti segni di lesione: il menisco...
Degenerazione meniscosica: cosa significa?
I menischi hanno molteplici funzioni:innanzitutto, aumentano la congruenza tra i condili femorali (convessi) e i piatti tibiali (sostanzialmente piani), distribuendo così il carico in...
Referto risonanza magnetica: intervento chirurgico necessario?
E’ difficile darti un’alternativa all’intervento senza poterti visitare. Penso che il tuo ortopedico o il tuo neurochirurgo prima di proporti un intervento distabilizzazione vertebrale abbia...
Rottura dei legamenti della caviglia: cosa fare?
Per poter dare una risposta esaustiva alla tua domanda, bisognerebbe capire quali legamenti sono lesionati. In linea di massima, le lesioni legamentose si trattano con...
Vedi tutte