Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Mucosa Esofagea Carcinoma Squamoso

Cosa fare in caso di carcinoma all'esofago?

Diagnosi biopsia dopo gastroscopia: frammenti di mucosa esofagea sede di carcinoma squamoso ben differenziato superficialmente infiltrante. Sono stata sottoposto a Tac Pet, marcatori di malattia: S-CEA 4.1 su 5.0, S-CA 19-9 <2.0 su 37.0, esofagogastroduodenoscopia, ecoendoscopia. Mi dovrò sottoporre a 5 cicli di radioterapia la settimana, di cui un giorno anche chemioterapia con taxolo 50 mg e carboplatino avc2. Poi mi vorrebbero operare per resecarmi tutto l'esofago e tirare lo stomaco fino al moncone di quello che rimane, io l'intervento lo rifiuto categoricamente. Faccio solo radio e chemio sperando che il tutto si risolva. Sono in confusione totale, quello che mi rimane da vivere sta diventando un incubo... sono fumatrice e in questi giorni prima dell'inizio sto fumando. Cosa fare?

Gentile signora, il trattamento propostoti è quello classico. Gli studi più recenti hanno osservato che in un quarto circa dei pazienti con trattamento chemio-radio il tumore "sparisce". Se a questo punto sia obbligatorio farsi operare è un problema aperto. Certamente se dopo il trattamento il tumore non è regredito in toto, l'intervento dà le maggiori garanzie di guarigione, se invece vi è una regressione totale il successivo trattamento va personalizzato e si potrebbe anche optare per una politica di semplici controlli periodici ravvicinati. Auguri
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Federico Bozzetti
Dr. Federico Bozzetti
(0)
Milano - Via Borgogna, 3
Altre risposte di questo specialista
Neoplasia vescicale: è possibile la ricostruzione?
Gentile signore, in genere la ricostruzione vescicale è possibile, utilizzando una ansa intestinale opportunamente defunzionalizzata, quando uretra e apparato muscolare sfinteriale (cioè...
Esito biopsia ed esame istologico: qual è il significato?
Gentile paziente, l'esame è indicativo di una malattia infiammatoria della pelle, non maligna, probabilmente su base auto-immunitaria, meritevole di una cura da parte...
Prurito diffuso: può essere un sintomo di linfoma?
Gentile signore, sì, il prurito può associarsi ad un linfoma, ma nel tuo caso mi sembra altamente improbabile. Tieni presente che le...
Angioma vertebrale: cosa fare?
L'angioma vertebrale è spesso un reperto occasionale quando il soggetto fa una lastra per altri motivi e quasi sempre rimane asintomatico. In tal caso, non...
Tumore ai polmoni: quali cure?
Dal mio punto di vista non è il caso di fare una cura che sperimentalmente si è dimostrata totalmente fallimentare, ma ciascuno è libero di...
Vedi tutte

Risposte simili

Pancreatite cronica: che cos'è?
La pancreatite è un'infiammazione del pancreas che continua negli anni causando forti dolori. Nell'80% dei casi è causata da un abuso di alcol....
Pancreas: quando va operato?
La chirurgia del pancreas è necessaria nel caso di pancreatite acuta nella sua forma grave, nella pancreatite cronica nei suoi ultimi stadi (dopo 3-5 anni),...
Calcoli alla cistifellea: cosa mangiare?
La calcolosi biliare è spesso associata ad una situazione di sovrappeso e ad un'alimentazione ricca di grassi, ma esiste anche un'associazione con regimi...