Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ipertensione Nutrizione 63 Anni

Qual è l'alimentazione adatta per una donna di 63 anni ipertesa?

Sono una donna di 63 anni che da circa 29 anni assume farmaci ipertensivi in seguito ad una gestosi ipertensiva. Ho iniziato con una pillola al giorno di Adalat che però mi faceva stare male, in seguito, ho assunto per qualche anno Igroseles e dopo di questo sono andata avanti per un po' di tempo con Atenololo, una compressa a giorno. Infine, da 10 anni, a causa di vari aumenti pressori, ho iniziato con Irbesartan hydrochlorothiazide da 125 e sono arrivata a quello da 300 mg/25 una a giorno + Atenololo 1/2 al giorno. A volte, specie nella stagione fredda, anche questa cura non basta e il dottore mi ha prescritto un'aggiunta con Balarm 5 mg che però assumo solo in caso di aumento. Con questi farmaci, negli ultimi anni la creatinina è leggermente aumentata: oggi ho ritirato le analisi e questo valore è a 0,99. Adesso ho anche l'acido urico a 6. Mai avuto perchè io non mangio carne, un solo uovo a settimana, niente salumi. Non faccio uso di dolci, gelati, grassi animali, latticini, uso poco formaggio, preferisco pasta con pomodoro 2/3 volte a settimana, una volta o 2 con le zucchine o in bianco e solo qualche volta col tonno. Mangio insalata, specie rucola e una volta a settimana verdure cotte. In inverno faccio più uso di legumi, soprattutto ceci, qualche volta lenticchie o fagioli. Ultimamente, ho assunto magnesio marino e potassio perchè mi sentivo un po' giù, solo dopo aver consultato il mio medico che mi ha detto che potevo prendere questi integratori. I livelli di potassio sono normali. Le urine sono normali. Il mio dottore minimizza tutto. Datemi un consiglio. Grazie.

Salve,

assumendo farmaci, è normale che la creatinina subisca lievi rialzi.

L'acido urico è borderline, ma potresti migliorare la tua escrezione eliminando qualsiasi dolce, alimenti contenenti fruttosio e derivati, frutta zuccherina.

Gli agrumi, i peperoni e i pomodori, ricchi di vitamina C, aiutano nell'escrezione dell'acido urico.

Riduci il consumo di frattaglie, aringhe, acciughe, sgombro, pollame, carne rossa (maiale, manzo e agnello), tonno, aragosta, gamberi, funghi, fagioli, piselli, lenticchie, banane, avocado, kiwi, ananas.

Bisogna bere molto, 2-3 l d'acqua/die, seguire uno stile di vita sano, evitare gli alcolici, fare attività fisica e mantenere un peso corporeo nella norma.

Come tutte le patologie, più di un fattore concorre alla miglioria delle stesse.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Sabrina Del Buono
Dr.ssa Sabrina Del Buono
Mantova - Via Londra, 11, Porto Mantovano, MN, Italia
Altre risposte di questo specialista
Tè kombucha: può essere assunto con anticoagulante?
Il te kombucha è una bevanda fermentata con batteri e lieviti e non interferisce con gli anticoagulanti. Bere una  tazza al giorno è sufficiente...
Bacche di Goji: in caso di terapia ormonale si possono assumere?
Salve Signora, le bacche di Goji sono frutti antiossidanti ed energetici e sono considerati un alimento sicuro per la salute....
Colesterolo: quali sono gli alimenti utili per controllarlo?
Gentile signore, l'alimentazione è un'ottima arma per prevenire e migliorare patologie. Nel caso del colesterolo, non esiste...
Vedi tutte
Risposte simili
Limone: può causare stitichezza?
Il limone non porta stitichezza, la stitichezza cronica è data dall'introito alimentare di cibi non idonei al nostro organismo, ad esempio formaggi stagionati, salumi, carne...
Celiachia: cosa mangiare?
Cara Lettrice, l'alimentazione è vastissima, ti consiglio di evitare cereali con glutine e mais, prediligi cereali come miglio, riso integrale, basmati semintegrale e...
Mancanza di fosforo: come si cura?
Alla luce dei dati scientifici disponibili, posso dirti che nell'alimentazione è importante che ci sia il giusto bilancio tra fosforo e calcio. ...