Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dopo Quanto Tempo L Assenza Di Ossigeno Puo Danneggiare Le Attivita Cerebrali

Dopo quanto tempo l'assenza di ossigeno può danneggiare le attività cerebrali?

Dopo quanto tempo l'assenza di ossigeno può causare danni a livello cerebrale?

La prolungata carenza di ossigeno può danneggiare tutti gli organi del corpo umano. Le attività cerebrali, e quindi l'encefalo, sono le prime a subire danni irreversibili dopo un tempo di 6-10 minuti. Il rene e il fegato possono invece resistere alla mancanza di ossigeno per circa 20 minuti.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Guido Francesco Villa
Dr. Guido Francesco Villa
Lecco - Via dell'Eremo, 9/11
Risposte simili
Ustione: cosa fare?
In caso di ustione devi cercare di allontanare la fonte di calore o rimuovere i vestiti intrisi di sostanze caustiche. Se possibile, bagna le ustioni...
Sostanza chimica in contatto con gli occhi: cosa fare?
Nel caso in cui le ustioni chimiche provochino lesioni oculari, bisogna far sdraiare la vittima, facendo voltare la testa dal lato interessato dall'ustione e tenendo...
Bambino cade e sbatte la testa: cosa fare?
Innanzitutto, mantieni la calma. Devi valutare la gravità del caso e chiamare il 118. Se dopo l'incidente tuo figlio dorme per...
Altre risposte di questo specialista
Persona svenuta: cosa fare?
Per valutare l'attività respiratoria del paziente in stato di incoscienza, osservare se c'è un movimento del torace, ascoltare i rumori respiratori e sentire l'aria che...
Mezzi di soccorso: quali sono?
I mezzi di soccorso impiegati dal 118 possono essere di tre tipi: Mezzo Soccorso di Base, Mezzo Soccorso Intermedio, Mezzo Soccorso Avanzato. ...
118: chi sono i soccorritori?
I soccorritori del 118 sono medici, infermieri e tecnici delle Aziende Sanitarie Regionali. Molti volontari svolgono anche le attività di soccorso...
118: servizio gratuito?
Il servizio sanitario del 118 è gratuito, come previsto dall'articolo 11 del Decreto del Presidente della Repubblica del 27 marzo 1992.
118: come si sceglie l'ospedale di destinazione?
Gli operatori del 118 individuano l'ospedale di destinazione in base alla gravità del caso. La distanza dell'ospedale e l'adeguatezza della struttura...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Persona svenuta: cosa fare?
Per valutare l'attività respiratoria del paziente in stato di incoscienza, osservare se c'è un movimento del torace, ascoltare i rumori respiratori e sentire l'aria che...
Mezzi di soccorso: quali sono?
I mezzi di soccorso impiegati dal 118 possono essere di tre tipi: Mezzo Soccorso di Base, Mezzo Soccorso Intermedio, Mezzo Soccorso Avanzato. ...
118: chi sono i soccorritori?
I soccorritori del 118 sono medici, infermieri e tecnici delle Aziende Sanitarie Regionali. Molti volontari svolgono anche le attività di soccorso...
118: servizio gratuito?
Il servizio sanitario del 118 è gratuito, come previsto dall'articolo 11 del Decreto del Presidente della Repubblica del 27 marzo 1992.
118: come si sceglie l'ospedale di destinazione?
Gli operatori del 118 individuano l'ospedale di destinazione in base alla gravità del caso. La distanza dell'ospedale e l'adeguatezza della struttura...
Vedi tutte