Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Neoplasia Renale Metastasi Ai Polmoni Chemioterapia Ipertermia Radiofrequenza

Cosa fare se la neoplasia renale con metastasi ai polmoni resiste alla chemioterapia?

Mio marito è stato operato di carcinoma renale nell'ottobre 2010 con metastasi polmonari; a distanza di 2 anni e mezzo, le stesse si sono estese. Per circa un anno ha assunto Sunitinib da 50 e poi da 25 mg. In estate, però, qualcosa è cambiato: le metastasi sono cresciute e il tumore si è diffuso anche ai surreni. E' passato in un protocollo di sperimentazione e ha già fatto 2 cicli con Everolimus; ieri è arrivato l'esito della Tac dopo questi cicli di nuova cura, il tumore è cresciuto ancora. Adesso dovrà cambiare terapia. Esiste una cura per salvare mio marito che ha soli 31 anni? Ci hanno detto che la chemioterapia con il carcinoma renale non funziona: vorrei saperne di più. Grazie.

Le neoplasie renali presentano in effetti una certa resistenza ai trattamenti chemioterapici antiblastici. Nella seria condizione che mi hai descritto, suggerirei di impostare una terapia con farmaci diversi dai precedenti (ad esempio, Sorafenib o Pazopanib, se le condizioni generali e gli esami ematochimici lo permettono), in sinergia con ipertermia capacitiva profonda locoregionale a radiofrequenza (metodica sinergica coadiuvante in oncologia).

Cari saluti ed un grande in bocca al lupo per tutto

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
Roma - VIA F.A.GUALTERIO, 127
Risposte simili
Coliche renali e dilatazione ureterale destra: cosa significa?
Se soffri di coliche renali, significa che tendi a formare calcoli e questi, migrando, possono causarti sia le coliche, sia la...
Diabete, ipertensione e proteinuria alta: come curarli?
La proteinuria elevata indica una condizione di nefropatia diabetica, che è curabile tenendo sotto controllo il diabete: se la Hb A1c (che è...
Dolore al fianco fino all'inguine associato a nausea: qual è la causa?
Se sei una donna, potrebbe trattarsi di un ovaio o una salpinge che, in fase di ovulazione o per flogosi o per...
Altre risposte di questo specialista
Eritrodisestesia: cos'è?
L'eritrodisestesia palmo plantare, anche nota come sindrome mano-piede in oncologia, è il risultato di alcuni trattamenti con farmaci oncologici, si presenta con arrossamento e...
Linfonodi all'inguine: cosa comportano?
La presenza di linfonodi inguinali è cosa normale dal punto di vista anatomico. Se tali linfonodi sono dolenti o ingranditi di volume, la prima ipotesi...
Carcinoma ovarico: quali cure seguire?
Il principio attivo Avastin è un agente inibitore dell'angiogenesi ed è un farmaco ormai di comune utilizzo. Occorre verificare però le condizioni generali...
Marcatori tumorali: cosa indicano?
Il CEA è un marcatore tumorale. Tale marcatore non possiede una specificità ed una sensibilità del 100%, pertanto può trovarsi alterato anche in condizioni non...
Ulcere durante la chemioterapia: cosa fare?
E' indispensabile che tu ti sottoponga ad una visita clinica per verificare lo stato effettivo delle ulcerazioni. Se non dovessero tendere a guarigione, è opportuno...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Eritrodisestesia: cos'è?
L'eritrodisestesia palmo plantare, anche nota come sindrome mano-piede in oncologia, è il risultato di alcuni trattamenti con farmaci oncologici, si presenta con arrossamento e...
Linfonodi all'inguine: cosa comportano?
La presenza di linfonodi inguinali è cosa normale dal punto di vista anatomico. Se tali linfonodi sono dolenti o ingranditi di volume, la prima ipotesi...
Carcinoma ovarico: quali cure seguire?
Il principio attivo Avastin è un agente inibitore dell'angiogenesi ed è un farmaco ormai di comune utilizzo. Occorre verificare però le condizioni generali...
Marcatori tumorali: cosa indicano?
Il CEA è un marcatore tumorale. Tale marcatore non possiede una specificità ed una sensibilità del 100%, pertanto può trovarsi alterato anche in condizioni non...
Ulcere durante la chemioterapia: cosa fare?
E' indispensabile che tu ti sottoponga ad una visita clinica per verificare lo stato effettivo delle ulcerazioni. Se non dovessero tendere a guarigione, è opportuno...
Vedi tutte