Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Neuroblastoma Recidiva

Una recidiva di neuroblastoma può causare valori del sangue alterati?

Mia figlia di 3 anni ha avuto un neuroblastoma al IV stadio, l'abbiamo scoperto quando aveva 5 mesi, è stato trattato con chemioterapia. Oggi, a 2 anni dalla fine dei trattamenti, durante un'ecografia le hanno diagnosticato delle aree pseudonodulari al fegato, le analisi hanno evidenziato la ferritina alta e gli LDH a 309, potrebbe essere la recidiva del neuroblastoma? Con la recidiva, è possibile che in 6 mesi abbia sviluppato dei noduli che hanno già raggiunto 1 cm e mezzo?

A mio avviso per quanto hai descritto, occorrerebbe eseguire una biopsia di una delle aree, per avere delle risposte adeguate.

La cinetica delle cellule neoplastiche, ammesso che si tratti di recidiva, è variabile da paziente a paziente e non è possibile stabilire nel singolo caso un lasso temporale certo di crescita.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
Roma - VIA F.A.GUALTERIO, 127
Risposte simili
Idrocefalo nel bambino: che cosa significa?
L'idrocefalo è determinato da un accumulo patologico di liquido cefalorachidiano o liquor nelle cavità cerebrali denominate ventricoli. Ciascun individuo produce normalmente tale liquido all’interno dei...
Sclerosi multipla: cos'è la CCSVI?
La CCSVI di cui mi parli è l’acronimo di Insufficienza Venosa Cronica Cerebro-Spinale.La CCSVI è una patologia vascolare caratterizzata da stenosi venose di varia...
Diagnosi di sclerosi multipla: come si esegue?
In genere, se i disturbi neurologici sono di una certa importanza, si va dal medico curante o in alcuni casi, se l’esordio è stato acuto,...
Altre risposte di questo specialista
Eritrodisestesia: cos'è?
L'eritrodisestesia palmo plantare, anche nota come sindrome mano-piede in oncologia, è il risultato di alcuni trattamenti con farmaci oncologici, si presenta con arrossamento e...
Linfonodi all'inguine: cosa comportano?
La presenza di linfonodi inguinali è cosa normale dal punto di vista anatomico. Se tali linfonodi sono dolenti o ingranditi di volume, la prima ipotesi...
Carcinoma ovarico: quali cure seguire?
Il principio attivo Avastin è un agente inibitore dell'angiogenesi ed è un farmaco ormai di comune utilizzo. Occorre verificare però le condizioni generali...
Marcatori tumorali: cosa indicano?
Il CEA è un marcatore tumorale. Tale marcatore non possiede una specificità ed una sensibilità del 100%, pertanto può trovarsi alterato anche in condizioni non...
Ulcere durante la chemioterapia: cosa fare?
E' indispensabile che tu ti sottoponga ad una visita clinica per verificare lo stato effettivo delle ulcerazioni. Se non dovessero tendere a guarigione, è opportuno...
Vedi tutte